Corriere della Sera del 14 Settembre 2017

Rss
Corriere della Sera

« Precedente
Seguente »
Quanto mi piace?
  • Currently 0,0/5 Hearts.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La prima pagina del giorno di Corriere della Sera nel tuo blog:

9 commenti

Utente kitkat4.4.4 kitkat4.4.4 circa 2 anni fa

che schifo…com’e’che qualche cogli@ne non si indigna x questa notizia..anzi tace… solo xrche’ non e’ immigrato l’assassino? Patriota di sta minkia.

Noemi Durini, indagato per sequestro e occultamento il papà del fidanzato

http://www.ansa.it/puglia/notizie/2017/09/12/16enne-scomparsa-riprese-le-ricerche_fa422ea4-0893-446b-9ae4-9d6ea2ff80eb.html

Un avviso di garanzia per sequestro di persona e occultamento di cadavere è stato notificato al papà del fidanzato 17enne e assassino reo confesso di Noemi Durini. L’atto è stato notificato all’indagato in occasione della perquisizione in corso nell’abitazione di famiglia a Montesardo, frazione di Alessano. Stamani si era invece appreso che il papà del 17enne era sottoposto ad indagini per omicidio volontario in concorso con il figlio.

E’ stata uccisa probabilmente con uno o più colpi di pietra, uno dei quali l’ha raggiunta alla testa, la sedicenne Noemi Durini, il cui omicidio è stato confessato dal fidanzato 17enne. Tracce di sangue, tra l’altro, sono visibili sul luogo dove è stato ritrovato il cadavere, coperto di sassi, a Castrignano del Capo. Il corpo, parzialmente occultato sotto alcuni massi, è stato trovato in un pozzo nelle campagne di Castignano del Capo (Lecce). E’ stato lo stesso fidanzatino a portare i carabinieri sul luogo in cui si trova il corpo della sedicenne.

Qualche settimana fa il fidanzato 17enne e presunto assassino di Noemi era stato denunciato alla Procura per i minorenni dalla mamma della vittima, Imma Rizzo, a causa del suo carattere violento. La donna, che temeva per la sorte della figlia che da un anno frequentava il giovane, chiedeva ai magistrati di intervenire per far cessare il comportamento violento del ragazzo e per allontanarlo dalla figlia. Ne erano nati due procedimenti: uno penale per violenza privata, l’altro, civile, per verificare il contesto familiare in cui vive il giovane e se fossero in atto azioni o provvedimenti per porre fine alla sua indole violenta. Procedimenti – a quanto è dato sapere – che non hanno portato ad alcun provvedimento cautelare, come il divieto di avvicinarsi alla sedicenne, ma che sono stati attualizzati dalla Procura per i minorenni solo dopo la denuncia di scomparsa di Noemi. L’unica conseguenza che ha prodotto la denuncia della mamma della 16enne è stato un inasprimento dei rapporti tra le famiglie dei due fidanzati.

Noemi Durini era scomparsa da casa il 3 settembre scorso: l’ultima sua immagine è stata catturata da una telecamera di sorveglianza e risale alle 5 del mattino di quel giorno. Si vede una Fiat 500 bianca sulla quale sale e alla cui guida si trova il fidanzato 17enne che oggi, a 11 giorni dalla scomparsa della ragazzina, ha confessato l’omicidio. Nell’immagine si vede l’utilitaria arrivare e fermarsi in via San Nicola, a Specchia, a poche centinaia di metri da casa della giovane. A bordo ci sono i due fidanzati, con il 17enne al volante della vettura intestata alla madre. Agli inquirenti, per giorni, il 17enne, di Alessano, ha raccontato di aver accompagnato la sedicenne nei pressi del campo sportivo di Alessano e di averla lasciata lì.

7 anni fa Sarah, tante analogie

Ma la versione del ragazzo, sin dal primo momento, non ha convinto gli investigatori che hanno concentrato l’attenzione sul 17enne, un ragazzo dalla personalità violenta. E c’è un breve filmato che descrive bene il suo carattere: il 17enne è stato ripreso mentre rompe a colpi di sedia i vetri di una vecchia Nissan Micra parcheggiata per strada ad Alessano. L’auto sarebbe di una persona con la quale il giovane avrebbe avuto un acceso litigio e risalirebbe alla scorsa settimana, pochi giorni dopo la scomparsa di Noemi e poco tempo dopo un alterco avuto con il padre della sedicenne che si era recato ad Alessano per avere informazioni sulla figlia. I famigliari di Noemi avevano un rapporto conflittuale con il 17enne: non volevano che la sedicenne avesse una relazione con lui. Qualche tempo fa la mamma di Noemi aveva segnalato alla magistratura minorile il ragazzo a causa del suo comportamento violento.

Per questo motivo erano sorti accesi contrasti tra le due famiglie. A far temere il peggio è stato il fatto che Noemi aveva lasciato a casa il cellulare, i documenti e i soldi. Numerosi gli appelli dei famigliari, soprattutto della nonna e della sorella di Noemi, Benedetta, che il 28 settembre deve laurearsi e che proprio ieri aveva detto ai giornalisti di essere ottimista: ‘alla mia laurea – aveva detto – ci sarà anche lei’. Invece oggi la confessione del ragazzo. Il cadavere della sedicenne è stato trovato sotto dei massi, adagiato per terra, in una campagna, a Castrignano del Capo, a 30 chilometri da Specchia, il paese dove viveva la ragazza. A condurre gli investigatori sul posto è stato lo stesso ragazzo che è indagato per omicidio volontario assieme al papà 41enne. Sul luogo del ritrovamento del cadavere ci sono i magistrati della procura ordinaria e di quella dei minorenni che si stanno occupando del caso.

