Il Fatto Quotidiano del 26 Luglio 2012

Rss
Il Fatto Quotidiano

PDF
« Precedente
Seguente »
Quanto mi piace?
  • Currently 4,3/5 Hearts.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La prima pagina del giorno di Il Fatto Quotidiano nel tuo blog:

134 commenti

Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

a Fanghisti Quotidiani…. vendola indagato e gia’ sparito?….

-5
+ -
#
Utente Coco Coco oltre 7 anni fa

tu pensa a forminchioni….ma sei ossessionata da svendola…..ahahahahaha

+2
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

naaaaaa voglio jaculo…….. tu sei troppo noioso…..

-4
+ -
#
Utente Coco Coco oltre 7 anni fa

…lo sappiamo che lo vorresti in quel posto…sporcacciona….ahahahahaha

+2
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ woodstock

Premetto che dopo quanto emerso a proposito della sanità pugliese, VENDOLA non avrebbe dovuto ricandidarsi, non per responsabilità penali ma politiche, avendo nominato assessori della proria giunta, palesemente inadatti a ricoprire quei ruoli. A suo discarico vi è il fatto che dovendo per forza di cose fare alleanze col pd, ha dovuto accettare i dictat del partito ed in particolare quelli di "baffino", compare di TEDESCO ed altri, tristemente noti. Se però l’alternativa a vendola doveva essere BOCCIA, 100 volte MEGLIO VENDOLA.

I problemi giudiziari.
VENDOLA andrà alla sbarra per aver (secondo l’accusa) favorito la nomina a primario di chi riteneva (e le intercettazioni confermano questa tesi) il migliore in quel posto. Non emergono per il momento dalle indagini utilità ricevute in cambio, ne sarebbero conseguiti infatti ulteriori capi d’imputazione (corruzione etc…). FORMIGONI si sospetta (e ci sono fiumi di denaro che sono passati da daccò a lui) che favorisse un imprenditore nell’ambito della sanità lombarda, ricevendone in cambio UTILITA’ PERSONALI e per il partito (corruzione aggravata). Mi dica Lei quale dei due comportamenti riterrebbe più deprecabile.
Inoltre al primo sentore, senza aspettare avvisi di garanzia o altro, VENDOLA buttò fuori i sig.ri TEDESCO, FRISULLO e COSENTINO. Magari ogni tanto si sentisse di atteggiamenti simili dall’altra parte, ove invece gli avvisi di garanzia e le condanne, costituiscono veri e propri attestati di merito.

Sul f.q.
Questo sarebbe secondo lei fango ? Raccontare inchieste giudiziarie ed informare i cittadini circa i comportamenti dei propri rappresentanti sarebbe per Lei "infangare" ? Mi lasci dire che ha una strana opinione dell’informazione. Per quanto riguarda vendola non è che si può fare come il giornale e libero, un centinaio di prime pagine consecutive sulla casa di montecarlo, quella non è informazione ma una campagna contro il nemico (del padrone). I titoli si fanno quando ci sono notizie fresche, non per ribadire ogni giorno cose trite e ritrite al fine di indebolire un aversario politico; non è quello il ruolo dell’informazione. Vada negli archivi del f.q. e ricerchi articoli su vendola. Si accorgerà che non solo ci sono tutte le notizie ma che v. è SEMPRE stato DURAMENTE criticato dai cronisti, travaglio in primis.

+5
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

Condivido in pieno Gomez:

"Il principio di elementare prudenza che,
nelle democrazie mature, spinge partiti e
istituzioni a escludere dalla vita pubblica chi
non è in grado di chiarire le sue frequen-
tazioni o giustificare le proprie ingenti spe-
se, in Italia non vale. Risultato: a Berlino il
Presidente della Repubblica, Christian
Wulff, si dimette in febbraio per un prestito
a tassi di favore alla moglie e cinque giorni di
vacanza finanziati da un produttore cine-
matografico (287 euro per notte). A Roma
come a Milano, a destra come a sinistra, mi-
gliaia di piccoli o grandi Formigoni, invece
imperano e montano in cattedra, arroganti.
I Daccò di turno fanno lievitare la spesa pub-
blica. E il Titanic Italia va, placido, verso il
naufragio. La crociera intanto non la offre
un lobbista-faccendiere. A pagare sono solo
i cittadini."

Ottimo anche Travaglio.

+4
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

forse non hai ben capito il senso del mio intervento… non voglio impelagarmi in faccende giudiziarie… per me sono tutti innocenti fino all’ultimo grado di giudizio … un’avviso di garanzia per quanto mi riguarda non vuol dire colpevolezza per chiunque …. si chiamino vendola formigoni tedesco o cosentino …ho solo evidenziato il diverso trattamento mediatico e l’informazione partigiana del F.Q. e degli altri giornali di regime verso 2 avvenimenti perfettamente uguali … ieri vendola è stato completamente ignorato …oggi per formigoni titoli a 9 colonne….tutto qua…..

-2
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ woodstock

1) Non deve impelagarsi su questioni giudiziarie (anche se cercare d’approfondire ogni tanto e di capire le cose non guasterebbe, anzi auiterebbe un’analisi più attendibile e serena): secondo Lei il furto e l’omicidio sono reati che possono avere lo stesso peso ?

2) Anche per me sono tutti innocenti fino a prova del contrario ma sin quì ce ne sarebbe abbastanza per affermare che nè vendola nè formigoni sono (nota bene) adatti a gestire la cosa pubblica: il "principio di elementare prudenza" di cui parla gomez quì sopra;

3) Il f.q. ha fatto prime pagine su vendola, su lusi, su penati e gli editoriali di travaglio (prima pagina) sui tre sono sempre stati "al vetriolo": quando ne vedremo uno di belpietro o di sallusti su formigoni, su cosentino o sull’ "eccelso loro datore di lavoro" ?

4) A volte anche l’atteggiamento di chi è coinvolto in un’indagine gioca sulla "risonanza" della notizia: uno che fa dichiarazioni smentibili come formigoni, merita più colonne di qualcun’altro più (mi passi il termine ) "sobrio";

5) Un quotidiano deve dare notizie. Le indagini giudiziarie ma soprattutto quello che ne scaturisce (non sempre sono reati ma comportamenti inadeguati al ruolo che si ricopre) sono importanti per giudicare chi ci governa non le può definire fango o definire i giornali che le pubblicano (praticamente tutti) infamanti o infanganti ("il fango quotidiano").

In fine devo ringraziarla per l’attenzione che ha voluto dedicarmi.

+2
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@VII
1) preferisco non approfondire le questioni giudiziarie perchè sono problematiche tecniche legate a codici leggi decreti ecc. pertanto non essendo ne avvocato ne magistrato potrei espormi ad inesattezze e in questo campo ci vuole poco per infangare e diffamare una persona innocente … come troppo spesso negli ultimi tempi avviene in Italia. Non capisco il nesso ma confermo che furto e omicidio non hanno lo stesso peso (Lapalisse);

2) ieri hai citato V. De Luca, persona stimabilissima (che ho personalmente conosciuto),…. tuttavia per la sua attività amministrativa è stato varie volte denunciato ed indagato e quindi secondo te, per il "principio di elementare prudenza" cosa avrebbe dovuto fare? ritirarsi dalla vita politica in attesa dei tempi biblici della giustizia italiana o, come ha giustamente fatto, continuare il suo eccellente lavoro di amministratore della cosa pubblica?

3) sto ancora aspettando l’editoriale di travaglio su dipietro e sui suoi amici giustizialisti dell’IDV … quando vuoi ti sparo l’elenco di strani personaggi dell’IDV indagati e inquisiti mai sfiorati dal "vetriolo travagliato". A proposito di travaglio…sempre ieri hai citato l’intenzione di V.De Luca di rinunciare alla prescrizione … siamo in attesa che travaglio faccia altrettanto con la sua prescrizione….;

4) la sobrietà è una caratteristica intrinseca della persona… tuttavia ci può essere l’indagato "sobrio" che, poichè sa perfettamente che la sua vicenda non avrà risonanza sui media di regime se ne sta furbescamente tranquillo in attesa che si plachino le acque…. oppure ci puo’ essere l’indagato "estroverso" che si agita per strillare la propria innocenza ben sapendo che avrà scarsa risonanza mediatica (i nomi mettili tu);

5)un quotidiano deve dare notizie, giusto…. il F.Q. e mister t. utilizzano ad arte quasi esclusivamente le veline delle procure sempre stranamente a loro disposizione…..e allora non puo’ venire il lontano sospetto che determinate veline vengano artatamente fatte uscire per colpire ed infangare il nemico ed altre nascoste per non colpire l’amico?

altrettanto grazie per l’attenzione….

-4
+ -
#
ROBERTO oltre 7 anni fa

Monti hadetto che la sua missione e finita? era ora dopo che ci ha messo all’asciutto su tutto ci a rovinato piu’ di berlusconi e meglio che non si faccia vedere in giro altrimenti prende legnate da tutti.

-2
+ -
#
Utente Jacopo80 Jacopo80 oltre 7 anni fa

devo dire la verità a me facci sta simpatico….ennesima figura di merd@ di alf-ano su la7 …prima in ordine cicchitto , formigoni e lombardo.

+2
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ woodstock.

1) Come fa a farsi un’opinione se non cerca di capire come stanno le cose ? Le assicuro che le motivazioni di una sentenza sono comprensibili a CHIUNQUE (provi a leggere l’ultima di cassazione su dell’utri, non è tanta roba). Ci sono poi EVIDENZE in taluni processi che parlano da sè, ignorarle vuol dire NON VOLER VEDERE. Il nesso tra omicidio e furto credevo di averlo spiegato nel mio post precedente: (I problemi giudiziari.
VENDOLA andrà… Mi dica Lei quale dei due comportamenti riterrebbe più deprecabile.)
mi sembrava un concetto piuttosto chiaro;

2) Sì, un buon amministratore se oggetto di avviso di garanzia DEVE dimettersi: le sembrerà strano ma in tutte le democrazie occidentali funziona così. Forse perchè lì si votano sì persone ma soprattutto idee e programmi: per un de luca dimissionario ce ne sono altri 100 in grado di portare avanti lo stesso programma e le stesse idee. Dimettersi da sindaco non vuol dire non poter più contribuire alla politica del partito con buone idee ! Inoltre tenga presente che non tutte le cause hanno tempi biblici: spesso e volentieri l’archiviazione arriva dopo qualche mese. Se vi è un rinvio a giudizio (decretato da un giudice terzo, non dal pm), la cosa è più seria ed a maggior ragione il partito deve prendere le distanze dall’individuo, che ovviamente rimane innocente sino alla prova del contrario, ma INADATTO a ricoprire incarichi dirigenziali. ATTENZIONE: la PRESCRIZIONE è GRAVE pregiudiziale; chi è prescritto non può e non DEVE fare politica attiva !

3) Tutte le inchieste giudiziarie di di pietro sono state raccontate dal f.q. ma l’atteggiamento di di pietro non è MAI stato evasivo nei confronti della magistratura, si è sempre messo a disposizione della stessa, chiarendo la propria posizione e venendone fuori SEMPRE con PIENE ASSOLUZIONI. Cosa si dovrebbe criticare in ciò ? Alcuni atteggiamenti SCORRETTI sono stati anche criticati da travaglio nei propri editoriali (prestiti e mercedes), oltre quello la selezione della classe dirigente (razzi e scilipoti), l’aver sostetuno de luca (all’epoca indagato) alle regionali ed altro. Cos’altro vorrebbe scrivere di di pietro, la foto con contrada ?

N.B. A questa vorrei che mi rispondesse: sa quale sarebbe la condanna (dovuta ad un "incidente" giornalistico non ad un omicidio o ad un furto) per travaglio se rinunciasse a quella prescrizione ?

4) La sobrietà e la serietà non possono e non devono essere un optional per chi ricopre cariche pubbliche: ne va dell’immagine del nostro paese. Inoltre il rispetto delle istituzioni, magistratura in primis, è SACRO ! Nelle democrazie mature NESSUNO può ritenersi al di sopra della legge !

5)No il sospetto è ASSOLUTAMENTE INFONDATO ! La gran parte delle notizie giudiziare che pubblica il f.q. deriva da atti pubblici (quali ad esempio intercettazioni DEPOSITATE agli atti, a disposizione delle parti). Qualche cronista talvolta (ad es. massari, indagine di Trani) è riuscito ad ottenere una fuga di notizie (non si può dire però se ad opera di magistrati o altro personale), per questo è stato indagato e processato come un comune cittadino e non ho sentito nessuno che strillasse al complotto ! Fa parte del giornalismo. Vuole che le faccia l’elenco delle fughe di notizioe pubblicate dal giornale ? Come ha ottenuto b i nastri delle intercettazioni fassino-d’alema-consorte ? Un piccolo dettaglio: se da una parte parliamo di un giornalista che cerca notizie, dunque fa il suo mestiere, dall’altra c’è un Presidente del Consiglio: normale ?

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@VII
….vabbeh arrampicata sugli specchi con continue scivolate…..
ma sulla prescrizione di travaglio ne parliamo…..eccome….
innanzitutto ricordiamo a chi non sa o fa finta di non sapere chi è davvero travaglio… il pluricondannato (evito di postare la sfilza di condanne altrimenti occupo tutta la pagina….) nonché infangatore seriale è stato condannato per diffamazione… cioè non proprio una cosa di poco conto per un giornalista… una sentenza già in secondo grado stabiliva perfino in tribunale una cosa che è evidente a tutti e cioè che marco travaglio è un grande raccontaballe… nulla di grave, per carità, anche se si fosse arrivati ad una condanna definitiva perchè queste cose a certi livelli possono capitare…. a lui più che ad altri….. ma possono capitare…… ma la cosa davvero comica è che il grande “immoralista” è stato “graziato” dalla prescrizione, ovvero proprio da quel vergognoso mostro giuridico che esperti di diritto come lui e come di pietro indicano come la scorciatoia per l’impunità….
i fatti, come dice lui stesso, sono questi….. già condannato per diffamazione in primo e secondo grado di giudizio, deve ringraziare il presidente di sezione della corte d’appello di roma, dottor maisto, che ha impiegato troppo tempo per depositare le motivazioni della sentenza facendo cosi’ scivolare il reato nella prescrizione… del resto come si può sindacare l’operato del dott.maisto ….. lui ci ha pensato a lungo…. ma così a a lungo …. che pensa e ripensa il reato è caduto in prescrizione. Il processo, d’altronde, era di quelli che a un magistrato scrupoloso tolgono il sonno e impongono riflessioni…… il commento dell’”immoralista” travaglio? …. «Che posso farci? Succede. Capita nelle migliori famiglie!».
ben fatto. la giustizia lampo esiste solo per qualcuno, per gli altri può aspettare……
P.S. da quel momento il caro marco non ha più proferito la parola “prescrizione” …. chissà perchè…

-2
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ woodstock.

Se fa delle affermazioni deve essere capace di sostenerle argomentandole: dove sarebbero le arrampicate e le continue scivolate ?

Non ha risposto alla mia domanda (ma non è obbligato a farlo, solo questione di cortesia): quale sarebbe stata la pena per travaglio se fosse stata confermata la sentenza di secondo grado ?

Diffamare a mezzo stampa è grave ma a volte nel giornalismo succede e non per questo il giornalista non è capace o è un pallista: l’importante è che non sia fatto in malafede. Sa quante cause ha vinto di pietro contro il giornale del boss (a proposito di malafede) ?

+3
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@VII
diffamare in buonafede? hahahahahahha ma vi rendete conto di quello che scrivete? ti aggrappi alla quantificazione della pena…. ma del principio non ti interessa…
Travaglio è un diffamatore salvato dalla prescrizione, quella stessa prescrizione contro la quale si è scagliato un sacco di volte… ma dalla quale si è guardato bene dal rinunciare nonostante la legge glielo consenta … esattamente come ha fatto il cavaliere…
visto che ti appassioni di sentenze leggiti le motivazioni della sentenza d’appello di marcolino, per quanto giunte fuori tempo massimo, dubbi non ne restano: la condanna è stata confermata a tutti gli effetti e spiega come Travaglio abbia manipolato un fatto e abbia scritto il falso, per giunta con dolo.
un galantuomo (come direbbe travaglio…) non rischierebbe di essere confuso con un Berlusconi o un D’Alema o un Andreotti, se si reputa innocente rinuncerebbe alla prescrizione… qualsiasi sia la pena … 1 multa o 10 anni di carcere… in questi casi conta il principio. Perché lui non lo fa?

P.S. sai quante volte è stato condannato travaglio per il suo "diffamare in buona fede"?

-4
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ woodstock.

Anche questa volta dribla le mie domande ma fa niente, io continuerò a rispondere alle sue.

Un giornalista può come tutti sbagliare in buona fede: se è convinto della fonte e della notizia la pubblica. Se in qualche modo poi la notizia si rivela parziale o non completamente esatta, è giusto che paghi, fermo restando che tra galantuomini dovrebbe essere concessa la possibilità di rettifica con pari rilievo (cosa che naturalmente, nella circostanza che lei cita, previti non ha concesso a t !). Se t. fosse stato condannato, gli sarebbe stata comminata la "dura" pena a 1.000 € di multa, dunque rinunciare alla prescrizione sarebbe stata una vaccata propagandistica. Le sfugge poi completamente il concetto di rinuncia della prescrizione espresso da travaglio (che condivido in pieno) che si riferisce a chi deve ricoprire incarichi pubblici non a chi deve esprimere la propria opinione su un giornale. Se travaglio è un "cazzaro" evito di "comprarlo", se il Presidente del Consiglio è un poco di buono che si fa ? Un privato cittadino con la prescrizione faccia pure ciò che vuole, un politico deve essere SEMPRE al di sopra di ogni sospetto, dunque DEVE rinunciare alla prescrizione. Spero di essere stato chiaro. Per completezza sul caso in oggetto le faccio rispondere direttamente da travaglio :http://www.voglioscendere.go.ilcannocchiale.it.ilcannocchiale.it/2010/01/09/marco_travaglio_risponde_su_al.html.

In fine, travaglio è stato condannato definitivamente per diffamazione meno di una decina di volte in sede CIVILE, MAI in sede penale (salvo prescrizione). E’ significativa la sentenza sul caso SCHIFANI: t è stato condannato per un aggettivo (lombrico) ma la sostanza delle sue dichiarazione era che schifani era stato in società con ceffi successivamente condannati (definitivamente) per mafia: pare poco ? Per Lei è normale che la seconda carica dello stato abbia avuto stretti rapporti lavorativi con mafiosi ? Se queste sono le condanne di travaglio ONORE AL MERITO !

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@VII
è davvero esilarante la continua l’arrampicata sugli specchi per l’impossibile difesa dell’"inventore di favole" …. allora 1 minuto di attenzione e facciamo un ragionamento… esiste un codice etico che per un giornalista dovrebbe essere sacro ovvero dire la verità… lui ha fatto di peggio… molto peggio…ha deliberatamente manipolato dei documenti e dei verbali in un suo articolo onde stravolgerne il senso e poter calunniare e per questo ….attenzione attenzione … per questa deliberata manipolazione è stato condannato!!:

in primo grado con la seguente sentenza:
«La circostanza relativa alla presenza dell’omissis in un contesto di affari illeciti è stata inserita nell’articolo mediante un accostamento indubbiamente insinuante… è evidente che l’omissione del contenuto integrale della frase di omissis, riportata solo parzialmente nell’articolo, ne ha stravolto il significato. Travaglio ha fornito una distorta rappresentazione del fatto… al precipuo scopo di insinuare sospetti sull’effettivo ruolo svolto da omissis». «Le modalità di confezionamento dell’articolo risultano sintomatiche della sussistenza, in capo all’autore, di una precisa consapevolezza dell’attitudine offensiva della condotta e della sua concreta idoneità lesiva della reputazione» (motivazioni della sentenza di condanna di primo grado).

in secondo grado con la seguente sentenza:
«La sentenza impugnata deve essere confermata nel merito in quanto ottimamente motivata, con piena aderenza alle risultanze processuali… con giuste e corrette considerazioni in diritto; il tutto da intendersi qui riportato, senza inutili ripetizioni, come parte integrante della presente motivazione. È appena il caso di ribadire la portata diffamatoria nei confronti dell’omissis… Bastava omettere la frase “in quell’occasione presso lo studio dell’avv. omissis era presente anche omissis” per evitare qualunque diffamazione, senza togliere alcunché alla notizia… Proprio l’averlo inutilmente nominato, e l’aver totalmente omesso la specifica precisazione circa l’assenza fatta dal teste, è prova del dolo da parte del Travaglio» (motivazioni della sentenza di condanna del giudice d’Appello).
….ALLA FACCIA DELLA BUONAFEDE!!!!

e ora la parte piu’ divertente… il presidente di sezione della corte d’appello di Roma, dottor maisto,per depositare la motivazione non ha impiegato i consueti sessanta giorni… ha impiegato un anno, dall’8 gennaio 2010 al 4 gennaio 2011….il processo, d’altronde, era di quelli che a un magistrato scrupoloso tolgono il sonno e impongono riflessioni (2 paginette 2!!)…… e così il reato è caduto in prescrizione….

ovviamente dal moralista travaglio secondo cui: "una prescrizione non equivale a un’assoluzione bensì a una condanna" … "un innocente che si reputasse tale dovrebbe rinunciare alla prescrizione" … "bisognerebbe abolire le corti d’Appello"… con la premessa di queste belle frasi uno si aspetta che si avvalga dell’ex articolo 157 del codice penale (la prescrizione è sempre espressamente rinunciabile dall‘imputato) … e invece il furbetto col cazzo che ci ha rinunciato!!

Travaglio è un diffamatore prescritto, non ha titoli morali per fare il moralizzatore su chiunque. Rinunci alla prescrizione si faccia processare e dimostri la propria innocenza… se gli è possibile… e poi, eventualmente, ne riparliamo!
ONORE AL DEMERITO E ALLA MALAFEDE!

P.S. hai ragione… è davvero interessante e utile entrare nel merito delle sentenze….soprattutto in quelle di travaglio (ne avrà una decina) c’è da divertirsi…

-2
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

Tutta questa tiritera anti travaglio, più o meno vera (nonmenefreganiente)è solo motivata per denigrarlo e per mettere in dubbio tutti suoi libri su berlusconi e sugli altri corrotti.
Peccato che però il Cav. non lo ha mai querelato e che i suoi libri sono regolarmente in commercio. Certamente salvati dai giudici comunisti dirà prontamente Woodstock. Ma se Travaglio è un uomo chiaramente e notoriamente di destra, come si spiega questo pseudo atteggiamento condiscente dei giudici teoricamente rossi?

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

Ancora per WOODSTOCK
Tutti i giornalisti di un certo tipo rischiano procedimenti giudiziari per la loro attività.
Franco Bechis di Libero li ha definiti "i rischi del mestiere"
Questo è il curriculum giudiziario di Belpietro tanto per fare un esempio. Ma tutti i giornalisti ne hanno uno.
"Belpietro è stato condannato in primo grado per diffamazione dal Tribunale di Desio, per affermazioni relative al caso di Piergiorgio Welby, avendo paragonato il medico Mario Riccio ai «boia aguzzini che eseguono le sentenze capitali negli USA».

Nell’ottobre 2009 è indagato dalla Procura della Repubblica di Roma per vilipendio al Capo dello Stato per un articolo su Libero del 20 settembre 2009.

Nell’aprile 2010 è stato condannato in via definitiva dalla Corte di Cassazione per diffamazione nei confronti dei magistrati Giancarlo Caselli e Guido Lo Forte, per un articolo del 2004, quando era direttore de Il Giornale.

Nel luglio 2011 la Procura di Milano lo ha iscritto nel registro degli indagati per vilipendio al Capo dello Stato a causa del titolo, apparso su Libero, Assedio ai papponi di stato e per via di una vignetta correlata in cui è rappresentato, tra gli altri, Giorgio Napolitano mentre impugna coltello e forchetta con l’evidente intenzione di cibarsi di una pizza a forma di Italia"
Attaccarsi a questi fatti per denigrare un giornalista è semplicemente sleale.

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

ecco con la minchiata del giorno "travaglio di destra" possiamo andare a letto… grazie sergione (hahahahahahaha)

-2
+ -
#
Utente Jacopo80 Jacopo80 oltre 7 anni fa

vai a c.gare …..travaglio e’ un liberale di destra non un paraculo berlusconiano come te…ma hai una vita? sei tutto il giorno a scrivete str@nzate …ma come non vai sul fazioso….minkia ma tu sei idiota forte ..la tua malafede fa davvero schifo….grazie imbecille senza le tue perle come faremmo….

+1
+ -
#
Utente mauro mauro oltre 7 anni fa

@ Sergione e VII
ma vi state rendendo conto che dialogate con uno squilibrato mentale di nome stock84?
Quello è scemo al naturale, non lo fa apposta.
Viene dalla cultura del fazioso lo smerdoso, un vero cazzaro che non ha niente da fare tutto il giorno.
Una larva lobotomizzata.

+2
+ -
#
Utente mauro mauro oltre 7 anni fa

@ Jacopo
ma la sorella del minkione woodstock, non potresti farcela conoscere anche a me e a Coco?
sai, prima che vada sotto le sgrinfie dell’innominato di Hardcore, è meglio far girare la patonza come dicono quegli sguatteri dei fascisti leccapiedi. ahahahah.
Non te la prendere sfigato di stock84, sei solo una nullità, un parassita…..

