Corriere della Sera del 10 Febbraio 2014

Rss
Corriere della Sera

« Precedente
Seguente »
Quanto mi piace?
  • Currently 2,0/5 Hearts.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La prima pagina del giorno di Corriere della Sera nel tuo blog:

36 commenti

Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Qualcuno ha notato che qualunque cosa avvenga nel mondo, bordezando bordezando, finisce sempre in culo a noi?

+0
+ -
#
Utente magacirce magacirce oltre 6 anni fa

Quando faccio qualche domanda c’e’ il Buon Sergione che dice che faccio la finta tonta e tanto altro.

Vebbeh, sfido la sua condanna.

FrancoPo che significa ‘bordezando’? Ancora puoi spiegarmi il perche’ la Meloni ha messo su Fratelli d’Italia? E poi, quali sono ora i rapporti Meloni/Alemanno/Storace vis-a-vis realta’ italiana e prossime elezioni europee?

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

A proposito della Meloni.
Più l’ascolto e più la condivido. Magari non su tutto, ma quanto meno è trasparente la sua onestà intellettuale e la sua capacità di autocritica.
Peccato che sicuramente, suo obtorto collo, per assicurarsi l’elezione, dovrà allearsi con Berlusconi.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Gergo marinaro genovese: bordeggiando. Che avvenga in Svizzera, in Libia o in India, qualunque fatto pian pianino arriva a fregare noi, gli eterni impreparati.

Ncd, Fd’I e gli altri di destra hanno scelto di rendersi autonomi dal Berlusca in cerca di una propria fisionomia e identità, ma essendo piccoli devono coalizzarsi con altri alle Politiche. Alle Europee non occorre perché vige il proporzionale. Si metteranno d’accordo.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Sergione, nelle coalizioni ci si va sempre "obtorto collo", per sopravvivere o per far sopravvivere un governo, perché ognuno deve rinunciare a qualcosa ed è a rischio di ricatto. Ognuno preferirebbe poter vincere da solo. Credo comunque che la distanza tra i soggetti di centrodestra sia minore di quella che ci può essere tra Vendola e Renzi.

+0
+ -
#
omverd oltre 6 anni fa

viva re giorgio e tutta la sua corte!
Monti sondato nell’estate 2011-L’ex premier: “Il Colle mi diede segnali”. Berlusconi lasciò a novembre.
«A fine giugno lo spread era a 220-250, e Prodi mi disse: `quando arriva a 300 ti chiamano, preparati´», rievoca Monti. Poi «le cose sono un po’ precipitate». Lo spread era a 500.

De Benedetti dice che in quell’estate del 2011 Monti, in vacanza vicino casa sua a St. Moritz, è andato a chiedergli un consiglio, se accettare o meno la proposta di Napolitano sulla sua disponibilità a sostituire Berlusconi a Palazzo Chigi, in caso fosse stato necessario.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Tutti l’hanno confermato. Mentre il governo era saldamente in piedi e non c’era segno di spread, certi poteri hanno dato incarico al fattorino Napolitano di preparare il golpe. E lui si è prestato. Al momento opportuno, la Merkel e le banche hanno dato l’ordine svendere i titoli italiani: spread servito come alibi. E si preparava l’altro golpe, quello giudiziario.
A questo punto si torni alle urne, e niente più trucchi né inganni.

+0
+ -
#
omverd oltre 6 anni fa

…. questo punto si torni alle urne, e niente più trucchi né inganni
e sopratutto senza Giorgi Napolitanni.

+0
+ -
#
Utente magacirce magacirce oltre 6 anni fa

Monti appunto ha detto quanto sopra e ha aggiunto: ma non ci trovo nulla di anomalo a che Napolitano non sondasse una via alternativa all’ allora governo. E aggiunge: anche Ciampi mi sondo’ in un’analoga situazione di qualche anno prima. !!!!!!

Sogno o son desta?

Ma non hanno proprio nessun remora, nessun pudore.

Un PdR (Napolitano, Ciampi) che cerca alternative? Ma l’unica alternativa e’ il voto in una democrazia, o no*?

E non ha ragione Berlusconi quando parla di colpi di stato!

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Vedi anche:
http://www.ilgiornale.it/news/questa-sinistra-ama-i-colpi-stato.html
Dalla nostra persino Togliatti, dalla loro l’immancabile golpista Fini.

+0
+ -
#
Utente magacirce magacirce oltre 6 anni fa

Mio commento qui sopra legato al commento di Omverd, completato poi da FrancoPo.