+0
+ -
#
Utente kitkat4.4.4 kitkat4.4.4 circa 2 anni fa

c’erano gia’state denunce…e cosa hanno fatto chi ti deve difendere e proteggere?? Nullaaaaa. Quest’omicidio ce l’ha sulla coscienza chi non ha ascoltatoa richiesta d’aiuto di questa ragazzina…

+0
+ -
#
Utente kitkat4.4.4 kitkat4.4.4 circa 2 anni fa

azz…salvini tutto qui?? se fosse stato un immigrato avrebbe intasato tutta la sua pagina con link x screditare tutti gli africani…sciacallo e ipocrita…ma e’ italiano …solo 2 righe stringate…

Uccide la "fidanzata" di 16 anni.
Infame. Spero tu non esca di galera.

+0
+ -
#
Utente oscar oscar circa 2 anni fa

Invece la boldrina e renzocchio cosa hanno scritto?
NULLA!!!

+0
+ -
#
Utente kitkat4.4.4 kitkat4.4.4 circa 2 anni fa

ennessima cazzata di questo sciacallo razzista certo gli immigrati non portano voti i carabinieri si …vergognoso e ipocrita…non ci sono stupri di Serie A o B ma semmai quelli avvenuti da uomini in divisa mi risulta siano piu’ gravi perche’ rappresentano lo stato.

vergogna!!!
vergogna!!!
vergogna!!!
vergogna!!!

Salvini, due pesi e due misure: "Stupro? È più grave se lo commette un migrante"

Lo stupro è più grave, se a commetterlo è un migrante. La teoria viene direttamente dal leader della Lega Matteo Salvini, intervenuto questa mattina a RadioCapital. «Lo stupro è secondo me un reato più grave dell’omicidio a prescindere da chi lo compie. Ma se lo commette uno a cui ho dato il pane, è doppiamente più grave».

«Sono contento che il Santo Padre parli dell’accoglienza e dei suoi limiti: noi siamo per una migrazione controllata, qualificata, come capita in Australia e negli altri paesi civili, no a capocchia», ha aggiunto. «Minniti ha detto con tre anni di ritardo, quello che la Lega aveva paventato come rischio, cioè che con quel ritmo di sbarchi avremmo avuto l’invasione dei migranti. E infatti gli sbarchi sono finiti».

«Salvini al governo chiede la revisione Trattati europei, da Maastricht a Schengen. Il problema non è uscire dall’Euro ma come si fa ad avere una moneta comune con diversi sistemi fiscali?», afferma Matteo Salvini che conferma che l’abolizione della Fornero sarebbe il primo provvedimento di un suo governo. «Sono d’accordo a cambiare la legge Severino perchè è sbagliata, non perchè questa mossa serve a Berlusconi. Uno è colpevole se è condannato in via definitiva, non solo in primo grado».

Salvini ha detto la sua anche sul caso di Noemi Durini, la ragazzina uccisa nel Salento dal fidanzato. «I diciassettenni di oggi sono diversi da quelli del passato, sono molto più violenti: dobbiamo togliere le attenuanti generiche ai minori che compiono crimini del genere. Queste belve devono essere giudicate come gli adulti», ha affermato.

http://www.leggo.it/politica/salvini/salvini_pesi_misure_stupro_piu_grave_se_commette_un_migrante_14_settembre_2017-3238817.html

+0
+ -
#
Utente oscar oscar circa 2 anni fa

La ragazza, oggi 17enne, originaria dell’Est Europa, è riuscita a salvarsi chiedendo aiuto attraverso la chat di un gioco online per smartphone. Doveva rimanere chiusa in casa, mantenere la verginità, dimagrire e imparare a fare le faccende domestiche pena il rifiuto da parte del futuro marito, un connazionale sconosciuto. Il padre è accusato di riduzione in schiavitù
http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/09/14/firenze-segrega-la-figlia-per-quattro-anni-e-la-vende-come-sposa-per-15mila-euro/3856060/

+0
+ -
#
Utente kitkat4.4.4 kitkat4.4.4 circa 2 anni fa

Gli italiani sono un popolo bue ma si sapeva .. cadere nella trappola leghista del dire tutta colpa degli immigrati per qualunque cosa esclusivamente per ottenere le poltrone (su cui siedono per altro da OLTRE 20 anni) facili è pero’ quanto di piu’ stolto ci sia. se salvini andra’ al governo finira’ l’alibi della facile e comoda demagogia populista, dovra’ lavorare per una volta in vita sua e allora si che rideremo… ahahha (o piangeremo)… basta sentire certi discorsi in tema di economia, salute, scuole, diritti, per rabbrividire..ma come sempre l’italiano deve bruciarsi per capire che il fuoco nuoce. Per gli amici del sud che lo voteranno, la lega è quella che diceva Vesuvio lavali tutti….. cosi’ tanto per chi avesse scarsa memoria.. ora che ha bisogno dei vostri voti si mette i felponi con scritto napoli.

+0
+ -
#
Utente kitkat4.4.4 kitkat4.4.4 circa 2 anni fa

purtroppo gli analfabeti funzionali non arrivano a capire che il populista cazzaro ha vita facile con loro…sa benissimo a che elettorato rivolgersi :razzisti-beceri-ignoranti….salvini oltre a fare il fannullone e non partecipare a votazioni importanti semina odio sociale tra poveri…la cosa + squallida che un politico (lui un cazzaro) puo’ fare. Mi raccomando : prima gli italiani ahaha infatti quando bisogna votare qualcosa per loro lui non c’è mai…

+0
+ -
#
Utente FizianoTerro FizianoTerro circa 2 anni fa

avrei tanto voluto vederlo linciato dalla folla….

+0
+ -
#

Il tuo commento


Entra o Registrati per commentare.