+2
+ -
#
Utente Coco Coco oltre 7 anni fa
X mauro e Jacopo ma la sorella del minkione stock84 è bona? Jacopo ricordati che la patonza deve girare…ahahahahahahaha +1
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ woodstock

"Tutto questo per dire che il nostro mestiere è piuttosto rischioso, e fra i rischi del mestiere contempla le condanne per diffamazione, in assenza di una legge chiara che contempli la rettifica come esimente del reato di diffamazione (se Previti, anziché querelare, avesse mandato una lettera di rettifica, ovviamente l’avremmo pubblicata sull’Espresso). Tutto questo per dire che il fatto che io non abbia mai riportato, in 26 anni di carriera nei quali ho scritto circa 20 mila articoli e una trentina di libri e ho subìto oltre 200 denunce penali e civili, nessuna condanna penale definitiva per diffamazione, è non solo la prova che ho sempre cercato di verificare l’esattezza delle notizie, ma anche di una notevole fortuna: può sempre capitare che i giudici non capiscano, o capiscano male, o che interpretino soggettivamente un articolo in maniera distorta, salvi naturalmente i casi in cui il giornalista sbaglia, il che capita e di frequente. Io quando ho sbagliato l’ho sempre fatto in buona fede e, appena me ne sono accorto, ho rettificato prim’ancora che qualcuno mi chiedesse di farlo. Per questo mi incazzo, come ho fatto in questi giorni, quando qualcuno mi dà del manipolatore. Per la semplice ragione che so di non esserlo. Non ho mai replicato alle critiche, nemmeno alle più aspre e insultanti, che costellano i commenti di questo blog. Replico invece a chi mette in dubbio la mia onestà intellettuale e la mia buona fede, che sono l’unico patrimonio di cui dispongo."

Marco Travaglio.

Il link l’ho postato più sopra.

Ma veniamo a noi: "davvero esilarante la continua l’arrampicata sugli specchi per…": sono contento che si diverta, il riso fa buon sangue ma soprattutto mi fa piacere che abbia cambiato idea a proposito dei tecnicismi giuridici: tanto per cambiare però vada a leggersi qualche sentenza sulle prescrizioni di b e del prorio entourage, poi se vuole ne riparliamo !

So che le farà venire un’emicrania ma legga l’articolo "incriminato": "http://politica.excite.it/patto-scellerato-tra-mafia-e-forza-italia-di-marco-travaglio-N36520.html", scoprirà che previti viene nominato in maniera marginale, il resto dell’articolo, come la gran parte degli articoli di travaglio, non è stato censurato dai magistrati. Interessante ? Secondo me sì perchè come ripeto, se uno vuol fare politica e gestire la cosa pubblica (travaglio di pubblico non gestisce una beneamata minkia!) DEVE essere assolutamente trasparente e fugare OGNI dubbio circa determinati comportamenti o frequentazioni a dir poco "discutibili".

Le avevo chiesto poi di postare i link dai quali trae le citazioni, dove sono ? Le sentenze vanno lette tutte, non la parte che le CONVIENE !

Per il resto continua al solito a non rispondere alle mie domande ma come dicevo fa nulla, io continuerò a RISPONDERE alle sue (e devo dire che non faccio grande fatica, altro che arrampicate sugli specchi!).

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

Non vorrei che mai che l’utente woodstock potesse pensare che mi sono dimenticato di lui. Aspetto qui.

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@7

1)domanda a 7:
perche travaglio non ha rinunciato alla prescrizione?
2)Risposta di 7:
"il nostro mestiere è rischioso bla bla bla….200 libri e 20.000 articoli blablabla 26 anni di carriera ….. 20 mila articoli e una trentina di libri …. 200 denunce penali e civili, blablabla una notevole fortuna: ….il giornalista sbaglia, …..blablabla. se ho sbagliato l’ho sempre fatto in buona fede blablabla"

(… mestiere rischioso … articoli … libri … boooohhh … forse 7 non ha capito la domanda!?! … riprovo …)

1) aridomanda:
si ma … mi scusi mister 7 … si può sapere perché travaglio non ha rinunciato alla prescrizione?
2)Risposta:
“vada a leggersi qualche sentenza sulle prescrizioni di b. e del proprio entourage, poi se vuole ne riparliamo”

(e che c’azzecca? … vabbeh mi leggo le sentenze di mister b. … forse si parla anche di mister t. …. e no … non c’è nulla su mister t. … ufff … ci riprovo a domandarglielo … ma è l’ultima volta …)

1)ariridomanda a mister 7:
ooooo … ma si può sapere perche cazzo travaglio non ha rinunciato alla prescrizione se era innocente????
2) Risposta:
“So che le farà venire un’emicrania blablabla legga l’articolo incriminato blablabla come la gran parte degli articoli blabla, non è stato censurato dai magistrati … travaglio di pubblico non gestisce una beneamata minkia (sarà ma i suoi affari li gestisce benissimo…!) blablabla".

(…sono sconvolto!!!…e poi … il gran finale di mister 7 …)

"Per il resto continua al solito a non rispondere alle mie domande ma come dicevo fa nulla, io continuerò a RISPONDERE alle sue (!)" …

hahahahahahha
E che posso dire … ci rinunciooooo!!!!
per carità finiamola qua … mi arrendo … hai ragione … te la do vinta!!!!
hahahahahahah

-3
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ woodstock

La trovo piuttosto puerile: quì non si vince e non si perde nulla, ci si CONFRONTA su FATTI (possibilmente circostanziati) ed OPINIONI.

Credo (ma potrei sbagliare) di aver risposto PUNTO X PUNTO alle sue domande, ribadisco senza grande difficolta. A sua domanda: "un galantuomo (come direbbe travaglio…) non rischierebbe di essere confuso con un Berlusconi o un D’Alema o un Andreotti, se si reputa innocente rinuncerebbe alla prescrizione… qualsiasi sia la pena … 1 multa o 10 anni di carcere… in questi casi conta il principio. Perché lui non lo fa?" (http://www.funize.com/Il_Fatto_Quotidiano/2012/7/26#comment-95883), RISPONDO (credo) con il mio immediatamente successivo (http://www.funize.com/Il_Fatto_Quotidiano/2012/7/26#comment-95899): "Se t. fosse stato condannato, gli sarebbe stata comminata la "dura" pena a 1.000 € di multa, dunque rinunciare alla prescrizione sarebbe stata una vaccata propagandistica." Ho anche scritto con la massima tranquillità, che travaglio è stato condannato per diffamazione IN SEDE CIVILE una decina di volte (credo 7-8), non sono abituato a negare la REALTA’ o ad evitare il confronto come spesso fa LEI ! Non ho inoltre nessuna difficoltà ad essere più chiaro: se travaglio avesse rinunciato alla prescrizione con ogni probabilità (non si può dire con certezza), SAREBBE STATO CONDANNATO per il reato di DIFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA, come scrivevo più sopra però sarebbe stato un atto insignificante. Pagare 1000 euro di multa e prendere una condanna (penale) in 26 anni di carriera vissuta sul filo del rasoio a fare le pulci ai potenti, NON E’ UN DEMERITO (il caso schifani-lombrico è emblematico, l’ho citato volutamente !). Diversamente cosa si dovrebbe dire di FELTRI che ha coniato un nuovo tipo di "giornalismo" con l’ormai famigerato "metodo boffo" ? (straquadanio dixit).

Singolare poi come riesca ad approfondire i problemi giudiziari di un giornalista e si disinteressi (pare) di chi deve gestire i suoi soldi ! Come scrive gomez infatti:

"Il principio di elementare prudenza che,
nelle democrazie mature, spinge partiti e
istituzioni a escludere dalla vita pubblica chi
non è in grado di chiarire le sue frequen-
tazioni o giustificare le proprie ingenti spe-
se…"

Travaglio (e gomez) non hanno MAI sostenuto che un privato cittadino o un giornalista dovessero rinunciare alla prescrizione (dunque t è coerente con ciò che afferma), sostengono bensì (e mi sentirei di condividere) che chi deve ricoprire incarichi pubblici non possa e non debba avere nessun tipo di ombra o di zona grigia nell’ambito della propria vita. Una prescrizione (che lascia il DUBBIO circa la colpevolezza)è senz’altro inaccettabile da parte di chi vuole gestire la cosa pubblica, specie se si tratta di reati fiscali, patrimoniali o peggio. Devo dire però che se un politico fosse prescritto per diffamazione una volta in 26 anni, la cosa non avrebbe per me alcun rilievo, soprattutto se poi si scusasse ed ammettesse l’errore come in qualche modo fa travaglio quì: http://www.voglioscendere.go.ilcannocchiale.it.ilcannocchiale.it/2010/01/09/marco_travaglio_risponde_su_al.html.

+2
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ woodstock

Se volesse potrebbe anche rispondere alle mie precedenti:

1) A livello di accusa quale le parrebbe più grave, quella di vendola (ed errani (abuso d’ufficio)) o quella fi formigoni (corruzione aggravata) ?

2) Quando leggeremo di qualcuno del pdl rimosso dall’incarico per comportamenti scorretti o frequentazioni sconvenienti (mafiosi o faccendieri di dubbia moralità) e non per reati ACCERTATI (ma spesso non vengono rimossi neanche quelli) ? (Non mi citi il caso scajola, uno che non sa di comprare la casa con i soldi di qualcun’altro è semplicemete ridicolo ed andrebbe espulso dal partito, non semplicemente rimosso dal ruolo di ministro. Andrebbero inoltre analizzate le responsabilità politiche di chi l’ha voluto ministro.)

3)Quando vedremo 100 prime consecutive di libero o del giornale (stile casa di Montecarlo o telekom-serbia) sui processi di b o dei suoi sodali (vedi formigoni )? Notare che la casa di montecarlo valeva qualche centinaia di migliaia di euro (di patrimonio privato di AN) contro i milioni passati dai conti di daccò a quelli di formigoni (che a sua volta gli passava appalti milionari nel settore sanità, dunque SOLDI PUBBLICI) per le "vacanze di gruppo" (senza alcuna ricevuta).

4)Sa quante cause ha vinto di pietro contro "il giornale" del boss (a proposito di malafede) ?

5) Se travaglio è un "cazzaro" evito di "comprarlo", se il Presidente del Consiglio è un poco di buono che si fa ?

6) Per Lei è normale che la seconda carica dello stato abbia avuto stretti rapporti lavorativi con mafiosi ?

Queste le domande fin’ora da LEI abilmente (?) DRIBLATE. Aggiungerei:

7) Se travaglio che dichiara che in germania avrebbe votato merkel non è di destra, in quale area politica lo collocherebbe ?

8) Indro Montanelli, edito da b fino alla propria discesa in campo, sparava a zero dal suo quotidiano "La Voce" contro il suo ex editore: di sx anche lui ?

Gradirei risposte chiare punto per punto così come ho sempre fatto io alle sue domande. Ovviamente se ne è in grado e se trova materiale da copiare ed incollare sul blog del "fazioso".

+2
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

Aggiungo, per il superficiale Woodstock, altre domande in coda a quelle di VII.
Travaglio è fortemente filoisraeliano.Questo fa di lui un comunista?
Travaglio è, eccessivamente a parer mio, neoliberista. Anche questo fa di lui un comunista?
La verità è "caro woodstock" che sei fortemente permeato dall’insulsa e menzognera equazione:
antiberlusconiano=comunista

+3
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

Per completezza, quì travaglio elenca e spiega tutte le sue condanne civili: http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/13/e-io-pago/144684/ nella speranza che l’utente WOODSTOCK voglia prendere atto che alle volte si sbaglia in buona fede e si perde una causa. Non so se la stessa cosa si possa dire di altri gironalisti a lui più congeniali.

+1
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

X VII
Lodevole la tua ricerca, ma il Woodstock si aggrappa ciecamente solo alla sua bibbia d riferimento( il Giornale). Sicuramente non avrà mai letto un rigo di Travaglio, anzi gli farà orrore, ma questo non gli impedisce di sparare giudizi e cazzate faziose

+2
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

Egregio sergione,
Essere fazioso mi può stare anche bene, essere ciechi ed ottusi invece non riesco a capirlo, sfugge completamente alla mia comprensione, supposta ovviamente la buona fede di chi scrive.

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@7
ma come …io ti faccio 1 domandina semplice semplice… e tu mi posti il quizzone per essere assunti al Fango Quotidiano?…. cmq no problem risponderò punto a punto (come sempre!)…

prima però rispondo io al quesito perchè travaglio non ha rinunciato alla prescrizione visto che come al solito svicoli alla grande …. ("vaccata propagandistica" … ma dai è un insulto alla tua intelligenza)… lo sanno anche i sassi che t. non ha rinunciato alla prescrizione perchè sarebbe stato condannato e avrebbe macchiato la fedina penale perdendo la sua verginità… diciamo piuttosto che è stato “fortunato”… dopo i 2 giudici che lo hanno condannato … ne ha trovato uno "scrupoloso" e "riflessivo" che per depositare la motivazione non ha impiegato i consueti sessanta giorni…ma un anno … più “fortunato” di così….

1) Abuso d’ufficio + peculato + falso … tanto per essere precisi … cmq (ripeto quello già postato sopra…) per me sono tutti innocenti fino all’ultimo grado di giudizio … un avviso di garanzia per quanto mi riguarda non vuol dire colpevolezza per chiunque … che si chiami vendola o errani o formigoni o penati o tedesco … … lo so che a voi seguaci di mister t. basta un avviso per essere messi alla gogna ed essere considerati colpevoli … ma siamo ancora in democrazia e in uno stato di diritto … i giustizialisti devono pazientare per avere il loro “beneamato” stato di polizia … nell’attesa c’è posto in Guatemala…;

2) booh domanda incomprensibile… o meglio … mi sembra di capire che a destra sono brutti sporchi e cattivi e a sinistra sono tutti belli bravi e onesti … vabbeh … se lo dici tu …

3) anche questa proprio non l’ho capita … montecarlo … telekom serbia … soldi pubblici … formigoni già condannato … di tutto di più … … un consiglio … depurarsi dalla lettura del F.Q. per un paio di giorni … leggere qualcosa di più indipendente e meno schierato … riordinare le idee e … riformulare la domanda …

4) Che facciamo la gara? Quante ne ha vinte di pietro … e quante ne ha perse travaglio … e quanto ha pagato travaglio e … quante ne ha perse Belpietro? … Dai su … domande piu’ intelligenti … (e io sarei quello puerile);

5) evito di votarlo (lapalisse);

6) Il 18 giugno 2010 mister t. è stato condannato dal Tribunale di Torino – VII sezione civile – a risarcire il Presidente del Senato Renato Schifani per diffamazione … e mi risulta che ci siano altre querele in corso … ma stai tranquillo… solitamente i giudici con mister t. ci pensano bene prima di condannarlo …e ci ripensano…ci pensano…e ci ripensano…..ci pensano … e ci ripensano…..
Comunque non voglio eludere la domanda… come tutti sanno il sen. Schifani era un avvocato palermitano… cosa doveva fare? … avrebbe dovuto evitare di entrare in contatto e difendere presunti mafiosi?… un avvocato normalmente deve difendere i clienti colpevoli o innocenti che siano … che doveva fare….cambiare mestiere?
Piuttosto è normale che mister t. se ne vada in vacanza con un suo amico mafioso? (vero e condannato!)… Ovviamente che potrà dire il povero e “ignaro” mister t.? … qualcosa del tipo… “non lo sapevo” …(piu o meno come scajola)

7) mister t. sta nell’area dei furbacchioni … l’area di chi si fa bei soldini alla faccia dei boccaloni che gli comprano i libri …

8) montanelli è stato un anticomunista … i dissapori con B. furono dovuti soprattutto a motivi di vil denaro più che per motivi politici… come testimoniato dal vicedirettore Paolo Granzotto nel resoconto della seduta assembleare dell’8 gennaio 1994 alla quale partecipò l’editore B. (e come confermato dallo stesso Montanelli in un’intervista a Laura Laurenzi nel 2001)… e come non potè testimoniare travaglio che a quel tempo si dedicava al massimo alla pagina dei necrologi …

P.S.
Ora basta però … se tu e sergione avete problemi esistenziali e vi ponete tutte ste domande datevi un appuntamento ai giardinetti … fatevi le domande e datevi le risposte … e sarete felici e contenti …
buone vacanze!!!!

-4
+ -
#
Utente JaCoPo JaCoPo oltre 7 anni fa

soliti bananas che scrivono cose in malafede …ma vai a scrivere articoli sul fazioso un forum di mer…..oops non sei manco capace a scrivere e’ tutto un copia incolla ….

ad esempio per avere idee meno schierate bisogna andare sul fazioso vero ? minkia i sermoni dei berlusconiani sono davvero patetici…..e soprattutto le loro risposte sono nulle dopotutto hanno preso come esempio i vari gasparri, cicchitto, forminchioni gente squallida che si difende cambiando argomento.

Il 10 gennaio di quel 1994 Montanelli in una lettera aperta a Silvio Berlusconi scrisse:

« Ho creduto di metterti in guardia da quello che mi sembra un grosso azzardo [la discesa in campo]. A questa mia franchezza hai risposto venendo in assemblea di redazione a proporre un rilancio del Giornale purché adottasse una linea politica diversa per sostanza e per forma da quella seguita da me: e con questo hai sbarrato la strada ad ogni possibile intesa. »
(Federico Orlando, Il sabato andavamo ad Arcore, Edizioni Larus -1995, pag. 214.)

+2
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ woodstock

buone vacanze ? Come dire: "è inutile che provi a smentirmi, mi sono stufato e non ti risponderò più qualunque cazzata (e ne ha scritte molte) abbia scritto". Fantastico, ma quanti anni ha 12 ? Problemi esistenziali ? Ciccio, se l’uomo non si fosse fatto delle domande a quest’ora vivremmo nelle caverne (comincio a pensare che lei non dimori in un normale appartamento)!

"…lo sanno anche i sassi che t. non ha rinunciato alla prescrizione perchè sarebbe stato condannato e avrebbe macchiato la fedina penale perdendo la sua verginità…".

Provo a farle sommessamente notare che t. era già stato condannato più volte in sede civile per lo stesso reato: anche con la fedina pulita, la magistratura aveva già accertato le stesse cose. Nell’articolo che ho postato (e che lei evidentemente ignora) lo stesso travaglio ammette le proprie colpe. Non vedo che differenza avrebbe fatto una condanna in sede penale a meno di non voler fare l’equivalenza (è sicuramente questo l’intento bananas) "condannato x diffamazione=condannato x furto, omicidio etc.". In altri termini, travaglio EVIDENTEMENTE NON E’ PIU’ VERGINE GIA’ DA UN PO’ (tanto per usare un termine a lei caro). Quanto poi riportato a proposito del giudice di Cassazione, sono congetture e basse insinuazioni (da denuncia), come se il processo di travaglio fosse l’unico a cadere in prescrizione e la cosa accadesse solo a chi ha amici all’interno della magistratura. Glielo faccio dire da un pericoloso esponente delle br "ALFANO, OGNI GIORNO PRESCRITTI 466 PROCESSI" :http ://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=1&ved=0CFQQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.angelinoalfano.it%2Fagenzie-di-stampa%2F1193-alfano-ogni-giorno-prescritti-466-processi&ei=XvwYULeNFOOo4gT5q4CoCw&usg=AFQjCNEFNMg7XXfoqyTHa5IWC4iKn72JIw. Se lei avesse in qualche modo a che fare con la pubblica amministrazione (come sovente mi capita) saprebbe bene che i termini per l’espletamento delle pratiche di solito sono triplicati rispetto a quelli previsti (altro che 60 giorni), non mi sorprende dunque il ritardo di un magistrato (il quale magari aveva anche casi più seri di cui occuparsi che una multa da 1000 euro).
Aggiungerei inoltre (anche se lei farà finta di non capire) che se b non avesse fatto la legge cirielli, che dimezza i tempi di prescrizione, per salvarsi le chiappe da una decina di processi (NON PER DIFFAMAZIONE), travaglio (ma soprattutto fior fior di delinquenti) non l’avrebbe fatta franca. Ma cosa vuole, il poverino doveva pur difendersi dagli attacchi della magistratura rossa !

Tengo a precisare, in ultimo, che non ho nessun problema esistenziale, sono solo uno che tenta di farsi un’opinione. Passiamo alle "non risposte".

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ woodstock

Intanto non era il quizzone, semplicemente le domande che le ponevo da giorni (vada pure a rileggere se non ci crede) alle quali non rispondeva e, dato il livello delle risposte, francamente mi spiego il motivo dei suoi silenzi.

1)Torno a ripetere che sono tutti innocenti pure per me, difatti le ho chiesto: " A livello di accusa quale le parrebbe più grave" ? Volevo semplicemente farle capire (ma non ci riuscirò) che data la gravità delle accuse (DA PROVARE), supposta pure l’innocenza di tutti, il caso formigoni suscitava maggior rilievo da parte dei media, rispetto a quelli vendola ed errani. La domanda partiva da critiche che lei rivolgeva alla stampa, a proposito appunto del doppio peso dato alle due (tre) notizie.

2) Vediamo di essere più chiari (anche se era chiarissimo pure prima): se un politico di qualunque schieramento avesse dei comportamenti discutibili ACCERTATI, quand’anche essi non costituissero reati tipo: partecipare al matrimonio del rampollo di una famiglia mafiosa, accettare sontuosi regali da fornitori o concessionari pubblici, essere accreditati come referenti di camorristi, al netto degli accertamenti che la magistratura deve fare (CON I SUOI TEMPI) in merito, DEVE O NON DEVE dimettersi dagli incarichi ed essere sospeso dal partito ?

3) Anche questa è facile, ce la può fare ! Come mai belpietro e sallusti riescono a fare 100 prime pagine sulla casa di Montecarlo (della quale ce ne potrebbe fregà de meno) o su inchieste inventate (telekom-serbia) partendo dal presupposto di colpevolezza e malafede dei diretti interessati, facendo titoli a tutta pagina, per altro senza mai scusarsi quando alcune di quelle inchieste (telekom-serbia appunto) si rivelano enormi bufale e non usano lo stesso metodo con formigoni o con berlusconi ? Sa la cosa li farebbe parere un po’ meno parziali ed un po’ più credibili. Nota a calce: a differenza SUA io leggo di tutto per avere un panorama completo dell’informazione.

4) La domanda "stupida" era in risposta alla sua domanda intelligente "sai quante volte è stato condannato travaglio" ? Anche quì, io le ho risposto, lei no. Forse ignora che il giornale di b è stato più volte condannato per le proprie campagne fasulle (quelle sì fatte in malafede con l’intento di screditare prima il magistrato inquirente, poi l’avversario politico), appositamente organizzate con soldi e mezzi di b. Se travaglio è in malafede che dire di feltri e sallusti ?

5) In quel caso ha due possibilità: o vota l’opposizione o NON VOTA ! Non sarebbe più opportuno non candidare quella persona come succede in tutto il mondo civile ? (Lapalisse)

6) Non sa nemmeno di cosa sta parlando ! I mafiosi non erano difesi da schifani in qualità di suoi assistiti, erano soci con lui nella sicula brokers: http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20080507085235AAY9QCD. Questo non è il solo episodio di contatto tra schifani e mafia ma lascio a lei la facoltà di approfondire (ovviamente non lo farà!). Pippo ciuro non è MAI stato mafioso nè è mai stato condannato per mafia (favoreggiamento) ma soprattutto travaglio non è mai andato oltre la conoscenza "vacanziera", non ci ha fatto affari come schifani. Quì i dettagli se si vuol guardare dallo sparar cazzate la prossima volta: http://livesicilia.it/2010/10/28/ciuro-la-condanna-e-definitiva/.

7)Mr t fa il giornalista e lo scrittore: se vende significa che fa BENE il proprio lavoro, alla faccia di chi chiuderebbe oggi stesso se non succhiasse alla tetta dello stato (alla faccia dei liberali !). Si è sempre definito liberale ma se lei dice che è comunista è comunista ! Chi può saperlo meglio di lei che non è un boccalone, d’altra parte per anni ha votato l’artefice del nuovo "miracolo italiano": siamo in una botte di ferro !

8) Dunque neanche Montanelli era di dx (se lo dice lei!). L’editore per inciso non era silvio ma paolo, la legge non consentiva a silvio di essere ufficialmente editore del giornale (ha sempre fottuto le leggi), ma sorvoliamo. Montanelli rinunciò volentieri alla miseria che gli offriva b (per diventare un servo) per andare a fare soldoni, lasciando il giornale che aveva fondato (e che amava come un figlio) per andare a fondare un quotidiano, "La Voce" che si professava di dx ma sparava a palle incatenate contro b: immagini come vendeva ! D’altra parte cosa avrebbe potuto farci un riccone come Montanelli con una paga da fame tipo quella di feltri (+o- 750.000,00 €/anno). Per quanto riguarda travaglio, anche allora si occupava di giudiziaria (anche quì scrive stronzate): montanelli ne scriveva: " È un Grande Inquisitore, da far impallidire Wishinsky, il bieco strumento delle purghe di Stalin. Non uccide nessuno. Col coltello. Usa un’arma molto più raffinata e non perseguibile penalmente: l’archivio. Immaginate il dossier che un simile segugio può aver compilato su Berlusconi, che a pranzo ha completamente dimenticato ciò che ha detto a colazione ". Per ciò che attiene alla CACCIATA di montanelli dal giornale, glielo faccio raccontare dal diretto interessato: http://www.youtube.com/watch?v=1BoJtPp9oQY.Sicuramente però sarà stato in malafede: feltri ha sempre ragione e dice sempre la verità !