+0
+ -
#
Utente SilvioPregiudicato SilvioPregiudicato oltre 6 anni fa

@FrancoPo
in programma stasera per te:
Il tradizionale appuntamento del lunedì con Piazzapulita e Corrado Formigli su La7. Ecco gli ospiti della serata: Alan Friedman, Vittorio Zucconi, Peter Gomez, Daniela Santanché, Simona Bonafé e il professor Paolo Becchi. Si parlerà, tra le altre cose, delle rivelazioni contenute nell’ultimo libro di Friedman sulle manovre di Giorgio Napolitano (il vs presidente) per sostituire Silvio Berlusconi (il vs ex-senatore sbattuto fuori dal parlamento con ignominia) con Mario Monti alla guida del governo nel 2011.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

L’estate del 2011? Governo saldamente in sella?
E allora perchè a luglio ha dovuto varare in fretta e furia una finaziaria che aumentava, tralaltro, ma senza mettere le mani in tasca agli italiani (!!!!!), l’aumento dell’IVA.
Andate a vedere Il Giornale! Ma per piacere!

Che Monti sia andato dall’altro grande mascalzone italiano De Benedetti, non ci credo nemmeno se me lo confermasse il miglior amico.

+0
+ -
#
Utente magacirce magacirce oltre 6 anni fa

Beh, negare l’evidenza, i fatti documentati, acclarati, ecc. ecc. !!!

=================

Meno male che sei tornato Granchio.

Contenta anche di aver visto Coco.

Ma Deepinside?

+0
+ -
#
Utente magacirce magacirce oltre 6 anni fa

E Macally? Macally torna, tu insieme a Granchio siete la spina dorsale di questo forum.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

Grazie, le tue rosicate mi gratificano.
Dai inventati dell’altro, trova altri miei aggettivi e sostantivi per gratificarmi ancora, mi stai facendo divertire tanto.
Ahahahahahaahahahahahaha Non ci posso credere come si possa esporre cosi ingenuamente e vulnerabilmente il fianco! La persona arguta e acuta!!!!!! ahahahahahahahahah. Oddio! Da rotolarsi dalle risate!
Poverina, un vero esserino indifeso! Franco corri. Dai una mano, aiuta questa signora.
La solidarietà berlusconiana a 360° te lo impone.Che diamine!

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

Devo ammettere che mi sbagliavo. Effettivamente Monti è andato da quell’ altro farabutto faccendiere di De Benedetti. Mi sembrava veramente impossibile.
Avevo un minimo di stima per l’uomo Monti: ora nemmeno più quella.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Sergione, il DeB faceva parte da sempre del "fronte antiberlusconiano" con tutti i suoi agganci internazionali e mediatici più o meno massonici che arrivano anche nel Regno Unito, e forse più in là. Stante il carattere e la finalità delle "consultazioni" fuori stagione in vista di un commissariamento del nostro Paese, non ci vedo niente di strano in una consultazione coi "grandi avversari" del PdC, il vero ostacolo, è solo una conferma in più, purtroppo solo a posteriori. Mi spiace molto di essermi ingannato sul conto del Presidente, per il quale ho sempre coltivato una certa simpatia. Ma dopo tutto anche Scalfaro aveva cercato, inizialmente e a modo suo, di avvertire Craxi di quello che l’aspettava.

Anche Monti fa parte del "supergoverno clandestino" della colonia Europa, fondato sul potere finanziario e bancario, ed era abbastanza ben visto in Italia, tanto da rendere un passaggio di consegne meno sfacciatamente golpista e un po’ più indolore. Serviva il "casus belli", l’alibi: ed ecco servito lo spread da svendita massiccia di titoli italiani, copertura artificiosa per mettere a tacere chi si ostinava a dire in sede europea le stesse cose che ora dicono tutti o quasi sulla politica economica della Merkel.

Insomma, la storia si ripete: dopo un altro Scalfari-Ciampi-Napolitano un altro Bossi-Casini-Fini-Alfano, un altro Dini-Monti-Letta, un altro D’Alema-Bersani. Questa volta, a metterci una zeppa, inaspettatamente, il ritorno dei moderati nonostante le bastonate giudiziarie e un certo Grillo coi suoi "no" a Bersani. Da qui quello che è avvenuto poi, con tanti tormenti e nessun rimedio serio alla crisi.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Correzione: "Scalfaro" per "Scalfari" (ultimo cpv).