Le sono grato per le risposte, devo dire che a tratti ho riso di cuore, mi hanno rallegrato la giornata lavorativa.

+8
+ -
#
Utente Funize Funize oltre 7 anni fa

@VII
Un intervento educato, documentato e referenziato.
Che sia d’esempio.

Bravo VII.

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

Grazie Funize.

+0
+ -
#
Utente wolf wolf oltre 7 anni fa

azz VII:
Funize mi ha levato le parole dalla…….tastiera!!

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

Vedi VII, mentre apprezzo il tuo lodevole sforzo per documentare fatti e opinioni, sono anche convinto che certi personaggi non leggeranno mai i link che hai proposto, per la semplice ragione che non vogliono minare le loro convinzioni. La logica e la verità che stride con le loro idee vengono rifiutate a priori, senza nemmeno essere valutate.
E’ un classico!

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

Grazie anche a te wolf.

Vedi Sergione, io non riesco a smettere di credere nella buona fede di gente come woodstock, finchè accetteranno il dialogo, continuerò ad interloquirci portando avanti tranquillamente le mie idee, magari sbagliate (non mi ritengo il depositario della verità assoluta), e per qanto possibile, circostanziandole. Se mi si smentisce tanto meglio, avrò imparato qualcosa di nuovo ed avrò acquisito un nuovo punto di vista, ampliando i miei orizzonti culturali. Quello che non ho mai accettato è l’insulto, lo ritengo inutile e degradante soprattutto per chi le cose le sa e si abbassa invece al livello di chi non ha alcun argomento valido da portare a sostegno delle proprie tesi. Insultare ed aggredire chi dissente è una pratica tipicamente "bananas" (oltre che antidemocratica), noi DOBBIAMO dimostrarci diversi ma so che tu queste cose le condividi.

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@ funize
Benissimo mitico funize … sono perfettamente d’accordo … 7 è una persona educata colta e intelligente … non condivido neanche una virgola di quello che scrive … anzi dirò di più “Non condivido la sua idea, ma darei la vita perché lui la possa esprimere” … (grazie Voltaire) …

e poi caro funize devi sapere che 7 mi ha anche difeso … e si … guarda un po’ che scrive… è un grande…

Insultare ed aggredire chi dissente è una pratica tipicamente "bananas"

Bravissimo 7 … finalmente uno che gliene dice quattro a quei 3 brutti bananas che mi hanno "insultato ed aggredito" … guarda un po’ che mi hanno scritto sti bananas piu’ su nella pagina:

vai a c.gare – scrivete str@nzate – minkia ma tu sei idiota forte – la tua malafede fa davvero schifo- imbecille – squilibrato mentale – scemo al naturale – smerdoso – un vero cazzaro – larva lobotomizzata – sguatteri dei fascisti leccapiedi – sei solo una nullità – parassita …

Grazie 7 di averne dette 4 a sti bananas di cocco jaculo e mauro … eheheheheheh

-3
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa
X VII

Forse sono un maligno. Benchè rispetto le posizioni politiche di tutti, infatti non ho mai scritto una riga contro la sinistra o contro la destra, non ho lo stesso atteggiamento per chi vota o ha votato Berlusconi. Posso capire la buona fede di chi lo ha scelto nel ’94, ma poi il tempo ha fatto affiorare le carenze, i mezzucci e le vere motivazioni del personaggio.
Difenderlo ora è solo pura malafede, facendo propria la sempre menzognera propaganda, al solo fine di dare un alibi alla propria scelta.

+3
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@7
Dopo i complimenti veniamo ai deliri giustizialisti di mister 7 …
“prendere una condanna (penale) in 26 anni di carriera vissuta sul filo del rasoio a fare le pulci ai potenti, NON E’ UN DEMERITO” anzi “è un atto insignificante!” … ok va bene… … prendiamone atto …
quindi anche manipolare deliberatamente dei documenti e dei verbali onde stravolgerne il senso per poter calunniare qualcuno “NON E’ UN DEMERITO” … anzi …”è un atto insignificante” … ok…va tutto bene …
E ancora, come dice il giudice …“l’aver totalmente omesso la specifica precisazione circa l’assenza fatta dal teste, è prova del dolo da parte del Travaglio” “NON E’ UN DEMERITO!” “è un atto insignificante!”
Ma io direi ancora di più … è atto eroico!!! anzi… perche non proponiamo mister t. per una medaglia?

aooo … ma dove vivete? Poi sarei io il fazioso? Il cieco? L’ottuso? … forse nel tuo stato ideale potrebbe anche essere un NON DEMERITO e un “atto insignificante” fare simili porcate … nel mio Stato dove vige la democrazia e lo stato di diritto si chiama reato e chi lo commette è un delinquente. PUNTO.

ma proseguiamo … perché questa è davvero bella … anche se non è al primo posto tra le perle di 7(quelle del quizzone sembrano molto più divertenti)

mister 7 dice: “….saprebbe bene che i termini per l’espletamento delle pratiche di solito sono triplicati rispetto a quelli previsti (altro che 60 giorni),…”
Poi sarei io quello che non legge le sentenze… vero? a Cicciobello Leggi bene…. fino in fondo… penultimo rigo …quello che dice il giudice … giorni 60 per la motivazione

http://segugio.daonews.com/files/2011/02/5eee23cd4273ddfdeed6dfb88845a1c3.pdf

ma evidentemente 7 è più informato del dott.maisto …il quale non sapeva “che i termini per l’espletamento delle pratiche di solito sono triplicati rispetto a quelli previsti (altro che 60 giorni)…” …ti prego 7 informa urgentemente il dott.maisto … che ignorante! (il giudice ovviamente…non tu…)

“devo dire che a tratti ho riso di cuore, mi hanno rallegrato la giornata lavorativa”…. io sto ancora ridendo (lol)

P.S.
a domani per il quizzone … mo devo uscì…

-3
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

Già woodstock, pare proprio che non siamo d’accordo su nulla ma per me va bene (anzi meglio) ma su una consa convergiamo: chiunque deve poter esprimere civilmente ciò che pensa (ritengo la massima di Voltaire che cita, cosa fondamentale in democrazia) senza essere "linciato verbalmente" (o epistolarmente). Se scorre i miei scritti, noterà che ho fatto più volte appello agli utenti di cui fa menzione (unendomi anche ad altri quali lo stesso sergione1941 e dada 33 per citarne alcuni) e non solo, affinchè rinunciassero allo scherno ma come vede, Lei non è il solo che non convinco con i miei discorsi strampalati.

+1
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ woodstock
Deliri giustizialisti io ? Ma se ha marchiato travaglio come pericoloso criminale senza neanche una condanna definitiva ! Alla faccia del garantista!
La prego mi risponda domani: siamo ad agosto ed io sono ancora al lavoro. Un po’ di sano umorismo migliorerebbe la mia dura giornata. Buona serata.

+2
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

X WOODSTOCK
Manipolare i documenti? Ma se sono pubblici e facilmente rintracciabili in internet, come tu stesso hai dimostrato. Perchè ti abbandoni a queste facilonerie? Perchè Sallusti e Belpietro, tuoi mentori, nei numerosi talk show che si sono incontrati con Travaglio (scontrati) non gli hanno mai mosso quest’accusa?
Io non sono elegante come VII, pertanto ti invito a trascurare queste baggianate e chiacchere da bar, perpretate al solo fine di denigrare per cercare di assolvere quel poco di buono che è Berlusconi. Come hanno fatto anche con Saviano, peraltro.

+4
+ -
#
Utente JaCoPo JaCoPo oltre 7 anni fa

aggredito e insultato …ma povera stella…ci patisci allora..cosa vuoi woodcock i complimenti? hai finito nello spaccarci le palle con travaglio….sul fazioso tira brutta aria mica…mi pare che ti insultino pure li’….fai l’uomo non la femminuccia…quando la smetterai di scrivete in malafede?il fazioso nuoce gravemente alla salute lo dico per il tuo bene…ma alla tua donna se ce l’hai parli sempre di travaglio? poi si annoia e ti scarica….

+4
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@7

1.Ho fatto sommessamente notare che il risalto dato alla notizia del rinvio del governatore di dx (9 colonne 9) mi sembrava quantomeno sproporzionato rispetto alla notizia del rinvio dei 2 governatori di sx cui non era stato dato alcun rilievo (0 colonne 0).
E qui interviene 7 il “difensore d’ufficio” … secondo cui il presunto reato del governatore di dx (formigoni x corruzione aggravata) … è più grave … di quelli di sx (vendola x abuso d’ufficio + peculato + falso)(errani x aver dato un milione di soldi pubblici alla coop del fratello) … e questa presunta differenza di gravità secondo te giustifica il fatto per i governatori di sx sia stata completamente nascosta la notizia? … ci vogliamo prendere per i fondelli? … se è così allora va tutto bene … che dire … hai ragione ….. ti prego finiamola qua;

2.In un paese normale ti darei ampiamente ragione … in un paese normale i politici corrotti devono dimettersi dagli incarichi ed essere sospesi dal partito … un paese dove i magistrati non coltivano finalità eversive e partigiane ma svolgono una funzione silenziosa di applicazione delle regole … dove i magistrati non partecipano a congressi politici per accaparrarsi candidature e poltrone … dove i magistrati sono imparziali e non giudicano sulla base di appartenenze politiche … dove la stampa “indipendente” da’ lo stesso risalto ai politici corrotti qualunque sia la colorazione politica … dove la stampa “indipendente” non riceve sistematicamente in anteprima notizie coperte dal segreto istruttorio … questo paese normale purtroppo non è l’Italia.

3.Posso anche capire che non te ne frega della casa di Montecarlo … ma da quella vicenda tutto sommato divertente e che ha sputtanato un grande fesso che pensava di essere gran furbone, i giornali per un lungo periodo hanno raddoppiato le vendite … anche loro devono campare.
Invece per la questione telekom-serbia mi sa che hai proprio voglia di “suicidarti” … premetto che la fonte è wikipedia (abbastanza indipendente per te?)

http://it.wikipedia.org/wiki/Affare_Telekom_Serbia

innanzitutto la cosa divertente che risalta immediatamente è che la questione delle tangenti telekom-serbia è scoppiata per un’inchiesta di Repubblica (D’avanzo! Non Sallusti o Belpietro! … you know D’avanzo?!?) nel lontano 16 febbraio 2001 …

http://www.repubblica.it/online/mondo/serbiatangenti/serbiatangenti/serbiatangenti.html?ref=search

ma veniamo ai fatti … nel 1997 Telecom It. controllata al 61% dallo stato italiano, acquistava, governo Prodi in carica, una quota del 28% di Telekom Serbia (un bidone colossale) per la cifra assurda di 878 miliardi!! E non solo, con quella cifra andavamo praticamente a finanziare la Serbia un paese con cui eravamo in guerra! Che da lì a poco sarebbe stata bombardata dal successore di Prodi … un certo D’alema (noto “pacifista” …conosci?). Giustamente l’operazione fu aspramente criticata dal centrodestra e non solo!!! … Ma la cosa più grave è che questa stessa quota del 28%, anni dopo, è stata nuovamente ceduta al governo serbo del dopo Milosevic al prezzo di 300 miliardi, con una perdita secca di quasi 600 miliardi!!! A questo punto sorge spontanea la domanda … “ Dove sono finiti i 600 miliardi? Tangenti? Finanziamenti illeciti? Armi per il comunista Milosevic per invadere e violentare le popolazioni bosniache e kossovare? Secondo te non aveva il diritto dovere il Governo in carica (Mr.b.) di accertare i fatti? E lo ha fatto con una commissione di inchiesta che ha lavorato decisamente molto male (lo ammetto) … e non è riuscita a risalire ai colpevoli di questa sciagurata operazione finanziaria marca Prodi che è costata al contribuente italiano 600 miliardi di lire!!!
… e non mi stupisce che te la prendi con le uniche 2 testate che della vicenda ne hanno fatto una campagna giornalistica … evidentemente sarai abituato a giornali che nascondono le notizie scomode (vendola errani docet).

4.Polemica stucchevole …passo.

5.Continuo a non capire dove vuoi arrivare … se tra i vari candidati alla presidenza del consiglio ritengo ci sia un poco di buono non lo voto. Punto.

6. E qui mr.7 mi dice che “… Pippo ciuro non è MAI stato mafioso nè è mai stato condannato per mafia (favoreggiamento)“ come a dire … non c’è nulla di male che travaglio se ne vada in giro con il suo compagnetto di “vacanze” che secondo 7 “non è mafioso!” … il meschino è stato “solo” riconosciuto colpevole di accesso abusivo nella rete informatica della Procura, rivelazione di segreti delle indagini, favoreggiamento non aggravato dall’agevolazione di Cosa nostra …” nooooo … non è mica un mafioso!!!

http://livesicilia.it/2010/10/28/ciuro-la-condanna-e-definitiva/

…dai tranquillo 7 …non preoccuparti … hai solo preso un abbaglio … come direbbe mister t. “capita anche nelle migliori famiglie”.
…invece … il “cattivone” è un avvocato palermitano … che lavora a Palermo … che per il suo lavoro deve intrattenere rapporti con chiunque … delinquenti e persone per bene … e che per questo sia condannato e infangato!! Salvo poi essere condannato a sua volta dal Tribunale di Torino – VII sezione civile – a risarcire il Presidente del Senato Renato Schifani per diffamazione … e aspettiamo le altre querele in corso.

7.Mr.t. è un grande affarista (non ho mai detto che è un comunista!) … che deve la sua fortuna a Mr.b..

8.Ancora!! Allora è un vizio! … mai detto che Montanelli non era di destra! … Montanelli era anticomunista e come confermi anche tu …(“Montanelli rinunciò volentieri alla miseria che gli offriva b.”)… la polemica innescatasi con mr.b. fu dovuta soprattutto al vile denaro più che contrasti di natura politica …
eheheheh poi quando ti tocco mister t. ci innervosiamo!! Ok ok forse non faceva i necrologi (lol) in ogni caso non era nel direttivo del Giornale come lui vuol fare intendere … era poco più che un ragazzo di bottega.

+0
+ -
#
Utente mauro mauro oltre 7 anni fa

@ VII
è una guerra persa ragionare con i muli, perchè si interstardiscono ancora di più nel volere la ragione.

@ Stock84
Invece di fare figure di merda continue, Stock84, vai ad esprimerti al fazioso tra la gente sbandata che non sa più che pesci prendere per mantenere il partito-azienda e non fare la femminuccia che piange sempre, tipico dei bananas.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

X WWOODSTOCK
Sei un memzognero assoluto!
Sottolineo solo alcune tua falsissime affermazioni, data l’ora tarda.
Nessun giornale ha pubblicato in nove colone la notizia dell’avviso di garanzia a Formigoni.
Vendola è accusato solo di concorso in abuso d’ufficio.
I Magistrati che partecipano a congressi politici sono, numericamente, stati uno solo che, peraltro, dalle sue ultime scelte sembra non mirare a carriere politiche.
Se la commissione che hai citato, non è riuscita cavare un ragno dal buco, ci sarà una ragione? Forse non c’era il ragno nel buco? Chiaramente ora, per tuo comodità, non ha lavorato bene. Ma non erano tutti, o quasi tutti, berlusconiani i commissari?
Mi fermo qui, anche nella certezza che sei volutamente sordo alla verità e alla ragione palese.
E poi, piantala con questi puntini di sospensione.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

Dimenticavo un’altra tua falsità: in un altro blog hai definito Travaglio comunista. La tua ultima definizione per T. è il copia incolla di un articlodi Feltri. Una faciloneria colossale e una caduta di stile del Vittorio, quando ci sono le affermazioni note dello stesso Montanelli che affermano il contrario. Ma quando imparerai a ragionare con la testa tua?
Ma tanto sei di coccio!

+0
+ -
#
Utente JaCoPo JaCoPo oltre 7 anni fa

sergione vs woodcock 10-0
VII vs woodcock 10-0
rassegnati….non hai speranza….vivi di copia incolla…idee poche e confuse….ma dopotutto la tua faziosita’ e malafefe e: acclarata….

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@sergione
hahahahahahhahahaaha
che bello iniziare la giornata con una sana risata ….

"Nessun giornale ha pubblicato in nove colonne la notizia dell’avviso di garanzia a Formigoni"
…sei talmente rintronato che manco ti accorgi che il titolo su formigoni è proprio sulla pagina dove stai scrivendo (hahahahahahahahahahha)

"Vendola è accusato solo di concorso in abuso d’ufficio."
… clicca qui sotto … poi vai ai giardinetti e lascia stare i blog che non è cosa tua….

http://tv.ilfattoquotidiano.it/tag/avviso-di-garanzia/

P.S.
le altre 2 che avrei detto e fatto(travaglio comunista e copia/incolla feltri)potresti tranquillamente dimostrarle come ho fatto io con le tue caxxate… perchè non lo fai?

cmq senza scherzi sergione … alla tua età ci sono malattie che neanche ti accorgi di avere (alzhaimer, demenza senile,….) ti consiglio un buon check up …………

-1
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@jacopo
mmmmm… mah che fine ha fatto quello originale? quello con l’80…
è successo qualcosa? qualcuno ha notizie?
comincio a preoccuparmi….

+0
+ -
#
Utente wolf wolf oltre 7 anni fa

continuate a perder tempo,acqua e sapone.
a lavar la testa ai somari non ci si guadagna niente e ti possono pure scalciare.

+2
+ -
#
Utente Gufo Gufo oltre 7 anni fa

@ wolf

Bè ma alla fine il somaro ha la testa pulita: basta mettersi a lavarla di lato rispetto al somaro.

+0
+ -
#
Utente wolf wolf oltre 7 anni fa

@ Gofo
ci rimetti sempre,se non ti scalcia ti morde.(un somaro con la testa pulita è uguale a un somaro con la testa sporca…..non migliora)

+0
+ -
#
Utente BeppeStarnazza BeppeStarnazza oltre 7 anni fa

Mettiamo i puntini sulle i.

L’affare telekom Serbia venne fuori da una inchiesta di Repubblica del 2001.

Ma successivamente nel 2003 la dx cercò di strumentalizzare politicamente la vicenda con una commissione parlamentare che pendeva dalle labbra e dava credito, contro qualunque evidenza e logica , al pittoresco "faccendiere" svizzero Igor Marini (ex attore e stuntman, ex scaricatore al mercato ortofrutticolo, sedicente conte….).
NESSUN RISCONTRO fu mai trovato alle storie recitate dal burattino Marini (i cui controllori sono sempre rimasti nell’ombra) secondo cui furono pagate tangenti ad esponenti del centrosinistra e anche a cardinali.
Ma questo era solo un dettaglio per la macchina del fango bananas che viaggiava a pieno regime:
http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2011/11/29/foto/quelle_32_prime_pagine_della_campagna_patacca-25791428/1/#1

L’epilogo per il burattino Marini e per le altre marionette ascoltate dalla commissione di inchiesta parlamentare (che al termine dei "lavori" non presentò alcuna relazione finale) è stata una condanna (o la prescrizione) per false accuse:
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-11-10/igor-marini-condannato-dieci-153846.shtml?uuid=AaWAbRKE

Il consulente finanziario Igor Marini è stato condannato a 10 anni di reclusione, 15mila euro di multa per le sue dichiarazioni rese nel 2003, nell’ambito del caso Telekom-Serbia.

Le accuse contestate sono quelle di associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione di documentazione falsa e contraffatta e diversi episodi di calunnia.

In sede di requisitoria, lo scorso febbraio, i pm Giuseppe De Falco e Maria Francesca Loy, spiegarono che i politici tirati in ballo da Marini e gli altri, "furono travolti da dichiarazioni devastanti, di una gravità inaudita e prive di qualsiasi concreto fondamento". Inoltre "di quello scandalo fu fatto un grande uso politico perché quello che Marini andava sostenendo al pari di alcuni soggetti che trafficavano in titoli falsi da monetizzare è stato cavalcato per motivi mai chiariti dalla commissione parlamentare d’inchiesta".

"Le indagini da quanto emerso in dibattimento hanno sancito l’insussistenza di tangenti e, al contrario, l’esistenza di calunnie verbali e documentali". Secondo il magistrato, "non esiste alcun riscontro positivo alle tantissime dichiarazioni fatte da Igor Marini ai magistrati al punto che il caso Telekom Serbia puo considerarsi la madre di tutti i tentativi di denigrazione dell’avversario politico".

[Gli altri 9 imputati, tra cui Paoletti, Romanazzi e Volpe, rinviati a giudizio per calunnia aggravata con l’accusa di aver fabbricato delle prove false hanno beneficiato della prescrizione.]

P.S. giova ricordare che nel medesimo periodo 2002-2006 agiva un’altra commissione parlamentare, quella presieduta da Guzzanti, che dava credito ad un altro saltimbanco quale si rivelò l’avvocato Scaramella, secondo le cui mirabolanti storie Prodi era nientemeno che un "agente" finanziato (o comunque manipolato) da Mosca e dal KGB.
utile ricordare che anche questo ciarlatano è stato arrestato e ha patteggiato una condanna a 4 anni di carcere.

+1
+ -
#
Utente wolf wolf oltre 7 anni fa

Licio Gelli: “La strage di Bologna
fu causata da un mozzicone
di sigaretta”. Comunque sempre
Monopolio di Stato
( www. spinoza. it)

+1
+ -
#
Utente Gufo Gufo oltre 7 anni fa

@ Beppe

Ottima precisazione…sto ancora ridendo adesso per quella volta che ho sentito dire da Guzzanti che Prodi era una spia del kgb. Quando uno vuole strafare…

+1
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

@ WOODSTOCK
Un titolo a nove colonne ( teorico) va da un margine all’altro del giornale. Ti dai la zappa sui piedi da solo.
Il secondo avviso di garanzia ricevuto da Vendola è indiretto , trattasi di una diatriba amministrativa per una transazione da 45 milioni di euro tra la Regione Puglia e l’ospedale ecclesiastico Miulli di Acquaviva delle Fonti. Secondo il delegato dell’ospedale, la transazione non è mai stata eseguita.
Dunque il Presidente è coinvolto come massimo responsabile della regione, ma i soldi se li può aver rubati qualcuno all’insaputa di tutti, della regione e dell’ospedale.
Davo per scontato che conoscessi questo fatto, evidentemente ti sopravvalutavo.
Ti sei anche dimenticato che mi hai contestato, in un altro blog,quando ho affermato che Travaglio è un uomo di destra vera che, come tantissimi, ha avversione per gli imbroglioni e per i mentitori di professione.
Stasera ti aspetto ai giardinetti.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

@ WOODSTOCK
Mi sbaglio o hai trascurato molti altri argomenti? Come mai? Se taci, mi sento autorizzato a pensare che ho ragione. Tanto più che svicoli miseramente nell’insulto.

+1
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@sergione

… non è mai troppo tardi per imparare qualcosa… allora concentrati:

"Titolo a nove colonne" è entrato ormai nel linguaggio comune (anche ironico) per riferirsi a una notizia che merita la massima attenzione e non necessariamente deve essere a "9 colonne" anche perchè i quotidiani non lo utilizzano più quel formato… se poi cerchi l’*articolo di fondo* non lo trovi necessariamente in fondo alla pagina …. attento poi se ti parlano di coccodrillo …non scappare … è solo un pezzo scritto in memoria di un personaggio importante che viene pubblicato appena diffusa la notizia della sua morte…..

(comunque su questo sito ti fai un po di cultura sulla struttura dei giornali e sulla terminologia)

http://www.scudit.net/mdstampastruttura.htm

per vendola mi confermi che non si tratta solo di abuso d’ufficio … poi da me che vuoi? la notizia (abuso d’ufficio + peculato + falso) è sul tuo giornale preferito ….. pigliatela con travaglio e padellaro…

sto ancora aspettando su quello che hai scritto sopra…..
"…Dimenticavo un’altra tua falsità: in un altro blog hai definito Travaglio comunista…"
…non lo trovi o hai scritto tu il falso?

P.S.
io insulto? ma davvero? rileggiti quello che hai scritto su di me… non mi sembra che il tuo linguaggio sia tanto educato e pulito….

-1
+ -
#
Utente wolf wolf oltre 7 anni fa

titolo a nove colonne mi pare diverso da

1.Ho fatto sommessamente notare che il risalto dato alla notizia del rinvio del governatore di dx (9 colonne 9) mi sembrava quantomeno sproporzionato rispetto alla notizia del rinvio dei 2 governatori di sx cui non era stato dato alcun rilievo (0 colonne 0).

scusate l’ignoranza.

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ Woodstock

Lei è molto confuso mi creda ma noi siam quì per aiutarla.

Se fossi in Lei comincerei col chiedere scusa a sergione per gli INDICIBILI insulti che gli rivolge (posto che a me risulta che sergione non l’abbia MAI insultata): http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/07/24/procura-di-bari-chiede-di-rinviare-a-giudizio-vendola-e-lady-asl-cosentino/304405/. Conosce la differenza tra le fasi d’indagine e di rinvio a giudizio ? Per essere chiari vendola era indagato per ciò che scrive lei, è accusato (rinviato a giudizio) di "concorso in abuso di ufficio". Aggiungo che le dichiarazioni di vendola sono state: "Finalmente potrò spiegare tutto a un giudice"; quelle di formigoni:"tutto quà! Non c’è niente di nuovo rispetto a ciò che già si sapeva !" (cioè che i magistrati indaghino per corruzione aggravata a lui gli pare poco). Contento Lei (e formigoni) ! In fine sul f.q. vendola c’era, errani no ma in prima non ci va sempre tutto. Una cosa è sicura: il f.q. non ha mai fatto sconti al pd, non vedo perchè avrebbe dovuto farne a vendola ("non gli farei gestire neanche il condominio di casa mia" (marco travaglio)) o ad errani.

1) abbiamo detto penso tutto, aspettiamo ulteriori sviluppi. Naturalmente se vendola dimostrerà la proria innocenza e la propria buona fede (o se formigoni venisse condannato), Lei (e tutta la propaganda bananas) strillerete alla "magistratura rossa" ed al "golpe giudiziario" un po’ come quando allo stadio la propria squadra perde meritando di perdere e si grida all’"arbitro cornuto". Quanto sopra, rimane a futura memoria.

2)La quint’essenza della propaganda bananas. Naturalmente il discorso fa acqua da tutte le parti e soprattutto elude la domanda. Intanto quanto scrive manda a puttane (perdoni la volgarità ma quando ce vò ce vò) il principio dello stato di diritto e quello da Lei tanto sbandierato del garantismo (a senso unico). Naturalmente per Lei tutti i politici sono innocenti sino a sentenza definitiva (anche se formigoni è più innocente di vendola o errani), invece i magistrati che non le piacciono (ingroia per citarne uno ma per non dire dei giornalisti come travaglio, "pericoloso delinquente") sono corrotti senza uno straccio di processo o della benchè minima prova o indizio ! Fin’ora gli ATTI di quei magistrati non sono mai stati sanzionati (principio dello stato di diritto) e la loro onestà ed imparzialità, nonostante le inchieste del csm non è mai stata intaccata. Dunque di che parla ? Anche Falcone e Borsellino partecipavano a trasmissioni televisive, rilasciavano interviste ed andavano a comizi: se non l’avessero fatto probabilmente sarebbero morti molto prima, da perfetti sconosciuti.
Ciò premesso veniamo alla domanda che fa finta di non capire (vediamo se così la capisce): e’ ACCERTATO che il sen. marcello dell’utri frequentasse mafiosi (e non picciotti, BOSS), che intervenisse ai matrimoni dei loro rampolli, che piazzò ad arcore il boss vittorio mangano (già condannato per mafia al processo spatola e interessato da altri procedimenti tra cui il maxiprocesso di falcone e borsellino). Al netto dei reati che spetta alla magistratura giudicare, è opportuno che questo signore faccia il senatore o il partito DEVE metterlo alla porta ? E’ ACCERTATO che l’imprenditore ANEMONE abbia pagato (parzialmente) con 900.000 € (in assegni) la casa romana di SCAJOLA: al netto dei reati, che deve valutare la magistratura, questo signore DEVE O NON DEVE essere messo alla porta dal parito ? Come vede, tutta la solita manfrina bananas che fa sulla magistratura politicizzata, c’entra con la domanda che le ho fatto come i classici cavoli a merenda.

3)La casa di Montecarlo fa vendere ? Anche un paio di tette, peccato che un quotidiano debba dare notizie, non sputtanare i nemici del capo (a proposito di buona fede, si vada a vedere con quali mezzi BERLUSCONI ha ottenuto un’informazione che non avrebbe potuto ottenere NESSUNO). Tutto sommato però fini se l’è meritato facendo la verginella (come formigoni) e promettendo dimissioni che non sono mai arrivate ma la domanda non era questa e lei lo sa. Avevo chiesto quando vedremo cento prime pagine con titoloni a nove colonne (quelle del f.q. le vede bene !) su dell’utri o su cosentino tanto per citarne qualcuno ?

Su telekom-serbia l’ottimo (come sempre) beppestarnazza ha già detto tutto (spero ne faccia tesoro). Posso solo aggiungere che i magistrati che valutarono il caso, giunsero alla conclusione che le accuse non solo non erano vere ma erano talmente inverosimili che solo chi era in malafede avrebbe potuto prenderle sul serio, bastava leggere i nomi dei conti su cui, secondo le fantasiose ricostruzioni di marini, transitavano le tangenti: conto mortadella (prodi) e cose simili. Roba da far ridere anche un pischello di 12 anni. B cavalcò la cosa a fini politici, nominando una commissione parlamentare d’inchiesta (a spese del contribuente, offcourse !) allo scopo di indebolire l’opposizione, utilizzando come sempre tutta la propria ENORME potenza di fuoco: stampa e tv asservite, quella che di lì a qualche anno prenderà il nome di MACCHINA DEL FANGO (altro che fango quotidiano). Naturalmente, dopo un centinaio di prime pagine con titoloni roboanti, quando tutto fu chiarito, nessuno (belpirla in primis) chiese scusa a nessuno ! http://www.youtube.com/watch?v=K7bVZ4NmSBs.

4) Dalle mie parti si dice che "non ci vanno i fagioli" ma l’esempio di telekom-serbia quà sopra è abbastanza eloquente. Su di pietro l’operazione è stata ripetuta un bel po’ di volte, da gorrini a d’adamo, tutta gente pagata da b per screditare il politico ed il magistrato (non lo dico io lo dicono le sentenze).

5) E nuovamente a puttane lo stato di diritto ! Se uno è un poco di buono non lo decido nè io nè Lei ma la MAGISTRATURA. Se questa non ha potuto portare a termine l’accertamento della verità per intervenuta prescrizione, sul candidato vi sono delle ombre incompatibili con i ruoli che deve ricoprire (non è stato condannato definitivamente ma lo sarebbe stato ?). Se t. non ha rinunciato alla prescrizione per non essere condannato (ipotesi più che plausibile), b ha fatto di peggio, non solo ha preso la prescrizione (senza parlare delle 2 amnistie) 8-9 volte (NON PER DIFFAMAZIONE e non 1.000 € di multa), ha anche fatto leggi che accelerassero i processi in questo senso o che ne depenalizzasero i reati (procurando enormi danni al sistema giudiziario già al collasso). Chi non chiarisce fino in fondo la propria posizione, se vuloe faccia il giornalista o l’imprenditore, NON IL POLITICO e mem che meno il premier (NON ESISTE ALCUN PAESE CIVILE IN CUI SUCCEDANO COSE SIMILI). Come dicevo se ho dei dubbi (e come ho dimostrato oggettivamebte ci sono) sulla moralitò del candidato che faccio non voto ?

6) Una volta ho contestato all’utente gufo il fatto d’aver scritto che dell’utri era stato condannato per mafia. Difatti dell’utri NON E MAI stato condannato (o processato) per mafia (art. 461 bis c.p.p.) bensì per "concorso esterno in associazione mafiosa". Allo stesso modo ciuro è stato condannato per "favoreggiamento" e non per mafia. Sono fattispecie di reato differenti che non per niente prevedono pene diverse a seconda la loro gravità. Essere MAFIOSI (affiliati) è BEN ALTRA COSA, provi ad informarsi. Lei poi prima di andare in vacanza s’informa in procura circa i suoi vicini di casa ? Ne chiede il casellario giudiziale (non sarebbe servito comunque)? Compagnuccio di travaglio ? Ma quando mai. Per dirla tutta ciuro (finanziere) aveva collaborato anche con Falcone, dunque sarebbe un compagnuccio di Falcone ?

Schifani era in società nella sicula broker con fior fior di boss mafiosi, non erano contatti occasionali o rapporti avvocato-assistito, magari se ogni tanto aprisse i link che posto eviterebbe di sparare cazzate ! Consulente in strane operazioni speculative urbanistiche per il comune mafioso (più volte sciolto) di Villabate. Al di là dell’indagine della magistratura (schifani è indagato per concorso esterno in associazione mafiosa lo sapeva ?), travaglio, citando inchieste di un altro grande giornalista italiano, gli chiedeva di chiarire la propria posizione: la risposta di schifani è stata una querela con richiesta di risarcimento danni per un paio di milioni di euro (tanto le intimidazioni ai giornalisti sono aggratis!). Il responso della magistratura è stato il seguente: "è stato condannato dal Tribunale di Torino – VII sezione civile – a risarcire 16.000 € al Presidente del Senato Renato Schifani (che aveva chiesto un risarcimento di 1.750.000 €) per diffamazione avendo evocato la metafora del lombrico e della muffa a Che tempo che fa; il Tribunale ha invece ritenuto che le richieste di chiarimenti, da parte di Travaglio, circa i rapporti di Schifani con esponenti della mafia siciliana rientrino nel diritto di cronaca, nel diritto di critica e nel diritto di satira". Come ho già fatto, la invito nuovamente a citarle per intero le sentenze, non la parte che le conviene. Di altre querele in merito non so e non credo si possa querelare due volte per la stessa cosa.
A proposito di sentenze, sulla sentenza della corte d’appello circa travaglio che posta http://segugio.daonews.com/files/2011/02/5eee23cd4273ddfdeed6dfb88845a1c3.pdf c’è qualcosa che non torna con le date: "roma 8 gennaio 2010"; " depositato in data oggi *4 gennaio 2010": non sapete leggere o le date sono sbagliate ? (io ciò che Lei posta lo leggo o pensa di poter pubblicare qualunque minkiata ?)

7) Lei scrive "ecco con la minchiata del giorno "travaglio di destra" possiamo andare a letto… grazie sergione (hahahahahahaha)".
Travaglio si è sempre definito (nonostante la propaganda bananas lo avesse marchiato come un bieco trozkista) un "liberale alla Montanelli" dunque di dx, d’altro canto le posizioni assunte su certi argomenti, in parte menzionate da sergione, lo confermano ma lei conoscerà senz’altro travaglio meglio che sè medesimo. Le sue fortune le deve al proprio talento: non è l’unico antiberlusconiano in circolazione, è l’unico (insieme a pochi altri talentuosi) ad aver fatto tutto quel successo. La cosa probabilmente è dovuta SOPRATTUTTO al fatto che non ha mai lesinato PESANTI CRITICHE anche a sinistra, cosa che gli dà un tono di serietà, imparzialità e soprattutto (cosa che in Italia è merce rarissima) INDIPENDENZA.

8) Sorvolo sul ruolo di t. nel giornale di Montanelli (credo non abbia MAI detto di essere nel direttivo) la trovo polemica sterile. Ovviamente ciò che scrivevo a proposito di paga da fame era da intendersi in senso ironico, (750.000 €/anno le sembrano pochi ? Beato Lei !)
Nel link che ho postato http://www.youtube.com/watch?v=1BoJtPp9oQY, che Lei ovviamente ha CATEGORICAMENTE evitato d’aprire, travaglio le spiega come sono andate REALMENTE le cose, smentendo PUBBLICAMENTE quel gran cazzaro di FELTRI. Questo sarebbe NULLA se non intervenisse IN DIRETTA INDRO MONTANELLI dalla quale VIVA (all’epoca) VOCE apprendiamo che quanto dichiarato da travaglio era semplicemente LA PURA E SEMPLICE VERITA’. D’avanti all’evidenza, un feltri fattosi piccolo piccolo, che fin lì tentava di parare il kulo al padrone screditando Montanelli, cercando di farlo passare per incoerente, non può che in maniera patetica limitarsi a dire: "io non ho detto nulla di diverso" ! Questo pezzo è particolarmente istruttivo per chi come Lei pretenderebbe d’informarsi leggendo quei quotidiani spazzatura.

Stia bene e non tema: ho acqua, sapone e pazienza in grande abbondanza.

+1
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

Errata Corrige

art. 461 bis c.p.p .= art. 416 bis c.p.p.

+0
+ -
#
Utente wolf wolf oltre 7 anni fa

@ VII.
grande

+0
+ -
#
Utente Gufo Gufo oltre 7 anni fa

@ VII

In riferimento al tuo chilometrico confronto con woodstock devo dire che mai fu più appropriato il ricorso alla nota espressione perle ai porci :-)

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

Azz wolf, se fai così mi fai arrossire :-)

@ Gufo.

Non sono d’accordo, confrontarsi sugli argomenti come stiamo facendo, anche se alle volte woodstock finge di non capire, non è affatto inutile. Se quì la pensassimo tutti alla stessa maniera sai che palle ! Non dobbiamo meravigliarci se alla fine del confronto il nostro interlocutore non cambia idea, quanto meno avrà acquisito un nuovo punto di vista che un tantino lo farà riflettere (e viceversa). Riterresti più utile la sfilza chilometrica d’insulti che spesso leggiamo ? Ti ritengo una persona colta ed intelligente: perchè vuoi a tutti i costi abbassarti TU al livello di chi non è al TUO ?

+0
+ -
#
Utente Gufo Gufo oltre 7 anni fa

@ VII

No, perchè abbassarsi a certi infimi livelli (vedi granchio ieri)?
Semplicemente io lascerei perdere perchè non ho tutta quella pazienza se la sensazione è che non serva a nulla.

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ Gufo.

Alle volte mi fai faticare come granchio o peggio come woodstock. Non è vero che non serve, rileggi quì sopra per Dio ! L’atteggiamento di alcuni quì ed a volte il tuo, non può che peggiorare le cose esasperando gli animi e trasformando il confronto in tifo da stadio (irrazionale) o peggio in rissa da bettola. Granchio ieri ha fatto una stronzata che è stata ampiamente stigmatizzata e penso che abbia recepito il messaggio (ha ammainato in silenzio la bandiera di tp): evitiamo di crocifiggerlo !

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

@ VII
Complimenti! Sempre lucido e soprattutto esauriente.
Voglio scrivere questa ovvietà, almeno per molti di noi:
la continua denigrazione della Magistratura, peraltro fatta dal diretto interessato e supportata dai giornali di riferimento, il continuo tentativo, spesso con palesi falsità o quanto meno con argomenti capziosi, di deligittimare gli avversari come Santoro, Biagi, Saviano, Travaglio,De Magistris, Di Pietro, Fazio ecc. ecc. ha chiaramente il fine di cercare di assolvere Berlusconi dalle sue malefatte. Mi è impossibile capire, come una persona dotata di un minimo di buon senso, non arrivi a compredere l’evidenza. Voglio solo sperare che non lo faccia per ipocrisia, anche se ho parecchi dubbi.

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

Ti ringrazio sergione, a proposito di buon senso spero vivamente che woodstock voglia scusarsi con te per le ingiurie gratuite che ti ha rivolto. Aggiungo che i personaggi che citi non sono nemmeno suoi avversari ma professionisti che cercano di svolgere il proprio mestiere al meglio, avendo come unico torto quello di permettersi di criticarlo o di dissentire dalle sue posizioni. Fini è l’ultimo (di una lunga serie) esempio emblematico di ciò che succede a chi osa discutere gli ordini di scuderia imposti dal padrone: cacciato e denigrato per mesi ad opera della MACCHINA DEL FANGO berlusconiana.

Come ho già scritto, secondo me non c’è malafede in taluni utenti, altrimenti non verrebbero nemmeno quì ad esporre le loro ragioni (prendendo sonori fischi), penso che in Italia non ci sia mai stata la tradizione di una seria destra liberale ed in molti, soprattutto i più giovani, faccianno fatica a distinguere questa, dalla pseudodestra berlusconiana. Il resto del danno lo completa il tragico panorama dell’informazione (vedi alcuni esempi di perle di ostellino, di battista o di panebianco). Prendi ad esempio quello che si sente dire da anni, che c’è uno "scontro" tra politica e magistratura, ma ti sembra informazione ? Un pm indaga un politico che sospetta disonesto, questi, piuttosto che correre a fugare ogni dubbio ed a chiarire la propria posizione cerca di nascondersi dietro i privilegi di casta e la stampa parla di conflitti tra politici e magistrati ? . Purtroppo non sono mica solo i giornali e le tv berlusconiane a scrivere queste boiate, è chiaro che poi la gente ,soprattutto quella che legge meno è confusa !

+0
+ -
#
Utente Coco Coco oltre 7 anni fa

@Sergione e VII, lavare la testa all’asino ci si rimette il sapone: contenti voi, certe volte siete noiosissimi. :-)

-1
+ -
#
Utente Granchio Granchio oltre 7 anni fa

Fra un po’ facciamo il presepio e stiamo ancora fermi al 26 luglio? Comunque…per SETTIMIO: a cosa ti riferisci quando parli di ammainare? Dal momento che ,"obtorto collo", conviviamo con il nostro Grande Fratello Funize ,oscurantista e parziale, accetto i suoi commenti e suggerimenti.Ovviamente non condividendoli.Per mesi e mesi il Grande Occhio Funize e’ scomparso ,ha lasciato che pessimi figuri vomitassero di tutto e di piu’.E adesso assurge a Grande moderatore .Rosso chiaramente.

+0
+ -
#
Utente JaCoPo JaCoPo oltre 7 anni fa

ma non ti vergogni dopo ieri ? ma ti sentivi furbo a mettere un avatar di terza posizione il giorno della commemorazione della strage di bologna? provochi..non credo sei un.militante di estrema destra e ho detto tutto. evita di piagnucolare tutti gli insulti che prendi sono meritati…manco rispetti i morti ma che razza di persona sei ? vergognati

+0
+ -
#
Utente JaCoPo JaCoPo oltre 7 anni fa

finiscila di fare la vittima …sei ridicolo…dopo ieri dovresti scomparire se avessi un.minimo di dignita’

+0
+ -
#
Utente Gufo Gufo oltre 7 anni fa

@ Granchio

Visto che non ci sei arrivato tu con il buon senso Funize ti ha giustamente imposto di eliminare quel simbolo anche per rispettare una ben precisa disposizione:

L’apologia del fascismo è un reato previsto dalla legge 20 giugno 1952, n. 645, che all’art. 4 sancisce il reato commesso da chiunque «faccia propaganda per la costituzione di un’associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista», oppure da chiunque «pubblicamente esalti esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche». E’ vietato perciò la ricostruzione del PNF e del Partito dei Nazionalsocialisti (ovvero quello Nazista). Ogni tipo di apologia è denunciabile con un arresto dai 18 mesi a 4 anni

Una persona normale, benchè di destra, avrebbe evitato di esporre quell’ obbrobrio proprio il 2 di agosto. Imperdonabile.

+1
+ -
#
Utente wolf wolf oltre 7 anni fa

minkia 80 commenti!!
questo si che è un giornale.

+2
+ -
#
Utente mauro mauro oltre 7 anni fa

@ VII
mi spiace che sono bandito da te come un insultatore, ma purtroppo con gente che provoca, e mi alludo a Franchio, a Stock84 e parassitari simili, non c’è nigliore risposta che ribattere a ciò che sbrodolano con il loro linguaggio da dipendenti del partito-azienda che secondo me, dopo e durante Bottino ha distrutto il nostro paese mettendo il bastone nelle ruote alla giustizia, facendo dilagare il fenomeno della corruzione e dell’illegalità.
Prescrizioni brevi, indulti, depenalizzazioni varie, chi le ha messe?

@ Franchio
ha fatto bene Funize a chiederti di cambiare avatar, non abbiamo Alba dorata in Italia, se vuoi trasferisciti in Grecia.

@ Wolf
hai ragione, è il giornale che sembra migliore di tutti, salvo ad alcuni utenti che preferiscono i titoli sensazionali senza sostanza, direi tutto fumo e niente arrosto come questi:
http://www.funize.com/giornali/Libero?page=1

+3
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ granchio.

Sarei curioso di sapere cosa rappresenta per te il simbolo che hai esposto ieri e qual è la tua opinione circa gruppi neofascisti di stampo terroristico come nar e terza posizione. In attesa di gradito riscontro porgo distinti saluti.

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@7
in merito al mio presunto scambio di “insulti indicibili” c’è un moderatore assolutamente imparziale e corretto … se per Funize il mio linguaggio ha ecceduto chiederò scusa e mi adeguerò … ma non sarai certamente tu a stabilire se io posso usare o meno una determinata fraseologia.
Ci sono retroscena e scambi di post tra me e sergione che avvengono anche su altri siti e che tu non conosci pertanto il tuo intervento è stato completamente a sproposito e fuori luogo,
tra l’altro, sergione è in grado di difendersi benissimo da solo e senza "avvocati", quindi per il futuro ti pregherei di non intrometterti in fatti che non conosci.
grazie

nei prox giorni spero di trovare un buco di tempo per le risposte

+0
+ -
#
Utente mauro mauro oltre 7 anni fa

Anch’io sarei curioso, l’ho già recriminato, non chiedendolo, ma citandolo prima di te:
ha fatto bene Funize a chiederti di cambiare avatar, non abbiamo Alba dorata in Italia, se vuoi trasferisciti in Grecia dopodichè tu puoi tradurre la domanda in un modo più servile, sei libero.
In sostanza la caxxata l’ha fatta, e cmq si risponde alle persone dopo sei minuti, senza ignorarli.
Non mi sembra ti abbia offeso in precedenza, però sei libero di scegliere gli interlocutori che vuoi.

+0
+ -
#
Utente mauro mauro oltre 7 anni fa

@ VII
Dimenticavo: soprattutto se ti hanno fatto una domanda 6 minuti prima che scrivessi al fenomeno Franchio!!!!

+0
+ -
#
Utente mauro mauro oltre 7 anni fa

Gufo sei un grande

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ Mauro.

Se l’ho offesa in qualche modo le chiedo scusa, le assicuro non ne avevo l’intenzione. Non ho bandito assolutamente nessuno, mi sono solo permesso di criticare l’atteggiamento di chi scegliel’insulto in alternativa al dialogo, pur avendo argomentazioni di gran lunga migliori che potrebbero facilmente smentire l’interlocutore nel merito dimostrando la scarsa consistenza delle sue argomentazioni (dunque più efficaci). E’ chiaro che l’insulto è congeniale a chi di argomenti non ne ha, ritengo che chi si "abbassa" si fa un autogol clamoroso. Tutto quì. Essere educato e rispettoso del proprio interlocutore non vuol dire essere "servile", spesso serve ad ottenere una risposta più serena. Pensavo che la sua fosse una domanda "retorica", davo per scontata la risposta.

@ Coco.

Punti di vista. Come ho spiegato non ritengo inutile "lavare la testa al ciuccio". Immagino che trovi noioso leggere cose che già conosci bene ma io ritengo utile ribadire determinate cose. Ho letto a volte pagine d’insulti variegati ed estesi all’intero nucleo familiare (madri, sorelle, zie), quelle sì di una noia mortale.

+0
+ -
#
Utente JaCoPo JaCoPo oltre 7 anni fa

franchio fa tutto a sua insaputa ieri ha detto in un post poi cancellato che la foto che ha messo l’altro ieri aveva per lui un significato diverso…fa tutto a sua insaputa come scajola e si stupisce se la gente lo prende di mira .disse pure che negare il saluto fascista era una cosa vergognosa …povero e’fermo ancora al 1922….salutiamo il patriottico franchio..la russa sarebbe fiero di lui…

+4
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

WOODSTOCK scrive:"cmq senza scherzi sergione … alla tua età ci sono malattie che neanche ti accorgi di avere (alzhaimer, demenza senile,….) ti consiglio un buon check up …………"

Le faccio presente che quì si trova in un luogo pubblico: se non vuole intromissioni e sergione è d’accordo, scrivetevi in privato. Non sono io che devo censurarla ma sono libero di fare le mie valutazioni sulle oscenità che scrive. La cosa mi ha toccato personalmente, le auguro di cuore di non dover MAI aver a che fare con mali come quelli che menziona: vedere un proprio caro, regredire giorno dopo giorno fino a non riuscire più a mangiare, a ragionare o a fare le cose più banali in maniera autonoma, le assicuro è straziante. Mi sono appellato al suo buon senso, se si fosse scusato con sergione avrebbe guadagnato 10 punti dimostrandosi più maturo e più civile.
Attendo le sue risposte, ci risentiamo lunedì.

P.S.: La demenza senile o MORBO DI ALZHAIMER, sono la medesima patologia.

+0
+ -
#
Utente BeppeStarnazza BeppeStarnazza oltre 7 anni fa

La discussione è molto interessante, grazie a vari contributi si sta trasformando in una miniera di informazioni.
Per favore manteniamola su questo binario, evitando di perdere tempo con il consueto vittimismo da 4 soldi di qualcuno…..

+0
+ -
#
Utente BeppeStarnazza BeppeStarnazza oltre 7 anni fa

@VII: eccellente intervento
http://www.funize.com/Il_Fatto_Quotidiano/2012/7/26#comment-96155

Complimenti.

+0
+ -
#
Utente Granchio Granchio oltre 7 anni fa

Una miniera di mistificazioni direi. E demagogia da due lire. Tipica dei compagnucci smidollati.