Mettere in luce le manovre occulte può servire per aiutarci a uscirne. Per conto mio servono tre cose:

- elezioni il più presto possibile per ristabilire la primazia del voto democratico
- chiunque vinca, un programma serio e concordato per snellire e rendere efficienti le istituzioni, abbattere le spese e aggredire progressivamente il debito pubblico favorendo nel frattempo le imprese, nella speranza che tornino quelle nostrane;
- ricerca di alleanze in Europa per imporre una maggiore elasticità alle regole di Maastricht.

E, a coronamento di tutto, rimboccarsi le maniche, archiviando una volta per tutte la guerra fredda d’Italia. In una decina d’anni ce la potremmo fare.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Renzino va dal Presidente, Lettino lo difende e attacca chi "osa" attaccarlo. Parola di beneficato. E Alfanuccio, Alfanuccio che fa? Lui vuole la discontinuità nella continuità. Poche idee ma confuse.

+0
+ -
#
Utente DanielBryan DanielBryan oltre 6 anni fa

Alfanuccio vuole stare al governo , hai sentito cosa ha detto Quagliariello ? NCD sta con Napolitano .

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Ne dubitavi? Troppo compromettente, visti anche i risultati dell’azione di governo, ammettere semplicemente di aver preso un abbaglio e tornarsene a casa mogi mogi, magari anche spiegando agli increduli come e qualmente e da chi furono indotti al grande passo.

+0
+ -
#
Utente DanielBryan DanielBryan oltre 6 anni fa

NCD non puo’ tornare in FI , puo’ solo,allearsi in coalizione ma con una sua politica che ha di sicuro piu’ senso di responsabilita’ . Per me hanno fatto bene a togliersi da un partito padronale , poi ovviamente corrono il rischio di sparire , ma almeno hanno una loro dignita’ cosa che in molti in FI non hanno.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Li vedremo alle Europee con il proporzionale. I sondaggi li danno per spacciati alle Politiche, si metteranno con Casini e Fd’I per sembrare più grossi nella coalizione? Oppure rientreranno all’ovile, dopo aver ottenuto qualche concessione di facciata, magari le primarie? Stanti gli umori attuali, il rientro da dopo-Letta dovranno conquistarselo facendo finalmente i duri dopo le tante pedate.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

A proposito di dignità: dal mio punto di vista condividere idee e programmi e difenderli con coerenza è molto più dignitoso che asservirsi a delle tattiche a beneficio altrui a seconda di come tira il vento.

+0
+ -
#
Utente DanielBryan DanielBryan oltre 6 anni fa

Francopo piu’ che dignita’ lo chiamerei servilismo , e anche Alfano e & sono stati nel PDL , ma si arriva ad un punto di non ritorno . C’erano anime incompatibili nella coalizione , non lo dico io ma l’hanno detto quelli di Alfano che non volevano piu’ stare in un partito che stava andando verso una deriva estremista populista . Famoso lo scontro Cicchitto-Sallusti . Non ho grande stima per entrambi ma in quell’occasione parteggiavo per il socialista .

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Daniele, ti darei ragione se non fosse che tutti gli Ncd si sono sempre e decisamente schierati con Berlusconi uomo e politico. La separazione è stata solo tattica, per una diversa valutazione politica, e sicuramente fomentata da "qualcuno" o dovuta, nel peggiore dei casi, a mero opportunismo.

Cicchitto e Sallusti non sono poi molto distanti, l’uno è più sanguigno e vendicativo dell’altro e ne fa discendere una posizione più radicale.

Per quanto mi riguarda, tra Berlusca e le primarie degli Ncd sto con entrambi, ma soprattutto sto con le istituzioni democratiche, da difendersi fino all’ultimo anche al di là dei giudizi personali, e le vedo in serio pericolo.

+0
+ -
#
Utente magacirce magacirce oltre 6 anni fa

Spesso la realta’ e’ molto ma molto piu’ tera-tera (terra senza una r come dicono a Roma). L’NDC voleva semplicemente restare sulle poltrone.