-4
+ -
#
Utente JaCoPo JaCoPo oltre 7 anni fa

ha parlato il politologo da 4 soldi amico.dei neo fascisti…..la nostra demagogia ?ma se non conosci i termini non parlare… beh tu sei un omino triste ricordalo che porti avanti ideologie al limite della follia…un provocatore vigliacco che frigna se gli si risponde male…

+4
+ -
#
Utente BeppeStarnazza BeppeStarnazza oltre 7 anni fa

:D
:D

Non basta l’annuncio che si tratta di "una miniera di mistificazioni", serve provarlo.
Perchè, al solito, le chiacchiere stanno a ZERO.

+2
+ -
#
Utente JaCoPo JaCoPo oltre 7 anni fa

beppe ma vorrei ricordarti il livello morale di franchio ..il giorno della commemorazione della strage di bologna lui che fa mette l’avatar di terza posizione…direi che si commenta da solo penso che un gesto +squallido non potesse farlo
.tipico di chi ha posizioni di estrema destra….certo che e’triste..

+4
+ -
#
Utente BeppeStarnazza BeppeStarnazza oltre 7 anni fa

Avevo visto il gesto squallido. Non che mi aspettassi di meglio.

Ma adesso sono solo curioso di leggere i documenti che proverebbero che questa lunga e articolata discussione, dove hanno scritto principalmente gli utenti VII e woodstock, sarebbe in realtà solo:

Una miniera di mistificazioni direi. E demagogia da due lire. Tipica dei compagnucci smidollati.

P.S.
In mancanza di riscontri, le conclusioni sono ovvie: l’assunto di cui sopra andrà catalogato quale "assioma"
:D
:D

+4
+ -
#
Utente mauro mauro oltre 7 anni fa

Grande beppe, è proprio un assioma

+0
+ -
#
Utente BeppeStarnazza BeppeStarnazza oltre 7 anni fa

Io sto ancora aspettando una qualche forma di documentazione che provi che questa discussione è solo

Una miniera di mistificazioni direi. E demagogia da due lire

Altrimenti concluderò che quello di cui sopra è solo un ennesimo stupido slogan a vanvera.

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@7
Allora … è vero … forse ho esagerato con sergione, ma per il semplice motivo che mi ha dato gratuitamente del menzognero usando frasi poco educate (tra l’altro dimostrandogli che avevo ragione io). Sai benissimo che i tuoi compagni trolletti del blog me ne dicono di molto peggio ma essendo personaggi di basso livello mi scivola addosso, se però me lo dice sergione per il quale ho sempre avuto una certa forma di rispetto reagisco male. Comunque per me finisce qua … evidentemente eravamo entrambi nervosetti .
Detto questo visto che ne hai in abbondanza, prestami acqua sapone e spazzolone che c’è molto da lavorare….

+0
+ -
#
Utente wolf wolf oltre 7 anni fa

non ne sapresti usare neanche uno.

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@7

1. diciamo che FQ a vendola ha fatto un piccolo sconticino nascondendo quasi del tutto la notizia … ad errani poi gli ha fatto un bel saldo da fine stagione visto che non compare per niente. Però secondo me si è trattata di vera sfiga per il povero errani … infatti come giustamente dici tu “in prima non ci va sempre tutto” (ma quando scrivi ste cose non arrossisci per niente? Un po’ di vergogna non la provi?) … evidentemente quel giorno c’erano notizie più importanti … probabilmente essere indagati per aver dato un po’ di soldi pubblici al fratellino (1 milione di €) è solo un “peccato veniale” … e che sarà mai!!
Da denotare poi una grande coda di paglia … sai già come andrà a finire? Mani avanti che non si sa mai? Vendola ed errani assolti e formigoni condannato … sai già tutto! Complimenti! Dimmi la verità … non è che ti passano le veline nascoste dal segreto istruttorio? Quelle che per formigoni giravano già da un mese mentre per vendola ed errani sono state accuratamente preservate dall’”inviolabile” segreto istruttorio? E’ normale per te la fuga di notizie coperte da segreto istruttorio che guarda caso avviene sempre contro politici del centrodestra?

2.premessa: non ho mai proferito le seguenti frasi che tu falsamente mi attribuisci: a) “anche se formigoni è più innocente di vendola o errani”; b) travaglio, "pericoloso delinquente" c) magistrati sono corrotti.

E veniamo a noi. Bene abbiamo una new entry Marcello Dell’Utri … però fammi ricordare …
ma è lo stesso Dell’Utri a cui la quinta sezione penale della Corte di Cassazione ha annullato con rinvio la sentenza d’appello la condanna a sette anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa?
Ma è sempre lo stesso Dell’Utri nel cui procedimento sono state trovate «gravi lacune» giuridiche della sentenza d’appello per mancanza di motivazione e mancanza di specificazione della condotta contestata?
Ma è sempre lo stesso Dell’Utri secondo cui a sentire il procuratore della Corte di Cassazione “Nessun imputato deve avere più diritti degli altri ma nessun imputato deve avere meno diritti degli altri: e nel caso di Dell’Utri non è stato rispettato nemmeno il principio del ragionevole dubbio”?
Spero per te che non sia la stessa persona altrimenti qui altro che scivolata hai preso. A meno che … visto che il tuo giornale solitamente queste notizie le buca … non sei stato informato … (te l’ho già detto … bisogna disintossicati ogni tanto da FQ).
E cosa dovrebbe fare il sen.Dell’Utri dimettersi? Dopo una persecuzione giudiziaria durata decenni ed una sentenza che ha stabilito che il concorso esterno in associazione mafiosa non esiste per dell’Utri … dovrebbe anche dimettersi?
Sono sicuro che non ignori come la pensava Falcone su 416bis "Concorso esterno in associazione di tipo mafioso” … e queste sono le sue parole!!!: non sembra abbia apportato contributi decisivi alla lotta alla mafia. Anzi vi è il pericolo che si privilegino discutibili strategie intese a valorizzare, ai fini di una condanna, elementi sufficienti solo per aprire un’inchiesta ovvero … il 416bis serve ad aprire l’inchiesta ma non sarà in grado di poter condannare nessuno (come è avvenuto con Dell’Utri) serve solo cioè a spalare tanta tanta merda e quintali di fango su chi ti sta sulle balle tipo Dell’Utri, mister B., e chiunque altro non la pensi come te … e poi vada come vada e chissenefrega!
Grazie a Dio nel mio Stato vige ancora la democrazia e lo stato di diritto e nel mio Stato come direbbe mr.7 “In attesa di conoscere la "verità assoluta", devi accontentarti della verità giudiziaria “ (visto? Ti ho anche citato).

Per Scajola te la faccio piu’ veloce … si d’accordo dovrebbe dimettersi dal suo partito … in coppia con D’Alema che dovrebbe dimettersi dal suo di partito per lo scandalo di affittopoli … do you remember? Ma dai ricordati … casa di 140 metri quadri in pieno centro a Roma … in affitto da un ente a prezzi popolari … dalla quale casa è scappato a gambe levate dopo la scoperta dello scandalo. Sono sicuro che te ne sei ricordato! Allora mr.7 … è più immorale farsi pagare la casa da un faccendiere … oppure è più immorale per un importante leader di partito utilizzare i beni immobili di enti pubblici concessi a prezzi molto inferiori a quelli di mercato, nonostante avesse uno stipendio da parlamentare, a discapito di chi si deve spaccare la schiena per onorare mutui e affitti di mercato? La vogliamo quantificare la moralità di questi 2? La mettiamo sulla bilancia? Aspetto notizie!

3) Su telekom-serbia ”ottimo” beppestarnazza nel suo copia incolla (di solito è buona norma citare tutte le fonti … lo faccio io)

http://pasudest.blogspot.it/2011/11/telekom-serbia-condannato-marini-ma-la.html

peccato però che nel copia incolla di questo link ha copiato solo quello che gli interessava tralasciando quanto segue:
"Ciò che però né la sentenza né l’inchiesta hanno chiarito sono le responsabilità politiche (quelle sì riconducibili a Fassino, Dini e all’allora ministro Ciampi) di una spregiudicata operazione finanziaria, fatta coi soldi dei contribuenti italiani, che nel pieno dell’embargo contro la Serbia permise al regime di Milosevic di incassare denaro fresco per puntellare il suo regime che aveva trascinato tutti i popoli ex jugoslavi in una serie di guerre tragiche, inutili e devastanti."

Vabbeh … ha avuto qualche piccola amnesia … ma fa nulla siamo qui anche per questo … precisare e ricordare le “involontarie” amnesie. Stranazza inizia la sua bella storiella partendo dal 2001 dimenticando però che i fatti iniziano nel 1997 governo Prodi in carica! (1^amnesia) quando acquista una quota di un grosso bidone dal nome Telekom Serbia per la bella cifra di 878 miliardi di lire di denaro del contribuente italiano (2^amnesia) finanziando direttamente un regime comunista con cui eravamo in guerra (3^ amnesia) … i fatti bisogna dirli per intero cari Starnazza e 7 … altrimenti viene il sospetto che si voglia nascondere qualcosa di imbarazzante.
Per quanto mi riguarda ho già detto che la commissione parlamentare pur con le buone intenzioni di scoprire eventuali e probabili tangenti (come denunciato da Repubblica! Non il Giornale o Libero!) ha lavorato male affidandosi e lasciandosi infinocchiare da un figuro di dubbia moralità (tale marini) non trovando le prove di tangenti …

http://it.wikipedia.org/wiki/Affare_Telekom_Serbia

allora chiudiamola così:
- chi ha effettuato una campagna stampa su presunte tangenti mai provate dovrebbe vergognarsi e chiedere scusa;
- chi ha sperperato 878 miliardi del contribuente italiano per acquistare il bidone Telekom Serbia dovrebbe vergognarsi e chiedere scusa.

aspettiamo che lo facciano entrambi … che ne dici?

4) Dalle mie parti invece si dice "parlar male degli altri per l’impossibilità di parlar bene di se stessi” … di pietro poi … uno che ha fondato la sua carriera sulla galera altrui … lasciamo stare.

5)Come dici tu "non esiste paese civile dove accadono ste cose" … e anche queste non sono da Paese civile:

- 105 procedimenti avviati;
- 6 procedimenti in corso;
- 8 sentenze di non doversi a procedere (prescrizione+amnistia);
- 10 sentenze di assoluzione (il fatto non costituisce reato + insussistenza del fatto);
- 8 procedimenti archiviati;
- 28 processi,
- 1.000 magistrati coinvolti (circa);
- 530 perquisizioni(circa),
- 2.500 udienze(circa),
- 0 (ZERO – nessuna – manco l’ombra – niet – no one – hakuna – ไม่ – 沒有) condanne.

Tieni … ti risparmio la fatica di trovare leggi ad personam e cazzate varie …

http://www.libertaegiustizia.it/2011/11/09/lelenco-delle-leggi-ad-personam/

In un Paese dove i magistrati fondano i partiti e se ne vanno a congressi di partito e feste dell’unità … questa si chiama legittima difesa.
In ogni caso, “In attesa di conoscere la "verità assoluta", devi accontentarti della verità giudiziaria” (non sei contento? è la 2^ volta che ti cito).

6) Ma cos’è ti vergogni di dire che è stato favoreggiamento non aggravato dall’agevolazione di Cosa nostra … perchè ti fermi sempre e solo alla parola “favoreggiamento” e il resto non lo dici mai? Visto che sei sempre bene informato non ti chiedi chi ha favorito “la conoscenza vacanziera di travaglio”? Te lo dico io visto che evidentemente ti è sfuggito … l’uomo che ha favorito per agevolazione di cosa nostra si chiama Michele Aiello, prestanome di Bernardo Provenzano. Capisco l’imbarazzo ma cerchiamo di essere precisi e completi (anche quando non conviene). Allora voglio farti contento, mettiamola così: travaglio era in un determinato luogo con “una conoscenza vacanziera” (l’hai detto tu) che è stato condannato per favoreggiamento non aggravato dall’agevolazione di Cosa nostra (lo ha detto il giudice). Giusto per essere sempre più precisi … anche l’anno successivo t. ha incontrato la sua “conoscenza vacanziera” … e magari nella prossima puntata ti spiego chi era e a cosa serviva “la conoscenza vacanziera” di t..

Per il Presidente del Senato le chiacchiere stanno a zero! Travaglio è stato condannato per diffamazione! Anche citando le sentenze per intero travaglio rimane sempre condannato per diffamazione! Inutile continuare ad arrampicarsi sugli specchi … accontentati della “verità giudiziaria”! (e sono 3!).

Prima di sparare minkiate su una sentenza in originale della corte d’appello circa travaglio ti consiglio una buona visita oculistica … la data del timbro (e già è proprio un timbro!) è 14 gennaio 2010 … io pubblico documenti in originale mentre le minkiate le spari tu e belle grosse!!! (comunque stai tranquillo tanto i tuoi fan e animaletti vari non mi leggono … puoi continuare tranquillamente a sparare minkiate e contemporaneamente ad arrossire per i loro complimenti).

7) Mr.t. è un grande affarista e un gran furbone anche se comincio a dubitare della sua furbizia visto che è stato condannato già una decina di volte e ha tirato fuori un bel po’ di sghei per le sue diffamazioni. Se lo vuoi collocare politicamente fai pure … non me ne può fregar di meno. Deve le sue fortune al proprio talento? In effetti ha un grande talento per trovare le sue fonti di informazione … soprattutto quando va in ferie con i suoi “vacanzieri occasionali” che a quanto pare sono bene informati sulle cose di cosa nostra!

8) boh … mi sembra che stai scrivendo giusto per riempire lo spazio bianco anche perché su questa questione mi sembra stiamo dicendo le stesse cose. Cerca di seguirmi nel filo logico e con pazienza vediamo la cronologia degli eventi :

- 8 gennaio 1994 seduta assembleare alla quale partecipò l’editore B (il Giornale aveva bisogno di modernizzare la struttura e i macchinari come testimoniato dal vicedirettore Paolo Granzotto)… l’editore B non apre i cordoni della borsa Montanelli s’incazza e rompe con b.;

- 22 marzo 1994 M. fonda la Voce portandosi con se alcuni giornalisti (compreso il garzone di bottega t.). Essendo un diretto concorrente del Giornale e di b. potevano andare d’amore e d’accordo? Ovviamente no e comincia a sparare a zero sulla discesa in campo del cavaliere;

- 12 aprile 1995 la Voce fallisce e Montanelli è sempre più incazzato contro b.;

- dal 1995 Montanelli passa al Corriere e M. sempre più incazzato firma editoriali e rubriche ovviamente sempre contro b.;

- marzo 2001 telefonata di Montanelli. Cosa doveva fare M.? mandare baci e abbracci a Feltri e b.? ovviamente no … infatti spara a zero contro Feltri e b..

Tutto qua … mi sembra tutto nella logica dei fatti.
La domanda da porsi invece è se b. avesse acconsentito a tirar fuori i soldi nella famosa riunione del 8 gennaio 1994 senza far incazzare M. … M. avrebbe sparato a zero contro mister b. e la sua discesa in campo? Questo non lo può sapere nessuno … tanto meno il saccente “ragazzo di bottega”.

P.S.
Mi dispiace ma non posso restituire spazzolone acqua sapone l’ho usata tutta … che fatica!

+0
+ -
#
Utente Massensis Massensis oltre 7 anni fa

Grazie Wood, ma per passare ad altro, senti qui fresca fresca dal sito del Sole24Ore:
<<Berlino attacca Monti: non siamo pronti a cancellare la democrazia per finanziare i debiti italiani. …. Addirittura di attacco alla democrazia» parla il segretario generale della Csu, Alexander Dobrindt: «Il signor Monti ha evidentemente bisogno di una chiara presa di posizione. Noi tedeschi non siamo pronti a cancellare la nostra democrazia per finanziare i debiti italiani», ha detto.>>
Mai fatta una figura di merda così. Il crucco che provò ad offendere il presidente del Consiglio italiano qualche tempo fa si prese del Kapò ed ancora adesso si lecca le ferite.
Altri tempi!!

-2
+ -
#
Utente BeppeStarnazza BeppeStarnazza oltre 7 anni fa

Necessario ancora mettere i puntini sulle i.
Mi concentrerò su pochi punti, dove sono marchiane le contraffazioni. Per il resto lascio la palla agli altri utenti chiamati direttamente in causa.

Su Marcello Dell’Utri noto EVIDENTI LACUNE, vediamo di colmarle:

Lo scorso marzo la Cassazione ha annullato con rinvio la sentenza d’appello di condanna a sette anni di reclusione per il senatore del Pdl Marcello Dell’Utri per concorso esterno in associazione mafiosa.
Questa NON è stata una assoluzione, come invece millantavano i bananas anche su questo forum:
http://www.funize.com/Il_Giornale/2012/3/10#comment-86481

ed questo si è palesato ulteriormente quando sono uscite le motivazioni della sentenza il mese successivo:
http://www.corriere.it/politica/12_aprile_24/dellutri-cassazione-mediatore-berlusconi-mafia_b221683c-8e07-11e1-839c-11a4cf6ed581.shtml?fr=box_primopiano
http://www.repubblica.it/politica/2012/04/24/news/mafia_dell_utri_cassazione-33862082/
http://www3.lastampa.it/cronache/sezioni/articolo/lstp/451581/

Sintesi dal Corriere:
http://www.corriere.it/politica/12_luglio_19/berlusconi-delllutri-prestiti-villa_51898404-d160-11e1-aa2d-fec7547fb733.shtml
-——-
alcune parti della precedente sentenza sono state confermate. Come quella in cui è sancita la colpevolezza del senatore per i fatti precedenti al 1974. È stato definitivamente accertato che Dell’Utri, «avvalendosi dei rapporti personali di cui già a Palermo godeva con i boss, realizzò un incontro materiale e il correlato accordo di reciproco interesse tra i boss mafiosi e l’imprenditore amico Berlusconi», hanno scritto i giudici. Un’intermediazione da cui derivò «l’accordo di protezione mafiosa propiziato da Dell’Utri» in favore del futuro presidente del Consiglio.
-———

Strano è che non siano state ricordate……
;)

In tema di citazioni:

L’equivoco su cui spesso si gioca è questo: quel politico era vicino ad un mafioso, quel politico è stato accusato di avere interessi convergenti con le organizzazioni mafiose, però la magistratura non lo ha condannato quindi quel politico è un uomo onesto.
E NO, questo discorso non va perché la magistratura può fare soltanto un accertamento di carattere giudiziale, può dire, beh, ci sono sospetti, ci sono sospetti anche gravi ma io non ho la certezza giuridica, giudiziaria che mi consente di dire quest’uomo è mafioso. Però siccome dalle indagini sono emersi altri fatti del genere altri organi, altri poteri, cioè i politici, le organizzazioni disciplinari delle varie amministrazioni, i consigli comunali o quello che sia dovevano trarre le dovute conseguenze da certe vicinanze tra politici e mafiosi che non costituivano reato ma rendevano comunque il politico inaffidabile nella gestione della cosa pubblica. Questi giudizi non sono stati tratti perché ci si è nascosti dietro lo schermo della sentenza: questo tizio non è mai stato condannato quindi è un uomo onesto. Il sospetto dovrebbe indurre soprattutto i partiti politici quantomeno a fare grossa pulizia, non soltanto essere onesti, ma apparire onesti facendo pulizia al loro interno di tutti coloro che sono raggiunti comunque da episodi o da fatti inquietanti anche se non costituenti reati.
(dalla lezione del 26 gennaio 1989 all’Istituto Tecnico Professionale di Bassano del Grappa)

[Vittorio Mangano] Fu definito da Paolo Borsellino una delle "teste di ponte dell’organizzazione mafiosa nel Nord Italia".


Si eviti pertanto di sproloquiare di "persecuzione giudiziaria" nei confronti di Dell’Utri che, tra l’altro, come ha scoperto la Guardia di Finanza, negli ultimi 10 anni ha ricevuto 40 milioni d € dal cavalier-patacca, solo la metà dei quali giustificata dalla supervalutazione di una villa e tutto il resto nascosto dietro un fantomatico "prestito infruttifero" (come Mills…..)

Su Telekom-Serbia:

Esilerante che mi si accusi di qualche amnesia (o di malafede per aver tralasciato alcuni punti) QUANDO la cronologia degli interventi a riguardo è facilmente consultabile e mostra inequivocabilmente che è qualcun altro che sembra aver perso il filo del discorso:

Ricostruiamolo:

http://www.funize.com/Il_Fatto_Quotidiano/2012/7/26#comment-96035
http://www.funize.com/Il_Fatto_Quotidiano/2012/7/26#comment-96058
VII scrive:
Come mai belpietro e sallusti riescono a fare 100 prime pagine …. su inchieste inventate (telekom-serbia) partendo dal presupposto di colpevolezza e malafede dei diretti interessati, facendo titoli a tutta pagina, per altro senza mai scusarsi quando alcune di quelle inchieste (telekom-serbia appunto) si rivelano enormi bufale

http://www.funize.com/Il_Fatto_Quotidiano/2012/7/26#comment-96122
woodstock risponde:
_la cosa divertente che risalta immediatamente è che la questione delle tangenti telekom-serbia è scoppiata per un’inchiesta di Repubblica
Secondo te non aveva il diritto dovere il Governo in carica (Mr.b.) di accertare i fatti? E lo ha fatto con una commissione di inchiesta che ha lavorato decisamente molto male (lo ammetto) … e non è riuscita a risalire ai colpevoli di questa sciagurata operazione finanziaria marca Prodi che è costata al contribuente italiano 600 miliardi di lire!!!
… e non mi stupisce che te la prendi con le uniche 2 testate che della vicenda ne hanno fatto una campagna giornalistica … evidentemente sarai abituato a giornali che nascondono le notizie scomode (vendola errani docet).

A questo punto si colloca la mia risposta:
http://www.funize.com/Il_Fatto_Quotidiano/2012/7/26#comment-96139
incentrata NON NELLA RICOSTRUZIONE COMPLETA della vicenda – di cui non faccio cenno – ma nello smentire le puerili sciocchezze sopra riportate ed evidenziate in grassetto (che riguardano momenti successivi alla vicenda di per sè):

Intanto invito ad informarsi compiutamente:
http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2011/11/29/news/telekom_serbia_la_mezza_verita_-25771060/

In particolare, il seguente link è illuminante per MOSTRARE la differenza abissale fra l’inchiesta giornalistica di Repubblica del 2001 e la successiva macchina del fango bananas di 2 anni dopo:
http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2010/10/15/news/quando_nata_la_macchina_del_fango-25841069/?inchiesta=%2Fit%2Frepubblica%2Frep-it%2F2011%2F11%2F29%2Fnews%2Ftelekom_serbia_la_mezza_verita_-25771060%2F

L’inchiesta di Repubblica mette in luce un affare opaco (sfido chiunque a definirlo diversamente) e determina un’inchiesta penale della magistratura di Torino (nell’ordinanza del giudice Gianfrotta si legge:
L’avvio dell’indagine penale – doverosa, dal momento che le notizie di stampa contenevano una notizia di reato – dovette, peraltro, fin dall’inizio misurarsi con difficoltà tutt’altro che modeste. I giornalisti non rivelarono le loro fonti, produssero alcuni documenti in loro possesso, ma il tenore di questi ultimi, oltre che il merito delle dichiarazioni da loro rese, offrivano, solo in modo generico, piste investigative che si profilavano, fin dall’inizio, lunghe e laboriose. )

2 anni dopo la commissione d’inchiesta parlamentare bananas (dando credito al burattino Marini e agli altri calunniatori accertati) e i giornaletti di propaganda spazzatura del padrone del partito-azienda hanno orchestrato una vera e propria macchina del fango, come spiegano le motivazioni della condanna del burattino Marini:

i politici tirati in ballo da Marini e gli altri, " furono travolti da dichiarazioni devastanti, di una gravità inaudita e prive di qualsiasi concreto fondamento ". Inoltre " di quello scandalo fu fatto un grande uso politico perché quello che Marini andava sostenendo al pari di alcuni soggetti che trafficavano in titoli falsi da monetizzare è stato cavalcato per motivi mai chiariti dalla commissione parlamentare d’inchiesta ".

"Le indagini da quanto emerso in dibattimento hanno sancito l’insussistenza di tangenti e, al contrario, l’esistenza di calunnie verbali e documentali ". Secondo il magistrato, " non esiste alcun riscontro positivo alle tantissime dichiarazioni fatte da Igor Marini ai magistrati al punto che il caso Telekom Serbia puo considerarsi la madre di tutti i tentativi di denigrazione dell’avversario politico "

Sempre utile ricordare le 32 prime pagine della campagna delle calunnie bananas:
http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2011/11/29/foto/quelle_32_prime_pagine_della_campagna_patacca-25791428/1/?inchiesta=%2Fit%2Frepubblica%2Frep-it%2F2011%2F11%2F29%2Fnews%2Ftelekom_serbia_la_mezza_verita_-25771060%2F#1

Una differenza fra il giorno e la notte, imbarazzante tentare maldestramente di accomunare i 2 momenti. Ed è chiaro e lampante chi dovrebbe realmente vergognarsi.
;)

Telegrafico:

le leggi ad personam cucite dagli avvocati del cavalier-patacca (da lui nominati in Parlamento) fatte passare per legittima difesa…..
:D
:D
:D
:D
Vabbè, questa è una palese barzelletta. Lì per lì c’ero cascato.

Sulla vicenda dell’addio di Montanelli al Giornale….se non bastano nemmeno le parole autentiche di Montanelli (e riconfermate in più occasioni quando dirigeva la posta del Corriere della Sera) allora si può credere anche che Biagi se ne andò dalla Rai per soldi, non in coseguenza dell’Editto Bulgaro.
:D
:D
:D

+8
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

Premetto che apprezzo quanto scrive a proposito degli insulti a sergione, ma passiamo al post quì sopra.

Non si disturbi a restituire nulla, come le ho detto ne ho in grande abbondanza, a proposito:

1) Prendo atto che secondo Lei il f.q. ha un atteggiamento benevolo nei confronti del pd: a questo punto però auspicherei che lei lo spiegasse al pd, sa, fin’ora non devono averlo capito date le querele e le definizioni poco edificanti (d’alema:" il f.q. è un giornale tecnicamente fascista" per citarne uno). Il resto è un film già visto: se condannano un berlusconiano o se assolvono uno di sx strillate al golpe (non vi passa però neanche per la testa di andare a vedere nel merito cosa contengono gli atti), se accade il contrario (come Lei stesso ammette, è svariate volte successo) casualmente spariscono le BR dalle procure. Strano modo di concepire lo stato di diritto il vostro ! Andate a fasi alterne: quando vi va bene siete per lo stato di diritto e citate le sentenze, quando vi danno torto l’arbitro è cornuto. Contenti voi !

A proposito di fuga di notizie: le dice niente il nastro fassino d’alema consorte ? Quella cos’è secondo lei ? E quella sul mandato di cattura di tale valterino lavotola (prontamente fuggito in America Latina)? Ed il filmato di marrazzo ? E le fughe alla regione Puglia a proposito di tedesco e frisullo (dimissionati da vendola PRIMA di essere raggiunti da avviso di garanzia)?

Ma cos’ha lì sugli occhi ? OOPS, due fette di prosciutto !

2) Premessa alla premessa:
a) era una mia libera deduzione (ma credo che sia proprio così); b) in effetti ho agguinto pericoloso il resto e roba sua, si rilegga pure (a proposito che fine ha fatto il suo garantismo ?); c) la sostanza che ne traggo è quella, se ho frainteso la inviterei a chiarire.

Già, è proprio lo stesso dell’utri (http://it.wikipedia.org/wiki/Marcello_Dell%27Utri) che si dichiara ottimo amico di gaetano cinà http://palermo.repubblica.it/dettaglio/articolo/1801273; lo stesso che prese parte al matrimonio di jimmy fauci ( Il 19 aprile dello stesso anno è a Londra, dove partecipa al matrimonio di Girolamo Maria Fauci, più comunemente chiamato Jimmy Fauci, boss mafioso che gestisce il traffico di droga fra Italia, Gran Bretagna e Canada.), lo stesso che dovendo consigliare a b un uomo di fiducia, gli piazza in casa un "eroe" BOSS MAFIOSO. Gli episodi citati, sono solo una piccola parte della luminosa carriera di dell’utri. La magistratura potrebbe non trovare prove sufficienti o non motivare correttamente le sentenze, ai fini dell’accusa di concorso esterno ma quanto sopra costituisce FATTI ACCERTATI e CANDIDAMENTE AMMESSI anche dal dell’utri stesso. Se uno così secondo lei può rappresentare lo Stato che la mafia la deve combattere e non fraternizzarci ! Nel merito della sentenza dell’utri poi la sua ricostruzione risulta quanto meno FANTASIOSA (l’ho trovata molto divertente !). Se la Cassazione avesse ravvisato l’insussistenza dell’accusa avrebbe CASSATO la sentenza e PROSCIOLTO il sen. dell’utri. In realtà invece vi ha trovato un "difetto di motivazione". Tecnicamente, se è stato confermato IN PIENO l’impianto accusatorio, il PG, obiettava che il concorso esterno DEVE ESSERE CONTINUATO e nelle motivazioni della sentenza mancano le prove relative agli anni del "distaccamento" di dell’utri presso rapisarda (ennesimo personaggio legato alla mafia).

L’art. 416 bis c.p.p. riguarda l’associazione a delinquere di stampo mafioso non il solo concorso esterno: quello che falcone scrive non lo fa con riferimento ad esso. Perchè dico ciò ? Perchè furono proprio falcone e borsellino i maggiori sostenitori di quella fattispecie: “Nella sentenza ordinanza del maxiprocesso ter ci sono delle frasi chiarissime. Falcone e Borsellino scrivono che la figura del concorso esterno è la figura più idonea per colpire l’area grigia della cosiddetta contiguità mafiosa. Dunque, il concorso esterno non è un’invenzione della Procura di Palermo, è un insegnamento di Falcone e Borsellino su cui si è continuato a lavorare in questi vent’anni, producendo sentenze di condanna definitive, piccole e grandi. Ora, che si voglia con un colpo di spugna tornare indietro mi pare davvero enorme”. (Antonio Ingroia).

  • “In attesa di conoscere la "verità assoluta", devi accontentarti della verità giudiziaria “ (visto? Ti ho anche citato).* Già ma la citazione è quella sbagliata. Ricorda il principio di elementare prudenza ? Provo a rinfrescalre la memoria: sono tutti INNOCENTI (io diversamente da Lei sono GARANTISTA SEMPRE, non a fasi alterne!) sino alla prova del contrario, intanto però come minimo si devono fare da parte e non fare politica. Nei casi citati, essendo GIA’ emersi COMPORTAMENTI ACCERTATI (NON REATI) INACCETTABILI per chi deve rappresentare lo stato e gestire la cosa pubblica, i signori in questione DEVONO SPARIRE dal panorama politico Italiano, ANCHE D’AVANTI AD UNA SENTENZA D’ASSOLUZIONE. D’alema ? Sarebbe dovuto sparire da anni, è anche per quello che il pdl esiste ancora (è tenuto in vita in parte dal pd). Tra uno che fa il furbo ed uno che prende una stecca di 900.000 €, fermo restando che entrambi devono sparire, molto peggio il secondo (considerato anche il fatto che sciaboletta in confronto a d’alema è un nababbo) !

3)La commissione parlamentare lavorò BENISSIMO, infatti ha fatto proprio quello per cui b l’aveva messa lì: ha dato l’occasione ai bananas di denigrare PESANTEMENTE l’opposizione su un’inchiesta farsa, alla quale non avrebbe creduto nemmeno un bambino. Gli investimenti a volte vanno male (almeno a noi comuni mortali) mica siamo tutti come b che gli azzecchiamo sempre. Intanto ci sarebbe da dire che: "Sebbene l’accordo fosse avvenuto all’interno di un piano di espansione che aveva portato Telecom ad acquisizioni in diverse nazioni, in seguito all’elezione di una nuova maggioranza di governo la vicenda e il suo relativo sviluppo suscitarono l’interesse del Parlamento. La coalizione guidata da Silvio Berlusconi decise di istituire una Commissione d’inchiesta dedicata al caso1. Il centrosinistra rinnegò sempre la liceità della commissione, definendola uno strumento di propaganda, fino ad abbandonarne i lavori2." Alla fine la commissione come Ella stessa scrive non cavò un ragno dal buco, ergo aveva ragione da vendere il centrosinistra quì citato! Inoltre diciamo pure che: "Secondo quanto regolavano le procedure in vigore fra le società a partecipazione statale e il ministero del Tesoro, la Telecom non aveva bisogno d’informare o di attendere autorizzazioni e poteva stabilire simili accordi di compravendita in autonomia, il che escluderebbe un ruolo di Romano Prodi nella vicenda. Questo sistema era stato predisposto dal ministro del Tesoro Carlo Azeglio Ciampi in vista delle privatizzazioni che il governo aveva programmato, per meglio garantire i mercati da interferenze di tipo politico."; infatti:"Il 7 maggio 2005 il GUP della Procura di Torino Francesco Gianfrotta archiviò l’indagine aperta nel 2001 sui vertici di Telecom del ‘97 (Tomaso Tommasi di Vignano e Giuseppe Gerarduzzi). Dalla richiesta di archiviazione emerge un particolare (non penalmente rilevante) che investe direttamente *l’On. Italo Bocchino, membro della commissione parlamentare d’inchiesta*. Nel 2001, Bocchino ricevette dalla "Finbroker", società finanziaria con sede a San Marino, 2 miliardi e 400 milioni di lire per il quotidiano napoletano Roma (del quale l’On. Bocchino è editore12). Quel denaro proveniva dai 14 miliardi di lire in contanti che erano stati percepiti dal conte Gianni Vitali per la sua mediazione nell’affare Telekom Serbia.13". Faccia uno sforzo di memoria: di quale maggioranza faceva parte all’epoca l’on. Italo Bocchino ?

4) Come direbbe lei "deve le sue fortune a mr b" :-)) (ha visto, l’ho citata pure io). Di Pietro faceva il magistrato e lo faceva bene. Questa è storia accertata da decine di sentenze di assoluzione nel merito, non di chiacchiere bananas ! Se la politica corrotta non avesse fermato lui ed il pool di mani pulite, oggi ci ritroveremmo un paese un po’ più civile ed un tantino meno corrotto. Si vede che doveva andare così.

5) Minkia con un curriculum del genere il ministro del tesoro avrebbe dovuto essere riina non tremonti ! Il solito stato di diritto a fasi alterne: in una democrazia occidentale la magistratura svolge i propri accertamenti, se uno è innocente viene assolto, se colpevole condannato. Noi da buoni italiani (siamo creativi) ci siamo inventati la terza categoria: il PERSEGUITATO al quale è consentito DIFENDERSI dai magistrati (non dalle accuse come nei paesi civili). Ma se la magistratura non viene messa nelle condizioni di accertare la verità anzi, viene ostacolata in mille modi e con mille leggi, come faccio a sapere se l’imputato o l’indagato è colpevole o innocente ? Chi mi dice che non erano perseguitati anche riina e provenzano ? Le dichiarazioni di francesco "sandokan" schiavone al processo sono state le medesime fatte da mr b: "i magistrati comunisti sono invidiosi e mi perseguitano perchè sono un imprenditore di successo". Guardi bene quì: http://nonleggerlo.blogspot.it/2010/04/se-berlusconi-oibo-parla-come-un.html.

6)Ma è proprio la verità giudiziaria che dà forza alle mie affermazioni. Infatti se legge bene la sentenza (per intero non dove le conviene) ha accertato che t ha diffamato s. paragonandolo ad una muffa o ad un lombrico, il tribunale dichiara anche che:" le richieste di chiarimenti, da parte di Travaglio, circa i rapporti di Schifani con esponenti della mafia siciliana rientrino nel diritto di cronaca, nel diritto di critica e nel diritto di satira". Dato che finge di non capire glielo spiego meglio: se t non avesse dato del lombrico ad s, non sarebbe stato condannato perchè i rapporti con la mafia che t rappresenta sono SACROSANTA VERITA’ (non per niente c’è un’inchiesta giudiziaria). La domanda era dunque: la seconda carica dello stato (che la mafia la deve combattere) deve chiarire quelle frequentazioni ? E se quei figuri (BOSS MAFIOSI) con i quali è stato in società conservassero documenti dell’epoca che lo rendessereo ricattabile ? Ribadisco inoltre che quanto sopra non costituisce il solo punto di contatto tra schifani e mafia.

Ma pensa davvero di mettermi in difficoltà citando i rapporti mafiosi di ciuro ? Ciuro lavorava da tempo presso la procura di Palermo ed aveva collaborato più volte con Giovanni Falcone: anche lui colluso come travaglio ? Il resto sono le sue solite illazioni ad minkiam contro travaglio, le lascio lì.

Lei scrive: "e ora la parte piu’ divertente… il presidente di sezione della corte d’appello di Roma, dottor maisto,per depositare la motivazione non ha impiegato i consueti sessanta giorni… ha impiegato un anno, dall’8 gennaio 2010 al 4 gennaio 2011….il processo, d’altronde, era di quelli che a un magistrato scrupoloso tolgono il sonno e impongono riflessioni (2 paginette 2!!)…… e così il reato è caduto in prescrizione….". Io leggo sul documento: "roma 8 gennaio 2010"; " depositato in data oggi $4 gennaio 2010" ($ perchè non leggo bene il primo numero d’avanti al 4, lei dice che si tratta di 14, lo prendo per buono) Mi direbbe per cortesia da dove desume la data del 4 gennaio 2011 ?

7) Guardi che io non colloco nessuno, travaglio si è sempre detto di dx ed io non ho motivo di dubitarne, il resto è un problema suo (e di tantissimi che fanno la sciocca equivalenza: antiberlusconiano=comunista). E’ bravo a trovarsi le fonti ? Se lo dice Lei ! Fa parte anche quello dell’attività di segugio che deve svolgere un gionralista d’inchiesta.

8) "…Stiamo scrivendo la stessa cosa"… dice ? Vediamo se è così. Lei sostiene che montanelli lasciò spontaneamente "il gionrale" da lui fondato ed a lui caro come un figlio perchè non si accordò economicamente con b. Prima travaglio, poi lo stesso montanelli dichiarano che b lo mise scorrettamente alla porta convocando a sua insaputa il consiglio di redazione ed impartendo ad esso ordini diretti, scavalcando il direttore. Montanelli sostiene di aver litigato con b perchè quest’ultimo minava l’INDIPENDENZA del proprio giornale che avrebbe dovuto fare, riporto testualmente "LA POLITICA DELLA MIA POLITICA". In soldoni: feltri cercava di screditare montanelli vaneggiando di assurde incoerenze tra un berlusconi imprenditore, ottimo editore ed un b politico, editore liberticida. Travaglio (pensa tu che delinquente) racconta come sono andate le cose, montanelli conferma e RINGRAZIA travaglio per aver detto semplicemente la verità, FELTRI dichiara:" IO NON HO DETTO NULLA DI DIVERSO" (non smentendo su una virgola travaglio e montanelli !) Dunque se stiamo dicendo che "il giornale" edito da b (sulla carta da paolo ma la verità la conosce anche lei (toh, un’altro reato !)) NON E’ un quotidiano libero ma un MEZZO DI PROPAGANDA, in effetti diciamo la medesima cosa.
In fine montanelli era di dx, un liberale, dipingeva b come un fascista (NON LIBERALE): sarà mica per questo che promette da 20 anni una rivoluzione LIBERALE che non realizza (e non realizzerà) MAI ?

Come vede nessun problema anzi, se dovesse aver bisogno di striglie o altro sapone sono a sua disposizione.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

X VII
Ti ringrazio, ma è per sé già qualificante chi per difendersi tira in ballo certi discorsi.
Comunque, devo ammettere che Woodstock ha ragione: l’ho chiamato menzognero e sono costretto a reiterare questo termine. Il signorino non ha dimostrato niente, anzi ha dimostrato esattamente l’inverso travisando intenzionalmente un mio commento.
Odio le menzogne, soprattutto quando sono plateali e usate per uscire da situazioni spinose.

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@massensis
Grazie a te per l’attenzione.
Purtroppo oggi Monti è il male minore. Dobbiamo turarci il naso e sopportarlo. Riesci solo a immaginare cosa avrebbero combinato popoli viola, blackblock, notav e compagnucci vari …(tutti scomparsi!) ….se b. non si fosse dimesso? Saremmo alla guerra civile …

-1
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ massenis:

Il crucco che "si sta ancora leccando le ferite", al secolo Martin Schulz, a lei piacendo sarebbe il Presidente del Parlamento Europeo, dunque anche il SUO Presidente. Le parole proferite da b nella circostanza da Lei citata suscitarono l’indignazione di TUTTO il Parlamento Europeo e furono censurate in primis dall’allora presidente PAT COX (Gruppo del Partito Europeo dei Liberali, Democratici e Riformatori).

La dichiarazione "montiana" criticata dai tedeschi suonava + o – così: "i governi devono operare non tenendo conto del parlamento, dettando loro l’agenda e la linea politica ad esso". A questa EVIDENTE PANZANA, i tedeschi hanno risposto (a parer mio giustamente), che non tener conto del parlamento equivale ad espropriare i cittadini della democrazia. Monti a questo punto ha dovuto correggere il tiro.

Woodstock:

"Compagnucci" a parte se b non si fosse dimesso l’avrebbero sfiduciato (non aveva più la maggioranza): quando la barca affonda si fa a gara per abbandonare la nave. Se non fosse stato sfiduciato saremme già in "liquidazione", svendendo lo svendibile. In altre parole staremmo decisamente peggio di adesso.

+1
+ -
#
Utente wolf wolf oltre 7 anni fa

eh settimo settimo

devi veramente averne tanto sapone e t(s)anta pazienza

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

1.Siamo alla frutta mr.7 … La quint’essenza della propaganda antiberlusca degli ultimi anni … mi parli di atteggiamento benevolo di F.Q. verso il P.D. e facendo il gioco delle 3 carte …puf …spariscono vendola e SEL! Poi mi arrivi a postare quel che dice baffino "il f.q. è un giornale tecnicamente fascista" ben sapendo che Padellaro è l’ex direttore dell’unità (sto ancora ridendo)! … e infine addirittura l’elenco dei torti giudiziari subiti a sinistra (lol) … e la BR in procura …
Quando non si sa più che dire non è necessario arrivare a questi livelli e raschiare il fondo del barile, a un certo punto bisogna avere il coraggio di fermarsi perché poi si sprofonda nel ridicolo …

2. Come fai a dire che per Dell’Utri “La magistratura potrebbe non trovare prove sufficienti o non motivare correttamente le sentenze, ai fini dell’accusa di concorso esterno …”ti sbagli! le prove si sono!! Ci sono reati inconfutabili ammessi dallo stesso Senatore con centinaia di testimoni (beh almeno 2 testimoni sono sicuri…)!! E anch’io sono costretto ad ammettere che mi ero sbagliato e non ero a conoscenza dei gravi reati commessi dal Senatore … “partecipazione a matrimonio continuato con ricettazione di nozze d’oro” e “concorso esterno in qualità di Padrino a battesimo con l’aggravante di favoreggiamento della 1^ comunione” …
Ma seriamente sai qual è la cosa più stomachevole? è che come al solito si scomoda Giovanni Falcone a sproposito, soprattutto quando se ne appropriano magistrati che partecipano a congressi di partiti comunisti e a feste dell’unità … come dire “la quintessenza dell’imparzialità”…
Allora … se proprio lo devi nominare cerca almeno di essere preciso … innanzitutto ti confermo che c’era la sua firma in una delle prime sentenze che prefiguravano il concorso esterno in associazione mafiosa (il cosiddetto maxi-ter) contento? Il giudice però si pose «il problema dell’ipotizzabilità del delitto di associazione mafiosa anche nei confronti di coloro che non sono uomini d’onore, sulla base delle regole disciplinanti il concorso di persone nel reato» (Tribunale di Palermo, Ufficio Istruzione, 1987, p. 429). Nella realtà infatti Falcone non contestò mai questo reato da solo, al di fuori di un contesto di ulteriori e sicure ipotesi di reato. Ecco perché, nel mio post precedente ti ho citato la sua frase che trovi nel noto libro/intervista “cose di cosa nostra” sull’applicazione del 416bis (con santa pazienza striglia e sapone ci riprovo a farlo capire!): dice il giudice Falcone: «Non sembra abbia apportato contributi decisivi nella lotta alla mafia. Anzi, vi è il pericolo che si privilegino discutibili strategie intese a valorizzare, ai fini di una condanna, elementi sufficienti solo per aprire un’inchiesta». Elementi sufficienti solo per aprire un’inchiesta se non c’è un reale castello accusatorio!!! (l’avrà capito?…mah).
E’ questo il motivo per cui Il procuratore Iacoviello ha parlato di «gravi lacune» giuridiche della sentenza d’appello per mancanza di motivazione e mancanza di specificazione della condotta contestata a Dell’Utri, che a suo avviso deve essere chiarita e ancora … Nessun imputato deve avere più diritti degli altri ma nessun imputato deve avere meno diritti degli altri: e nel caso di Dell’Utri non è stato rispettato nemmeno il principio del ragionevole dubbio. (ragazzi che fatica!)
… ma poi in definitiva non capisco di cosa ti preoccupi! La Suprema Corte di Cassazione ha rinviato ad altra corte di appello il processo che sarà rifatto … giusto? … coraggio compagni … non è ancora finita … Continuate a lucidare la forca!!!
Cosa ti spunta dalle tasche? Ops … un paio di manette.

Questa poi è bellissima … “D’alema? Sarebbe dovuto sparire da anni, è anche per quello che il pdl esiste ancora” … ma da dove le prendi ste battute? Dal libro delle barzellette di totti? (lol)

3) Non ti incartare … ti rifaccio la domanda:

- chi ha effettuato una campagna stampa su presunte tangenti mai provate dovrebbe vergognarsi e chiedere scusa;

- chi ha sperperato 878 miliardi del contribuente italiano per acquistare il bidone Telekom Serbia dovrebbe vergognarsi e chiedere scusa.

Possibili risposte:
a. si vergognino entrambi;
b. si vergognino i giornali perché Prodi ha speso bene i soldi del contribuente;
c. si vergogni Prodi perche ha speso male i soldi del contribuente italiano.

Segnare con una x la lettera a, b , c. Facile no?

4) ti dirò di più … non mi vergogno ad ammettere che all’inizio ho fatto il tifo per di pietro e il pool di mani pulite … all’inizio … poi però si è capito che colpiva solo in una direzione … al centro (pentapartito) mentre la sinistra se la sfangava alla grandissima … ma questa è un’altra storia (sempre disponibile ad aprire un’eventuale discussione.

5) solita quint’essenza della propaganda antiberlusca … veramente noioso.

6) OK visto che fai il finto tonto vediamo chi è davvero il “compagno di merende” di travaglio … ops scusa volevo dire “compagno di vacanze”. Ciuro e il pm Antonio Ingroia (non Falcone … Ingroia!), nei primi anni Duemila, dividevano la stanza dell’ufficio al secondo piano del palazzo di giustizia palermitano. Fu lui a indagare su Marcello Dell’Utri e sui finanziamenti Fininvest, fu lui che il 26 novembre 2002 compartecipò all’interrogatorio di Silvio Berlusconi a Palazzo Chigi dopo vergato un’informativa sul Cavaliere, e fu lui, tra l’altro, a deporre al processo Dell’Utri e a sostenere che un nipote di Tommaso Buscetta fosse stato socio di Fininvest (sic!)… Ecco a chi si affidavano per le indagini e le testimonianze il tuo caro PM frequentatore di congressi comunisti ed il tuo caro scrittore di romanzi … ad un malavitoso amico e colluso di mafiosi.
E poi si lamentano se un Magistrato (M maiuscola) annulla i processi farlocchi.

Comunque su questa storia di compagni di vacanze, mafiosi e lombrichi lascio la parola a chi ne sa piu di me e di te … un giornalista G. D’avanzo che non credo potrai tacciare come berlusconiano … buon divertimento …

http://www.repubblica.it/2008/05/sezioni/politica/insulti-schifani/travaglio-vacanze/travaglio-vacanze.html

Torniamo ancora sulla data della sentenza contro Travaglio (haimè). Dopo la tua accusa secondo cui il sottoscritto pubblica “minkiate” …“(io ciò che Lei posta lo leggo o pensa di poter pubblicare qualunque minkiata ?)” … sono andato a controllare la sentenza ed in effetti il 4 del datario aveva indotto in errore anche me quando la scorsa settimana ho postato i tempi della sentenza … ma una persona con un po’ di logica avrebbe potuto fare come ha fatto il sottoscritto … stampare la pagina con una stampante di buona risoluzione e magari aiutandosi con una lente vedere il n.1 davanti al 4. Oppure … anche senza stampanti e lenti di ingrandimento, andare per deduzione logica… (lo so è difficile… qui ci vuole tanta striglia!) visto che la firma del giudice è stata posta l’8 gennaio 2010 la conseguenza è che la data di deposito della sentenza, dove risaltava il numero 4, poteva essere solo il 14 o il 24 visto che era impossibile fosse avventa il 4 gennaio (4 giorni prima!). Ma! Poiché il 24 era domenica l’unica data reale di deposito poteva essere solo il 14 gennaio 2010!!! Questo il ragionamento da fare con un po’ di logica e buon senso … tu invece hai scelto la terza soluzione, ovvero accusare il sottoscritto di “sparare minkiate”. Questo episodio, di per se stupido, è sintomatico del modo di ragionare degli “antitutto” come te … accusare chiunque non la pensi come te di “sparare minkiate” senza analizzare la logica e la realtà dei fatti.

7) in merito alle fonti di t. ha già parlato d’avanzo.

8) non c’è niente da fare … è dura fartelo capire … ma ci riprovo … ho tanta tanta pazienza. Innanzi tutto quello che dice il ragazzo di bottega t. vale poco più di 0 visto che non partecipava alle riunioni del direttivo e quindi non ne era testimone. Tutto ciò che M. dice dopo la fatidica data della riunione del direttivo 8 gennaio 1994 (compresa la solita telefonata che riproponi per l’ennesima volta) contro b. è condizionato da anni di odio ed incazzature verso b. per il mancato finanziamento del Giornale con conseguente uscita di M..
Ripropongo la domanda che fingi di non vedere … se b. avesse acconsentito a tirar fuori i soldi nella famosa riunione del 8 gennaio 1994 senza far incazzare M. … M. avrebbe sparato a zero contro mister b. e la sua discesa in campo?