Con l’aiutino di Letta e Napolitano anche loro affezzionati alle poltrone.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

@ FRANCOPO
Facciamo chiarezza. Penso che ce ne sia bisogno dopo che oggi, molto probabilmente, ti sei molto dissetato con Il Giornale ormai portatore solo del verbo della Santanchè. Che peraltro, ieri sera, ben due volte è stata costretta a tacere dalle argomentazioni di Alan Friedman in Piazza Pulita.
Probabilmente Napolitano non è esente da errori politici, ma non credo che si posso imputarlo di mala fede e di antiberlusconi. E questo non è poco. Scriverò poi dell’altro.
Alcuni FATTI che non puoi aver letto sul quotidiano sopra citato che sicuramente hanno suggerito al Presidente, da consumato politico, un primo giro di orizzonte preventivo. Forse non molto istituzionale ma certamente giustificabile per chi è capace di vedere oltre il proprio naso
Maggio 2011: catastrofiche elezioni per il CDX.
Giugno:la crisi comincia a mordere pesantemente coinvolgendo Spana e Grecia e le agenzie di Rating diventano nervose minacciandoci seriamente e il PdL perde continuamente pezzi.
Luglio: il governo precipitosamente vara una legge di stabilità da circa 46 miliardi
Agosto: altra manovra da oltre 54 miliardi mentre la tensione tra Tremonti-Berlusconi, Brunetta diventa quasi una guerra.
Settembre, Ottobre e Novembre lo spread sotto una pesante speculazione finanziaria che non ha assolutamente niente di politico sale vertiginosamente svuotando le nostre esauste risorse mettendo in forse le tredicesime degli statali e dei pensionati.
Novembre: Berlusconi si dimette. Napolitano, forse sbagliando, mette insieme un nuovo governo con Monti. Avrà sbagliato? Meglio era andare alle elezioni che praticamente avrebbero cancellato Il Cav? Il Napolitano, non certamente istituzionalmente antiberlusconiano, ha anteposto il suo dovere per l’Italia e ha fatto quello che la sua coscienza gli dettava.
Ora anch’ io con il senno del poi, pur giustificandolo con la sua buona fede, avrei preferito andare alle elezioni, quanto meno avremmo estirpato, magari non definitivamente, la gramigna soffocante e corrosiva del berlusconismo. Purtroppo, ci vorranno decenni per questo.
Ultima osservazione. Monti ha dichiarato che il tutto gli era stato fatto intendere. Sicuramente avrà ragione, ma è pur tuttavia, una sua interpretazione.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

@ FRANCOPO
Il NCD voleva restare sulle poltrone? Quasi certamente!
Come capita spessissimo dappertutto. Attualmente i falchi di FI non stanno facendo guerra al povero Toti per lo stesso motivo?
A proposito di Toti! Ma, per i fini di Berlusconi, non era meglio il molto più apprezzabile sindaco di Pavia Cattaneo? Almeno sul piano telegenico e dialettico non c’è partita.
Certamente non avranno giocato a suo favore alcune critiche, quasi scelleratamente empie, che gli sono sfuggite a suo tempo.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Sergione, come sempre passo un paio d’ore al mattino a sfogliare i giornali, tra cui anche il Feltrale. Ho sentito e visto tra l’altro i filmati disponibili e ho fatto qualche verifica su Internet sugli eventi del 2011 per darmi una rinfrescata. Il tutto per fissare dei punti fermi prima di scrivere cazzate.

Restano, come sempre, larghi margini di interpretazione, sempre malefici da parte dei giornali e dei personaggi di opposizione, ma neutrali per quel che riguarda date e cifre, e per trovare dei paragoni con eventi precedenti mi sono dovuto accontentare delle similitudini. Del resto, una strategia di successo viene sempre ripetuta, e il metodo del confronto raramente sbaglia.

La Santanché non l’ho vista né sentita, non rientra nel novero dei miei informatori; quasi tutti gli altri invece sì, e da tutto questo mi sono fatto un’opinione abbastanza precisa sulle forze (e le convenienze) in campo.

Dal mio punto di vista non è sotto processo Napolitano ma la guerra politica, non solo interna ma anche esterna con forze che diventano sempre meno occulte col passare del tempo. Napolitano ha dovuto piegarvisi, preconizzando da questa panoramica la necessità di trovare un sostituto in pectore che fosse benvisto da noi e in Europa. E questo quando ancora (giugno 2011) la crisi da noi non era del tutto scoppiata, anzi, sembrava sotto controllo, pur nel permanere delle distanze dalle imprevedibili politiche e valutazioni che facevano capo alla Merkel. Per tutelarsi in anticipo ha pensato bene di muovere, con Monti, le sue pedine per tastare qualche polso, tra cui la vera opposizione, quella dei poteri forti, ossia, dopo Monti, Prodi e il DeB, e probabilmente qualcun altro, direttamente o per interposta persona. Questo rientra a mio avviso tra le sue prerogative, ma resta lo sfondo, inaccettabile, che lo ha indotto a muoversi.