+0
+ -
#
Utente Calciopoli Calciopoli oltre 7 anni fa

Woodcock e co. è piu’ semplice parlare ad un asino che a voi , mi fate pena .Poveracci

+1
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

hahhahaha ma chi sei? sara35 hahahahahahah

-1
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

occhio saretta che se ti becca funize ti banna pure sto nick ahahahahah

-1
+ -
#
Utente Massensis Massensis oltre 7 anni fa

Caro VII, la risposta te l’ha data Woodstock. Te la ribadisco:
<<Purtroppo oggi Monti è il male minore. Dobbiamo turarci il naso e sopportarlo. Riesci solo a immaginare cosa avrebbero combinato popoli viola, blackblock, notav e compagnucci vari …(tutti scomparsi!) ….se b. non si fosse dimesso? Saremmo alla guerra civile …>>.
Non posso che assistere disgustato, stomacato e avvilito al cambio di passo che si è registrato nei mass media dopo le dimissioni di Berlusconi, beninteso dimissioni causate soprattutto dalla fuga dei topi dalla nave che affonda. Gli schettini del pdl, da fini alla carlucci, ai giovani virgulti Pisanu e Scajola, hanno fiutato l’aria e sono fuggiti verso altri, sicuri lidi oppure hanno profondamente minato le fondamenta del partito per luridi tornaconti elettorali.
Sic transit gloria mundi, ma io preferivo Silvio e le Orgettine (voluto).

-1
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ Woodstock.

Un vecchio proverbio dice che il riso abbonda sulla bocca degli stolti ma lei dirà che anche questa è bieca propaganda antiberlusconiana e che l’autore era comunista.

1)Vendola (dunque sel) era in prima ricorda ? Il pd ed errani non c’erano ma perchè il f.q. è benevolo nei confrontio del pd (glielo deve spiegare lei però, loro non l’hanno capito). Per il resto come ho detto penso ci siamo detti tutto sull’argomento. Dice bene poi, padellaro è EX direttore dell’unità: secondo lei si sono lasciati con baci ed abbracci vista la linea del f.q. ? …Addirittura l’elenco dei torti subiti a sx…: Fa male sbattere il muso contro la VERITA’ ? Lei scrive " E’ normale per te la fuga di notizie coperte da segreto istruttorio che guarda caso avviene sempre contro politici del centrodestra?" Io semplicemente RISPONDO alle sue (solite) INSULSE ILLAZIONI (bananas). In fine non ho sentito nessun’altro all’infuori dei berluscones parlare di BR in procura, salvo poi, incassate sentenze favorevoli, non averne più parlato: ci sono ancora o sono sparite ? E se la magistratura è pilotata dalle BR come mai ha prescritto b (8-9 volte) e non lo ha condannato ?

2) Lei capisce benissimo,FINGE semplicemente di non capire. Io non ho parlato di REATI, quelli li lascio stabilire a chi di dovere, ho parlato di COMPORTAMENTI ACCERTATI (le frequentazioni di dell’utri ed i quattrini intascati da scajola) RIPETO ACCERTATI: se per lei fraternizzare con mafiosi sarebbe gravissimo per un giornalista (ciuro non era mafioso, lo dicono le sentenze, aver favorito la mafia ed essere mafiosi sono reati DISTINTI ma fa nulla, per lei se c’è di mezzo mr t diventa mafioso anche il Papa) e cosa trascendentale per un politico (nel caso di dell’utri erano proprio MAFIOSI non favoreggiatori e PEZZI DA NOVANTA non picciotti), ne prendiamo atto, abbia il coraggio delle sue opinioni e lo dichiari apertamente ! Dichiari anche che per lei è normale che un Ministro della Repubblica si faccia pagare la casa da un imprenditore senza spiegare a che titolo pigliava quei soldi anzi, dichiarando di non saperne niente. In effetti a chi non è mai capitato che un imprenditore benefattore gli abbia pagato il 70% del valore della casa pro-bono. Quel politico è ancora uno dei maggiori esponenti di spicco del pdl. Poi sarei io quello che sprofonda ne ridicolo.

Per quanto attiene al merito della sentenza dell’utri, sono stanco di ripetere cose gia più volte scritte, la rimando dunque alla scuola di recupero del prof. beppestarnazza. http://www.funize.com/Il_Fatto_Quotidiano/2012/7/26#comment-96268.

P.S.: le manette le ha già messe lei a travaglio anche in assenza di sentenza definitiva definendolo "delinquente" vada pure a rileggersi: http://www.funize.com/Il_Fatto_Quotidiano/2012/7/26#comment-96070. Dov’è il suo GARANTISMO ? A chi spunterebbero le manette dalla tasca ?

3) Anche quì finge di non capire (le conviene! O forse no!) Intanto un po’ di aritmetica: 876-300=576, questi sono i quattrini che il gov. prodi avrebbe sprecato (anche quì risulta impreciso). Dal mio precedente: " …l’accordo fosse avvenuto all’interno di un piano di espansione che aveva* portato Telecom ad acquisizioni in diverse nazioni*…" ; "Secondo quanto regolavano le procedure in vigore fra le società a partecipazione statale e il ministero del Tesoro, la Telecom non aveva bisogno d’informare o di attendere autorizzazioni e poteva stabilire simili accordi di compravendita in autonomia, il che escluderebbe un ruolo di Romano Prodi nella vicenda. Questo sistema era stato predisposto dal ministro del Tesoro Carlo Azeglio Ciampi in vista delle privatizzazioni che il governo aveva programmato, per meglio garantire i mercati da interferenze di tipo politico."
In altri termini, premesso che quello serbo non fu l’unico investimento "espansionistico" di Telecom, l’ente aveva una sua autonomia e Prodi non poteva metterci il naso ! Se qualcuno dovresse delle scuse, sarebbero gli allora dirigenti telecom Tomaso Tommasi di Vignano e Giuseppe Gerarduzzi sui quali non a caso fu aperta un’inchiesta (archiviata).
La risposta è d), si vergognino i giornali, prodi non c’entrava una cippa ! D’altra parte la VERITA’ GIUDIZIALE ha accertato che il governo non ha avuto responsabilità nella cosa ma si potrebbe sempre nominare un’apposita commissione parlamentare d’inchiesta… OOPSS !

4) Anche quì farneticazioni. L’inchiesta di Milano nasce prorpio da mazzette del pci (do you know primo greganti ?). La sinistra l’ha sfangata perchè: 1)i reati di finanziamento illecito erano parzialmente amnistiati; 2) greganti e gli altri compagni coinvolti non fecero mai altri nomi. Questa è storia ACCERTATA come scrivevo, da decine di sentenze (ma per lei questa deve essere la "fase alterna negativa" dello stato di diritto). I magistrati del pool di Mani Pulite, che erano stati inizialmente denigrati dalla sx ed osannati dalla dx, guardacaso diventano rossi quando arrivano a b: che coincidenza !

5) Sarà pure noioso ma me lo dica lei come faccio a distinguere un cittadino da un poco di buono se si ostacolano gli accertamenti della magistratura ! Scusi ma non eravamo in uno stato di diritto ? Se riina si fosse "legittimamente difeso" dalla magistratura rossa che lo perseguitava sarebbe considerato ad oggi capo di cosa nostra ? Bastava depenalizzare il 416 bis come si è fatto con il falso in bilancio. Come diceva il buon "marcello": "la Mafia ? NON ESISTE !" Chissà cosa ne pensava il suo EROE Falcone. OOPSS, mai tirarlo in causa quando non conviene potrebbe risultare "stomachevole". L’ho invitata più volte a citare i link ed a pubblicare per intero i documenti: una frase stralciata da un contesto potrebbe risultare stravolta nel suo significato (travaglio docet).

6) La informo (dimostra di non saperlo) che tutta quella faccenda di travaglio è partita proprio da d’avanzo che inizialmente per altro, prese un grosso abbaglio, credendo alle dichiarazioni di aiello che sosteneva di aver pagato le vacanze a t. Di quei pagamenti mr t. (che non è formigoni) ha prodotto ricevuta smentendo prima aiello, poi d’avanzo.

Per il resto, come sempre, al di là di quelle che possono essere, giuste o sbagliate le mie opinioni, le faccio rispondere dal diretto interessato:

"Egli (d’avanzo)sostiene di aver tirato in ballo le mie vacanze a proposito (si fa per dire) di Schifani per "applicare il principio ‘tu quoque’: atti uguali vanno valutati a uguali parametri". Bene, vediamoli questi "atti uguali". A) Io conosco, come decine di cronisti giudiziari, un sottufficiale della Guardia di Finanza che lavora all’antimafia fin dai tempi di Falcone e che mi suggerisce un albergo a Trabia e un residence ad Altavilla. Io ci vado e, ovviamente, pago il conto (anzi, in albergo pago il doppio del prezzo inizialmente pattuito). Poi il maresciallo viene arrestato e condannato per aver passato notizie riservate a un indagato (Aiello). B) L’avvocato Renato Schifani, alla fine degli anni 70, entra nella "Sicula Brokers" in società con l’amministratore dei cugini Salvo (arrestati di lì a poco per mafia da Falcone), con Benny D’Agostino (arrestato e condannato per mafia negli anni 90) e con Nino Mandalà (arrestato e condannato come boss di Villabate sullo scorcio degli anni 90). Non li incontra per il lavoro che fa: ci entra in società, ci fa soldi, affari, lucro. Prima di essere arrestato, Mandalà si sposa e Schifani presenzia al suo matrimonio. Poi diventa consulente urbanistico del comune di Villabate, nominato da una giunta considerata dai magistrati "nelle mani" di Bernardo Provenzano e Nino Mandalà. Poco tempo dopo, il comune di Villabate verrà infatti sciolto due volte per mafia. Dimenticavo. A) Io sono un privato cittadino. B) Schifani, già capogruppo di Forza Italia al Senato, è la seconda carica dello Stato. Qualcuno davvero può pensare che A è uguale B? Qualcuno può davvero sostenere che non si dovessero raccontare, in vari libri e in tv, le frequentazioni del presidente del Senato? Era poi tanto campata in aria una battuta, quella su lombrichi e muffe, che intendeva semplicemente segnalare lo scadimento della nostra classe politica e rammentare il principio universale secondo cui chi ricopre alti incarichi pubblici non dev’essere nemmeno chiacchierato? Troppo spesso, in Italia, "si guarda al dito anziché alla luna" perché "l’informazione che racconta la malattia del Paese, dei veleni che lo inquinano, dei detriti che ne condizionano le decisioni diventa, in questa interpretazione, addirittura una patologia e non una delle possibili terapie per immunizzare il discorso pubblico". Ma "pensare che l’informazione sia la malattia del Paese e non una delle necessarie terapie alle patologie della politica può essere una strada senza ritorno alla vigilia di una stagione che, in modo esplicito, vuole attenuare i contrappesi di un potere che non riconosce alcun limite a se stesso. Dove si canta una sola nota, le parole non conteranno più". Sono parole che condivido in pieno. Le ha scritte Giuseppe D’Avanzo su Repubblica il 1° agosto 2008. Chissà se le condivide anche lui."

Marco Travaglio

Quì il link, volesse (dubito) informarsi in maniera più completa: http://temi.repubblica.it/micromega-online/davanzo-vs-travaglio-nuovo-botta-e-risposta/ riportante "botta e risposta".

La data sulla sentenza di mr t.:
Brillante deduzione sherlock holmes ! Ora che abbiamo assodato che non potrebbe che trattarsi del 14 gennaio 2010, dato che Lei scrive: "e ora la parte piu’ divertente… il presidente di sezione della corte d’appello di Roma, dottor maisto,per depositare la motivazione non ha impiegato i consueti sessanta giorni… ha impiegato un anno, dall’8 gennaio 2010 al 4 gennaio 2011….il processo, d’altronde, era di quelli che a un magistrato scrupoloso tolgono il sonno e impongono riflessioni (2 paginette 2!!)…… e così il reato è caduto in prescrizione…."; la domanda era, come direbbe lei, "di quelle che tolgono il sonno": "Mi direbbe per cortesia da dove desume la data del 4 gennaio 2011 ?". La cosa è molto semplice: se mi dice dove la leggo tutto bene, le presento le mie scuse, in caso contrario ha scritto una minkiata. Non è questione di opinioni, sono FATTI !

7) Le fonti di un giornalista possono essere le più svariate, non è detto che debbano essere stinchi di santo, il compito di un giornalista è informare, non fare giustizia. Ma che glielo dico a fare…

8) A guardare i fatti si direbbe che b i cordoni li abbia aperti eccome ! Il fatto è che, come testimonia montanelli (e confermano i FATTI), quei finanziamenti b li avrebbe concessi solo se il giornale avesse fatto "la politica della sua politica" (montanelli dixit), cosa che dopo la cacciata di montanelli puntualmente avvenne. Quello che non si domanda però è: perchè feltri, che al contrario di travaglio non faceva il garzone, non smentisce nel merito nè montanelli nè travaglio dichiarando anzi "NON HO DETTO NULLA DI DIVERSO" ?

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

X Massensis
Per non perdersi in chilometriche disquizioni vorrei porti una domanda semplice:
Come si può preferire un non galantauomo e notissimo menzognero ad un’altra qualsiasi persona onesta?

+0
+ -
#
Utente BeppeStarnazza BeppeStarnazza oltre 7 anni fa

C’è poco da aggiungere ai chilometrici post dell’utente VII.

Metto in risalto solo 2 aspetti.

Primo punto.
Su Dell’Utri ho scritto estesamente nella prima parte di questo intervento:
http://www.funize.com/Il_Fatto_Quotidiano/2012/7/26#comment-96268

per correggere certe interpretazioni "fantasiose" (eufemismo) comparse in questo intervento:
http://www.funize.com/Il_Fatto_Quotidiano/2012/7/26#comment-96266
secondo cui il Dell’Utri, poverino, sarebbe addirittura vittima di una persecuzione giudiziaria.
:D
:D

Per tutta risposta ho riportando link e stralci dalle MOTIVAZIONI della Cassazione con cui ha annullato con rinvio la sentenza d’appello di condanna a sette anni di reclusione per il senatore del Pdl Marcello Dell’Utri per concorso esterno in associazione mafiosa.
Ho ricordato che alcune parti della precedente sentenza sono state confermate. Come quella in cui è sancita la colpevolezza del senatore per i fatti precedenti al 1974. È stato definitivamente accertato che Dell’Utri, «avvalendosi dei rapporti personali di cui già a Palermo godeva con i boss, realizzò un incontro materiale e il correlato accordo di reciproco interesse tra i boss mafiosi e l’imprenditore amico Berlusconi», hanno scritto i giudici. Un’intermediazione da cui derivò «l’accordo di protezione mafiosa propiziato da Dell’Utri» in favore del futuro presidente del Consiglio.

Ma a distanza di poche ore mi si replica di nuovo:
http://www.funize.com/Il_Fatto_Quotidiano/2012/7/26#comment-96287
con le parole del pm Iacoviello!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Io riporto STRALCI delle MOTIVAZIONI della SENTENZA della CASSAZIONE (le parti CONFERMATE e DEFINITIVE) e mi si replica con le richieste del pm che sosteneva l’accusa in quel procedimento?
Vale di più una requisitoria dell’accusa o piuttosto la SENTENZA?
Qualcuno forse pensa di prendermi in giro??
:D
:D
Mi metto a ridere, altrimenti potrei pensare a malafede manifesta.

Secondo punto.
Ritorno per l’ennesima volta su Telekom-Serbia, che è entrata in questa discussione, lo ripeto per chi perde facilmente il filo del discorso, SOLO per la campagna mediatica di FANGO e CALUNNIE del 2003.

Metto di nuovo in risalto il paragrafo tratto da Wikipedia:

Secondo quanto regolavano le procedure in vigore fra le società a partecipazione statale e il ministero del Tesoro, la Telecom non aveva bisogno d’informare o di attendere autorizzazioni e poteva stabilire simili accordi di compravendita in autonomia, il che escluderebbe un ruolo di Romano Prodi nella vicenda. Questo sistema era stato predisposto dal ministro del Tesoro Carlo Azeglio Ciampi in vista delle privatizzazioni che il governo aveva programmato, per meglio garantire i mercati da interferenze di tipo politico

Nell’inchiesta della Procura di Torino del 2001 (nata dall’inchiesta giornalistica di Repubblica) non c’è cenno alcuno a Prodi, il cui nome compare invece eccome nella campagna di MENZOGNE e CALUNNIE fabbricate a tavolino e recitate dal burattino Marini nel 2003.
Nella seconda parte di questo intervento:
http://www.funize.com/Il_Fatto_Quotidiano/2012/7/26#comment-96268
ho riportato stralci dalla condanna del burattino, le ripeto per chi fa finta di non vederle:

i politici tirati in ballo da Marini e gli altri, " furono travolti da dichiarazioni devastanti, di una gravità inaudita e prive di qualsiasi concreto fondamento ". Inoltre " di quello scandalo fu fatto un grande uso politico perché quello che Marini andava sostenendo al pari di alcuni soggetti che trafficavano in titoli falsi da monetizzare è stato cavalcato per motivi mai chiariti dalla commissione parlamentare d’inchiesta ".

"Le indagini da quanto emerso in dibattimento hanno sancito l’insussistenza di tangenti e, al contrario, l’esistenza di calunnie verbali e documentali ". Secondo il magistrato, " non esiste alcun riscontro positivo alle tantissime dichiarazioni fatte da Igor Marini ai magistrati al punto che il caso Telekom Serbia puo considerarsi la madre di tutti i tentativi di denigrazione dell’avversario politico
"

Mi chiedo dunque: sulla base di quali documenti si continua a sostenere una responsabilità diretta di Prodi nella vicenda?

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ Beppestarnazza.

Ringrazio anche quì per le puntuali (come sempre) precisazioni.

Preciso a mia volta che al di là dei risvolti penali della vicenda dell’utri (utile ricordare che lo zio marcello "Nel 1999 Ha patteggiato la pena di due anni e tre mesi di reclusione per false fatture e frode fiscale nell’ambito della gestione di Publitalia ‘80 a Torino": altro che diffamazione e multa da 1.000 euro), io mi riferivo a PRECISI COMPORTAMENTI ACCERTATI AMMESSI CANDIDAMENTE dal diretto interessato. Se frequentare BOSS mafiosi ed accettare "regalini" da imprenditori (RIPETO, SONO COSE ACCERTATE, c’è solo da vedere se costituiscono o meno reato, cosa che lascio alla magistratura) sono per WOODSTOCK comportamenti accettabili da parte di esponenti politici, ne prendo atto, abbia il coraggio delle proprie opinioni e lo dichiari apertamente ! Quello che non capisco però è come si possa poi fare delle insinuazioni ed illazzioni su travaglio (il MANETTARO WOODSTOCK (poi il giustizialista sarei io!) lo definisce delinquente anche in assenza di sentenza definitiva), per cose neanche lontanamente paragonabili a quelle quì sopra accennate. Chiaro che il discorso è riportabile a schifani come ad altri, d’alema (due volte prescritto) incluso. Per quanto riguarda in particolare scajola poi, la cosa da ridere è che riescono a prendersela con il sindaco di Bari emiliano per due "cozze pelose", mentre continuano a tenere nel partito uno che prendeva 900.000 € "a sua insaputa": quanto pesce si comprerà con 900.000 € ?

Woodstock poi si copre (ancora una volta) di ridicolo sulle date della sentenza di travaglio, imbastendo una trama da csi per fare una questione sul giorno del deposito delle motivazioni. Il problema però non è il gionro bensì l’anno ! Egli sostiene che il giudice maisto abbia impiegato un anno per depositare le motivazioni della sentenza citando le date 8 gennaio 2010 – 4 gennaio 2011, in realtà, se non capisco male, dalle date che leggo sull’atto e quelle che pare confermare il nostro acuto "investigatore", 14 gennaio 2010, sembrerebbe che il dr maisto abbia impiegato appena gg. 6. Attendo con pazienza spiegazioni in merito.

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@7
Eheheh mi stai citando in vari tuoi post … è un vero onore per me … anche se denota da parte tua un po’ di apprensione ed ansia … dormi male la notte? Tranquillo 7 ci si confronta civilmente … non c’è bisogno di innervosirsi …ancora un po’ di pazienza …
Arrivo subito …

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

@ VII
Mentre Woodstock sta cercando l’escamotage per uscire dall’ angolo dove l’ hai cacciato, io sto ancora aspettando la risposta alla semplice domanda che ho posto a Massensis.

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@7

1)Non capisco perché continui ad incaponirti su sta faccenda delle prime pagine di F.Q.. Guarda che non c’è nulla di male se la direzione di un giornale decide di mettere in risalto determinate notizie evidenziando esattamente quello che vogliono i loro lettori…(tipo … formigoni bungabunga olgettine e mignotte varie) piuttosto che altre (avvisi a PD, SEL e satelliti vari). Sta nella logica del commercio indirizzarsi verso il proprio target di lettore che, come dovresti sapere, per il F.Q. va dalla sinistra (PD) all’estrema sx di SEL passando per giustizialisti e grillini, con tracce di fli. Lo so che al lettore medio di F.Q. dà fastidio sentirsi dire che il proprio giornale è di parte … ma immagina se il risalto dato a Formigoni con titolo a 9 colonne lo avessero dato a vendola ed errani … come minimo ci sarebbe stato un crollo delle vendite. Poveracci, già sono inguaiati dal crollo di vendite dovuto a all’uscita di scena del cavaliere… devi comprenderli mr.7 … anche Pad e mister t. tengono famiglia ….

2)ok abbiamo capito … 35 anni fa si è “imbucato” al matrimonio di jimmy fauci (“imbucato” perché lo sposo manco non lo conosceva e non lo aveva invitato – lol) mentre è consentito per un giornalista (non pericoloso ma pur sempre delinquente …è stato condannato una decina di volte quindi è anche recidivo e seriale) andare in vacanza un paio di volte con un condannato per favoreggiamento non aggravato dall’agevolazione di Cosa nostra. … poi capisco che voi giustizialisti siete incazzati neri perché avevate già insaponato la corda al collo di Dell’Utri mentre il procuratore Iacoviello vi ha bacchettato facendovi notare che in Italia vige ancora lo Stato di Diritto … purtroppo per voi dovete pazientare e aspettare il prossimo processo …continuate a lucidare la forca e insaponare in cappio …

E poi di nuovo con scajola … e che palle … che dovrei fare … ricominciare con baffino e la casa dell’ente quasi aggratis? Cominci a ripeterti un pò troppo spesso … abbiamo già finito gli argomenti?

Eheheh il prof. starnazza … laureato in “taglia incollologia” con master in “incollo solo quello che mi conviene” (lol)

3)Già cominciamo male … un intero capitolo senza riferimenti e infatti inizi con la prima piccola minkiata … i miliardi sono 878 e non 876 (fonte wikipedia) che facciamo lo sconticino al mortadella?
Passiamo alla seconda grossa stavolta minkiata:
“la Telecom non aveva bisogno d’informare o di attendere autorizzazioni e poteva stabilire simili accordi di compravendita in autonomia, il che escluderebbe un ruolo di Romano Prodi nella vicenda “.
Vediamo invece che dice sempre wikipedia :
“durante il governo Prodi I nel 1997, Telecom Italia (all’epoca controllata per il 61% dal Ministero del Tesoro)”.
Allora … la Telecom controllata al 61% dal MinTes compra Telecom Serbia e il Presidente del Consiglio non sa niente? E chi è che ha tirato fuori 878 mld … Tomaso Tommasi di Vignano e Giuseppe Gerarduzzi? cioè sti 2 fessacchiotti, controllati al 61% dal Tesoro (ciampi), hanno il potere di tirar fuori quasi 1000 mld senza che il governo in carica ne sa nulla?
guarda che la tua intelligenza si offende se la prendi in giro in questo modo … a meno che vuoi prendere in giro chi ti legge … ma dovresti far di meglio …

4)Mr.7: “Anche quì farneticazioni (sarebbero le mie!). L’inchiesta di Milano nasce proprio da mazzette del pci”…
sentiamo wikipedia: “Tangentopoli cominciò il 17 febbraio 1992. Il pubblico ministero Antonio Di Pietro chiese ed ottenne dal GIP Italo Ghitti un ordine di cattura per l’ingegner Mario Chiesa, presidente del Pio Albergo Trivulzio e membro di primo piano del PSI milanese.”

hoibò mr.7! … cazzarola! … avvisiamo subito wikipedia che sta dicendo una marea di minkiate!

Poi il capolavoro di 7: “la sinistra l’ha sfangata perché”:
a.“ reati di finanziamento illecito erano stati parzialmente amnistiati” … ma niente niente è una “legge ad personam” … no scusa volevo dire “legge ad partitum” ?…
b.“ greganti e gli altri compagni coinvolti non fecero mai altri nomi” … minkia compagni picciotti … niente sacciu e nienti vogghiu sapiri…ah!!

Questa poi la mettiamo fra le frasi famose di 7 …
”I magistrati del pool di Mani Pulite, che erano stati inizialmente denigrati dalla sx ed osannati dalla dx, guardacaso diventano rossi quando arrivano a b: che coincidenza!”
… e già … che coincidenza!
- Antonio di pietro alleato con il Partito Democratico (che coincidenza!);
- Gherardo colombo nel cda della Rai su indicazione del Partito Democratico, (che coincidenza!);
- Francesco Saverio Borrelli tra i firmatari dell’appello per la candidatura di Walter Veltroni alla guida del Partito Democratico (che coincidenza!);
- Gerardo D’Ambrosio senatore del Partico Democratico (che coincidenza!).
…sono solo coincidenze …

5. se hai problemi di frasi stralciate leggiti il libro così avrai una visione completa … buona lettura.