Infine, il mistero dello spread non è più tale, l’ingerenza tedesca è provata dagli ordini dati alle banche di svendere i nostri titoli proprio per far crescere lo spread e far apparire l’Italia ad un passo dalla Spagna e due dalla Grecia. In realtà per far fuori l’avversario Berlusconi e la sua corte (Tremonti compreso), portatori di proposte non ortodosse. Con gran gioia dei pisquani di casa nostra che non aspettavano altro per ripetere i consumati golpetti del passato.

Buon appetito, ci sentiamo poi.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

@ FRANCOPO
Così va meglio. Anche se l’ingerenza tedesca è tutta da provare, come affermava Friedman.
Proposte non ortodosse di Berlusconi e Tremonti? Boh! io non me ne ricordo nemmeno una.
E’ semplicemente paradossale chiamare golpe questo fatto. Come sta facendo FI per fomentare i suoi adepti. E’ questo che non accetto.
Il riferimento alla Santanchè era dovuto al fatto innegabile che ascoltarla o leggere gli editoriali de Il Giornale è la stessa identica cosa.
Buona cena.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Buona digestione.
Dunque, forse riusciremo a colmare qualche buchetto quando uscirà il libro di Friedman. In ogni caso è vero che già nel maggio le cose non andavano troppo bene, ma più che per le elezioni, per la guerra incessante a tutto campo con attacchi, dimostrazioni e iniziative giudiziarie, scandali a tutto spiano. C’era di che essere preoccupati: un punto in più a favore di Napolitano ma decisamente, radicalmente contro i metodi di "lotta" scelti, del tutto vergognosi e controproducenti per il nostro Belpaese, anche all’estero. Era, a ben vedere, il preludio a quando sarebbe avvenuto in seguito, tanto più che il governo era tutt’altro che saldo per numeri e per qualche diatriba di troppo con le opposizioni.

Nel frattempo, per via degli impegni assunti in Europa, si doveva far vedere che si faceva qualcosa. Da qui un paio di manovre, lo stretto indispensabile per calmare i mercati. Ma la crisi vera, inaspettata perché artificiosa e studiata nelle segrete stanze, scoppia con la ripresa di settembre: da lì a novembre è stato un calvario, conclusosi alla fine come sappiamo. Anzi, come NON sappiamo, perché i contenuti veri dell’incontro tra Napolitano e Berlusca non li sapremo mai, o, come nel caso della Lega bossiana, lo sapremo solo tra qualche anno: una fregatura, forse una mezza promessa al di là delle possibilità del Presidente.

A questo punto sarebbe stato un bene tornare alle urne, democraticamente, anche per dar modo alle parti in causa di dirla tutta per bene. Ma c’era il precedente Dini, e un PdR che non ne voleva sapere di sciogliere le Camere. Quel precedente aveva portato anche a D’Alema. Meglio di così…

E’ andata male ed è finita peggio. O si cambia registro o finiremo per realizzare la società della povertà felice vagheggiata da Grillo.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Devo andare. Per le posizioni europee del Berlusca-Tremonti ci sentiamo domattina.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

@ FRANCOPO
Ancora con questo piagnisteo " metodi di lotta "! Ma perchè quelli costantemente menzogneri di Berlusconi sono migliori? Ognuno fa il fuoco con la legna che ha! E tu, (voi) non potete pretendere di farvi un’opposizione a vostra misura.
Lo stretto indispensabile? Due manovre da circa cento miliardi!!!!
Le segreti stanze? Qui puoi avere ragione: sono tanto segrete che nessuno sa quali sono e dove sono.
Fregature? Non è certo Napolitano l’inaffidabile, almeno per quello che ci ha insegnato il passato recente.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

Molti giornalisti danno per certo un passaggio di consegne Letta-Renzi.
Non posso credere che il segretario del PD sia cosi ingenuo ad accettare un incarico che sicuramente lo brucerebbe per l’ eternità(politica).
Andare a governare oggi significa prendere in mano una patata bollente capace di ustionare le mani di chicchessia.
Ormai c’è Letta: meglio lasciarlo lì e cercare di sollecitarlo, magari collaborando un pò di più TUTTI, mettendo da parte le basse esigenze di bottega.
Almeno per una volta: FACCIAMOLO PER L’ITALIA!!!!!!!

+0
+ -
#

Il tuo commento


Entra o Registrati per commentare.