6)mr.7: “La informo (dimostra di non saperlo) che tutta quella faccenda di travaglio è partita proprio da d’avanzo che inizialmente per altro, prese un grosso abbaglio, credendo alle dichiarazioni di aiello che sosteneva di aver pagato le vacanze a t”
cioè fammi capire … io correttamente non parlo dei pagamenti di Aiello proprio perché non c’è la prova che siano avvenuti e tu mi accusi dicendo “dimostro di non saperlo”? vogliamo chiamarla malafede?… a meno che questa è la scusa per tirare in ballo i pagamenti non provati di Aiello perché vuoi fare un pò di vittimismo …

e veniamo alle date….
Su questa questione delle date della sentenza non avevo dubbi che avrei sprecato striglia acqua e sapone … continui ad ostinarti a sostenere l’insostenibile coprendoti di ridicolo … dopo averti dimostrato con i fatti della grossa minkiata che hai sparato con questo tuo primo esilarante post secondo cui la sentenza sarebbe stata depositata prima della firma del giudice maisto:

“A proposito di sentenze, sulla sentenza della corte d’appello circa travaglio che posta c’è qualcosa che non torna con le date: "roma 8 gennaio 2010"; " depositato in data oggi *4 gennaio 2010": non sapete leggere o le date sono sbagliate? (io ciò che Lei posta lo leggo o pensa di poter pubblicare qualunque minkiata ?)

(http://segugio.daonews.com/files/2011/02/5eee23cd4273ddfdeed6dfb88845a1c3.pdf )

Non sapendo come uscirne dalla figuraccia della data del deposito 14 gennaio 2010, ora ti attacchi alla data di un altro atto ovvero quella della prescrizione 4 gennaio 2011, con questo secondo non meno esilarante post!

"Mi direbbe per cortesia da dove desume la data del 4 gennaio 2011?". La cosa è molto semplice: se mi dice dove la leggo tutto bene, le presento le mie scuse, in caso contrario ha scritto una minkiata. Non è questione di opinioni, sono FATTI !”

ecco a te … testata giornalistica indipendente Wakeupnews (by wordpress) registrata presso il tribunale di Milano Aut. Numero 411 del 07/07/2010 … è abbastanza affidabile per te?

http://www.wakeupnews.eu/toghe-%E2%80%9Crosse%E2%80%9D-travaglio-condannato-giudice-lumaca-fa-scattare-la-prescrizione/

non ho bisogno delle tue scuse spero solo che sia finita questa puerile manfrina delle date … bisogna sapere quando è il momento di fermarsi per non scadere nel ridicolo …

Se poi tutta questa manfrina che stai facendo deriva dal fatto che stai confondendo la data del deposito con la data della prescrizione sono io a doverti delle “scuse”, evidentemente avevo sopravvalutato le tue capacità e conoscenze in materia giuridica.

7) questa è strabiliante … secondo me neanche ti rendi conto di quello che scrivi … che cos’è … l’ansia da risposta?
“Le fonti di un giornalista possono essere le più svariate, non è detto che debbano essere stinchi di santo, il compito di un giornalista è informare, non fare giustizia”
io direi di metterla in un quadretto con il titolo: il manuale del perfetto infangatore … cioè fammi capire l’affidabilità dell’informatore non conta un niente? A vabbeh … dimenticavo che l’oggetto della discussione è travaglio e F.Q. … allora scusa … è tutto normale … come non detto …

8) “A guardare i fatti si direbbe che b. i cordoni li abbia aperti eccome”
quali fatti? Quali cordoni? quanti soldi?
“Troppo comodo fare sparate spacciandole per verità assolute … se mi dici dove lo leggo tutto bene in caso contrario hai scritto una minkiata! Non è questione di opinioni, sono FATTI!” (sono parole tue …).

… e rilassati … è solo un gioco … un pour parler … buona serata e buon divertimento …

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ Woodstock

Confesso di essere un po’ stanco, AVEVA RAGIONE SERGIONE sul suo conto. Fingerebbe di non vedere un treno se servisse a portare avanti le sue assurde tesi !

1) Intanto le (ri)faccio presente che il rivio a giudizio di vendola era in prima (ma la cosa evidentemente continua a sfuggirle). Non le viene invece il dubbio che il f.q. sia letto un po’ da tutti perchè è un discreto (non dico buono) quotidiano, al contrario della carta straccia che legge Lei ? Viene letto anche da gente di dx se la cosa può interessarle, non dai bananas, quelli gli tocchi b e li hai persi ! Se per lei è un giornale congeniale alla linea di pd ed a sel (che difendono monti e napolitano) va bene, ne prendo atto. Provi però a spiegarlo ai diretti interessati, secondo me non hanno capito.
Sulle fughe di notizie e sulle br nelle procure deduco che ritenga di essersi reso ridicolo a sufficienza. Bene.

2) Non deve tirarla troppo per le lunghe, deve solo avere il CORAGGIO DELLE SUE OPINIONI, poi ognuno tragga le proprie conclusioni. Le ribadisco che io a differenza SUA di reati non ho proprio parlato e baffino lec ho già detto (ma a lei conviene fingere di non aver letto) che sarebbe già dovuto sparire da un po’. Lei ha condannato travaglio in assenza di sentenza definitiva: chi sarebbe il MANETTARO e GIUSTIZIALISTA ? Le sta bene un senatore (2 con schifani) che fraternizza con mafiosi ed un ministro che prende soldi a sua insaputa ? Lo dichiari apertamente, non si nasconda dietro puerili "lol" e boiate simili !

3) Mi ha convinto, secondo me bisognerebbe nominare una commissione parlamentare d’inchiesta per accertare le responsabilità di prodi & C… OOPSS (continua a rendersi RIDICOLO). Ma poi che fa, si attacca agli errori di battitura ? Sempre più ridicolo.

4) Al di là del mio refuso su mani pulite, (in effetti non sono stato preciso su greganti-chiesa), il resto è da confermarsi in blocco. E’ storia. Mi permetta di ricordarle i cappi esposti dalle destre (a proposito di forcaioli) i cui esponenti guardacaso sono diventati ora tutti GARANTISTI (a fasi alterne come LEI però). Le coincidenze che lei elenca non sono poi così casuali: chi aveva conosciuto b ed i suoi sodali (e ne era stato perseguitato), avendo dedicato la propria vita alla giustizia, non poteva che continuare a servirla stando DALL’ALTRA PARTE ! La legga tutta la storia di mani pulite su wikipedia, legga pure da quì: http://it.wikipedia.org/wiki/Mani_pulite#1994:_La_guerra_tra_Berlusconi_e_Di_Pietro in poi.

5) Deve esserele sfuggito questo: "Sarà pure noioso ma me lo dica lei come faccio a distinguere un cittadino da un poco di buono se si ostacolano gli accertamenti della magistratura ! Scusi ma non eravamo in uno stato di diritto ? Se riina si fosse "legittimamente difeso" dalla magistratura rossa che lo perseguitava sarebbe considerato ad oggi capo di cosa nostra ? Bastava depenalizzare il 416 bis come si è fatto con il falso in bilancio. Come diceva il buon "marcello": "la Mafia ? NON ESISTE !" Chissà cosa ne pensava il suo EROE Falcone. OOPSS, mai tirarlo in causa quando non conviene potrebbe risultare "stomachevole". " Ma forse è meglio che non risponde, comincia a farmi compassione.

6)Non ho detto che LEI ha preso un abbaglio (eppure credo di scrivere in un italiano non eccezionale ma comprensibile) ho scritto che l’abbaglio l’ha preso d’avanzo (il che dimostrerebbe secondo me l’approssimatività dello stesso IN QUESTA circostanza). Se m’invita a leggermi d’avanzo dopo tutta la polemica che ha fatto fin quì, dimostra di NON SAPERE che tutta la storia nasce di là, doveva parergli chiaro che d’avanzo l’avessi GIA’ LETTO. Questo avevo scritto. Ovviamente si guarda bene da commentare il resto e devo dire che anche quì FA BENISSIMO !

Sulla data: Le ha citate lei quelle date non io, dunque mi sa dire o no da dove le desume ? Mica le sto chiedendo la luna ! Se mi cita la data del 4 gennaio 2011 da qualche parte l’ha letta o l’ha inventata ? Sul documento che posta c’è scritto TESTUALMENTE " depositato in data oggi *1*4 gennaio 2010", lei (e l’articolo che posta) mi dice che il maisto impiega anni 1 a depositare le motivazioni, a me risultano gg 6 (semplice calcoletto aritmetico): mi spiega dove sto sbagliando ? LEI (non io) SCRIVE: "il presidente di sezione della corte d’appello di Roma, dottor maisto,per depositare la motivazione non ha impiegato i consueti sessanta giorni… ha impiegato un anno, dall’8 gennaio 2010 al 4 gennaio 2011" Me la sa motivare la sua affermazione o no ?

7) Anche quì si fa del male facendo a cazzotti con la più elementare logica. Cosa c’entra l’attendibilita di una fonte con sua la fedina penale ? A questo punto i pentiti di mafia non dovrebbero essere presi minimamente in considerazione ! Se la notizia ai controlli risulta riscontrata un giornalista la pubblica, a prescindere dai reati di cui possa o non possa essersi macchiato la fonte, lapalisse.

8) In effetti è noto a tutti che al giornale di b "sono alle pezze" e che b offre paghe misere ai propri dipendenti (il solo feltri 750.000 € l’anno). Perchè feltri non smentisce in diretta montanelli ? (noto pallista, non già un maestro del giornalismo italiano). Anche a questo non avremo risposta ma sicuramente è MEGLIO COSI’.

P.S.: ma da cosa deduce che sono teso, che non dormo o minkiate simili ? L’unica cosa che ad essere completamente sincero mi infastidisce un po’ è vedere una persona (LEI) ridicolizzarsi in questo modo. Io non ho mai insultato nessuno ma ci sta pensando lei a denigrarsi e non è per me uno spettacolo piacevole.

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ Woodstock

Ulteriori precisazioni ai punti:

2) In effetti è solo molto sfortunato , s’ imbuca ad un matrimonio mentre "casualemente" era a Londra per fatti suoi e finisce col banchettare con uomini d’onore ai vertici di cosa nostra. Che sfiga ! Mi raccomando stanotte faccia il bravo altrimenti viene il babau e, tenga poi pulito il camino altrimenti a dicembre come fa babbo natale a portarle tanti bei doni, ma solo se fa il bravo eeh altrimenti carbone ! A proposito di travaglio che altro le debbo dire ciuro non era mafioso; non era una sua frequentazione abituale; era un maresciallo della guardia di finanza (insospettabile o quasi); uno è un cittadino, l’altro un senatore; (principio di elementare prudenza) cos’altro possiamo dire… Per la sentenza di Cassazione l’utente starnazza ha provato a spiegarle la differenza tra la requisitoria del p.g. (accusa) e la sentenza: se ci pensa un po’ tra qualche tempo forse ci arriva… forse…

3) "Secondo quanto regolavano le procedure in vigore fra le società a partecipazione statale e il ministero del Tesoro, la Telecom non aveva bisogno d’informare o di attendere autorizzazioni e poteva stabilire simili accordi di compravendita in autonomia, il che escluderebbe un ruolo di Romano Prodi nella vicenda. Questo sistema era stato predisposto dal ministro del Tesoro Carlo Azeglio Ciampi in vista delle privatizzazioni che il governo aveva programmato, per meglio garantire i mercati da interferenze di tipo politico" : http://it.wikipedia.org/wiki/Affare_Telekom_Serbia: Paragrafo 1, rigi 6 e 7. Ma che pure wikipedia va a fasi alterne ?? E’ attendibile solo la parte che fa comodo a lei ?

6) Sulla data della sentenza di t sono esterreffatto: le faccio una domanda, lei fa finta di non capire e risponde con cose che non c’entrano una cippa in stile csi e la brutta figura la faccio io ? Guardi che quì è tutto scritto, non è che ce le siamo dette a voce le cose. Io le chiedo dove prende la data del 4 gennaio 2011 e lei mi risponde che "è elementare watson": la data stampata sull’atto postato è 14 gennaio 2010. In effetti le ho fatto la domanda sbagliata, quella esatta è: MA CHI DIAVOLO CREDE DI PRENDERE IN GIRO ?
L’articolo che posta, parla di notifica agli avvocati di previti, non di data di deposito delle motivazioni ma la coincidenza di alcuni fattori (4 gennaio 2010 – *1*4 gennaio 2011) mi fa sospettare una SVISTA (?) CLAMOROSA dell’autore dato che parla di 361 giorni per il deposito della sentenza (che a me risulta di giorni 6: 8 gennaio 2010 – 14 gennaio 2010). Se ha la risposta definitivamente chiarificatrice la esponga altrimenti la prego: eviti di continuare a ridicolizzarsi !

+0
+ -
#
Utente BeppeStarnazza BeppeStarnazza oltre 7 anni fa

Adesso non rido più, siamo alla pura malafede bananas.

Su Dell’Utri continuano gli sproloqui a vanvera, visto che si tenta di nascondere le MOTIVAZIONI della Cassazione, quantomeno per la parte che rende DEFINITIVA la sentenza di secondo grado, con ……………….la requisitoria del procuratore Iacoviello!!!!!!!!!!!!!
Ma dico, ma chi si vuol prendere in giro?
E se venisse fuori di nuovo il caso Mills, mi devo aspettare che alla sentenza verrà contrapposta la requisitoria di Ghedini?
:D
:D
Le chiacchiere bananas stanno a ZERO, come sempre.

Ribadiamo i fatti: nell’annullamento con rinvio della Cassazione per il senatore del Pdl Marcello Dell’Utri per concorso esterno in associazione mafiosa, alcune parti della precedente sentenza sono state confermate. Come quella in cui è sancita la colpevolezza del senatore per i fatti precedenti al 1974. È stato definitivamente accertato che Dell’Utri, «avvalendosi dei rapporti personali di cui già a Palermo godeva con i boss, realizzò un incontro materiale e il correlato accordo di reciproco interesse tra i boss mafiosi e l’imprenditore amico Berlusconi», hanno scritto i giudici. Un’intermediazione da cui derivò «l’accordo di protezione mafiosa propiziato da Dell’Utri» in favore del futuro presidente del Consiglio.

Ridicolo chi continua a farneticare di persecuzione giudiziaria nei confronti di Dell’Utri.

Su telekom Serbia, rimango sempre a quanto espresso in questo intervento:
http://www.funize.com/Il_Fatto_Quotidiano/2012/7/26#comment-96268
sulla vergognosa macchina del fango bananas.

Ho fatto una domanda:
Mi chiedo dunque: sulla base di quali documenti si continua a sostenere una responsabilità diretta di Prodi nella vicenda?

E come risposta cosa ottengo? Il niente, anzi peggio, una nuova citazione dell’articolo più volte citato di wikipedia, nel quale evidentemente il paragrafo:

Secondo quanto regolavano le procedure in vigore fra le società a partecipazione statale e il ministero del Tesoro, la Telecom non aveva bisogno d’informare o di attendere autorizzazioni e poteva stabilire simili accordi di compravendita in autonomia, il che escluderebbe un ruolo di Romano Prodi nella vicenda. Questo sistema era stato predisposto dal ministro del Tesoro Carlo Azeglio Ciampi in vista delle privatizzazioni che il governo aveva programmato, per meglio garantire i mercati da interferenze di tipo politico

Non deve aver valore (un paragrafo si, uno no, in base alla convenienza. Patetico).
Eppure avevo chiesto una documentazione che sostenesse la responsabilità diretta di Prodi, non la riproposizione del medesimo articolo articolo di wikipedia che sostiene il CONTRARIO.
:D
:D

P.S. lo starnazza, che non è prof. ma è laureato, di sicuro rilegge quello che scrive ed evita di perdere il filo del discorso come fa qualcun altro che affastella di tutto senza logica.
;)

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

Ricordiamo anche che:

Il povero dell’utri, perseguitato dai giudici rossi (fase alterna dello stato di diritto), "Nel 1999 Ha patteggiato la pena di due anni e tre mesi di reclusione per false fatture e frode fiscale nell’ambito della gestione di Publitalia ‘80 a Torino": cosette da nulla, altro che diffamazione e multa da 1.000 euro".

Per il resto confermo che si sta passando ahimè dal ridicolo al patetico.

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@7
Addirittura doppio e triplo post con precisazioni e ulteriori precisazioni di precisazioni … o mammina bella … calmati…stai tranquillo … mi sembri un po’ ansioso … respira profondamente e libera la mente …. anche perché più ci pensi e ci ripensi e più spari “refusi”…
Vabbeh arrivo … veloce veloce che devo uscì ….

+0
+ -
#
Utente woodstock woodstock oltre 7 anni fa

@7
Per quanto riguarda le mie tesi che ritieni assurde questa è una tua opinione, legittima, ma di parte … per quanto possibile le mie “assurde tesi” ho tentato di portarle avanti con citazioni e documenti anche in originale che tu “assurdamente” hai tentato in modo alquanto ridicolo di confutare, ma ne parliamo più avanti …

1. giorni fa ho postato: “diciamo che FQ a vendola ha fatto un piccolo sconticino nascondendo quasi del tutto la notizia” … e quindi mi dispiace contraddirti ma la cosa non mi è sfuggita come erroneamente asserisci tu (refuso?).

Poi da perfetto lettore medio di FQ ti lanci in una appassionata filippica esaltando il tuo giornale, con tutta la terminologia di ordinanza “bananas, berluscones, carta straccia” … tutto come da manuale. Ok complimenti … promosso. Mr.t. sarebbe veramente orgoglioso di te. (e allora?).

In merito alla fuga di notizie faccio sommessamente notare che c’era una mia domanda in merito alla fuga di notizie coperte dal segreto istruttorio dalle procure (Quelle che per formigoni giravano già da un mese mentre per vendola ed errani sono state accuratamente preservate dall’”inviolabile” segreto istruttorio?”è normale?) che tu hai driblato sostenendo che anche per altri del centrosinistra era successo lo stesso (fassino, d’alema, ecc.ecc.) e va bene! … però la domanda driblata, te la ripropongo. E’ normale che le notizie coperte dal segreto istruttorio relative a formigoni giravano già da un mese mentre per vendola ed errani sono state accuratamente preservate dall’”inviolabile” segreto? (possibili risposte: a. si è normale non c’è nulla di male b. non è normale è una vergogna).

Sulle br in procura lo ritengo uno scivolone di chi lo ha sostenuto … sarebbe stato più esatto dire il PD in procura …

2. giorni fa ho postato “Per Scajola te la faccio piu’ veloce … si d’accordo dovrebbe dimettersi dal suo partito”. Quindi mi dispiace contraddirti ancora ma la cosa non mi è sfuggita come erroneamente asserisci tu (refuso?).

Poi ti hanno riferito una cosa sbagliata su di me … “Lei ha condannato travaglio!” … non sono stato io! Giuro! Sono innocente!!!! Sono stati una decina di giudici … eccoli te li elenco quei cattivoni … prenditela con loro: nel 2000 è stato condannato in sede civile; il 4 giugno 2004 è stato condannato dal Tribunale di Roma; il 5 aprile 2005 è stato condannato dal Tribunale di Roma; Il 20 febbraio 2008 il Tribunale di Torino; nel giugno 2008 è stato condannato dal Tribunale di Roma; Il 28 aprile 2009 è stato condannato in primo grado dal Tribunale penale di Roma; Il 21 ottobre 2009 è stato condannato in Cassazione; Il 18 giugno 2010 è stato condannato dal Tribunale di Torino – VII sezione civile; l’11 ottobre 2010 è stato condannato dal Tribunale di Marsala.

Quindi ormai è assodato che i 2 (Dell’utri travaglio) non sono stinchi di santo … entrambi con frequentazioni dubbie … entrambi con condanne alle spalle … se vuoi continuare per me va bene … ma non credo che ne usciremo mai …

P.S. Continui a citarmi il tuo “segretario” prof. starnazza … vorrei precisare che il chilometrico ed inutile copia incolla “partigiano” di starnazza mi provoca solo il piccolo fastidio di muovere velocemente la rotellina del mouse per andare oltre nella pagina …

3. Ma come … prima ti convinco (ero cosi contento che volevo abbuonare i 2 mld al mortadella) e poi cambi idea e non ti convinco più? Guarda io non voglio insistere su quest’argomento … anzi voglio venirti incontro … mi hai convinto anche tu! Voglio prendere per buona la tua tesi:
due manager di Telecom, società controllata al 61% dal ministero del tesoro acquistano in tutta “autonomia” per la modica cifra di 878 mld Telekom Serbia (un bidone) all’insaputa dello stesso ministro del tesoro (ciampi) e del presidente del consiglio (prodi) perché Telecom si stava “privatizzando” e quindi erano liberi di comprare chi cazzo volevano loro senza dire un cazzo a nessuno. Però scusa … qualcosa non mi quadra … gli 878 mld erano soldi pubblici … giusto? Beh … mi sembra strano che 2 manager siano in grado di prelevare un cifra vicina ai 1000 mld e spenderli così all’insaputa di tutti per comprare un catorcio come TS … oddio tutto può essere … evidentemente avranno approfittato di qualche distrazione di mortadella e c. … forse erano impegnati in qualcosa di più importante …

Te l’ho già detto … tu puoi prenderti in giro da solo co sta storiella delle privatizzazioni … se vuoi prendere in giro chi ti legge devi far di meglio … ma molto molto meglio …

4. Mr.7: “chi aveva conosciuto b. ed i suoi sodali (e ne era stato perseguitato), avendo dedicato la propria vita alla giustizia, non poteva che continuare a servirla stando DALL’ALTRA PARTE!”

… Servire la giustizia stando dall’altra parte? Dalla parte del PD? … spero per te si tratti dell’ennesimo refuso perché vedi … io personalmente sulla funzione dei PM la penso esattamente come la Suprema Corte … che non mi sembra parli di schierarsi politicamente verso dx sx o centro in caso di “persecuzione” …

“La Suprema Corte (Sezioni Unite n. 106 del 26 febbraio 1999, Pres. La Torre, Rel. Paolini) ha affermato, tra l’altro, che il pubblico ministero, nel processo penale, ha il ruolo di "parte pubblica", tenuta, perché tale, ad agire esclusivamente in funzione del perseguimento dei fini istituzionali assegnatile dall’ordinamento; pertanto egli ha il dovere di essere e di fare tutto il necessario per apparire imparziale , sostanziandosi tale dovere nell’obbligo di comportarsi in modo da rendere indubitabile che l’azione da lui svolta non sia influenzata da interessi o risentimenti personali”.

… questa castroneria di servire la giustizia passando dall’altra parte ti consiglierei di chiuderla qui … tanto te l’ho già detto i tuoi fans non mi leggono e forse non se ne accorge nessuno … lo sappiamo solo noi due …

Vedo poi che, ovviamente, ti guardi bene dal commentare la questione del finanziamento illecito ai partiti e del compagno G e devo dire che anche quì FAI BENISSIMO! sarebbe meglio per la tua intelligenza fare altrettanto con Telekom Serbia e la questione delle date … ma non possiamo pretendere tutto subito, ho tanta pazienza e tanta fiducia (+ acqua e sapone).

5. Deve esserti sfuggito questo, normalmente non esiste paese civile dove accadono ste cose:
- 105 procedimenti avviati;
- 6 procedimenti in corso;
- 8 sentenze di non doversi a procedere (prescrizione+amnistia);
- 10 sentenze di assoluzione (il fatto non costituisce reato + insussistenza del fatto);
- 8 procedimenti archiviati;
- 28 processi,
- 1.000 magistrati coinvolti (circa);
- 530 perquisizioni(circa),
- 2.500 udienze(circa),
- 0 (ZERO – nessuna – manco l’ombra – niet – no one – hakuna – ไม่ – 沒有) condanne,

a meno questo è il risultato dei PM che “non potevano che continuare a servire la giustizia stando DALL’ALTRA PARTE!” … allora è un’altra storia … in un Paese dove i magistrati servono la giustizia passando dall’altra parte, fondano i partiti e se ne vanno a congressi di partito e feste dell’unità … può succedere anche questo.

6.Mr.7 : “La informo (dimostra di non saperlo) che tutta quella faccenda di travaglio è partita proprio da d’avanzo” … e non si rivolge a me? Oddio se uno dice “La informo” dovrebbe rivolgersi all’interlocutore non ad una terza persona … comunque Ok … va tutto bene, certo grammaticalmente regge poco, ma se lo dici tu voglio crederci.

Poi cosa dovrei commentare il tuo copia incolla dell’autodifesa di travaglio? Se ti sta bene questo metodo di commentare anche i copia incolla allora sono libero di fare lo stesso anch’io con qualsiasi argomento? … se mi dai l’OK posso fare altrettanto, mi sa però che non basterebbero tutte le pagine di funize.

Le date …
Mr.7 dice :“Le ha citate lei quelle date non io, dunque mi sa dire o no da dove le desume ? Mica le sto chiedendo la luna ! Se mi cita la data del 4 gennaio 2011 da qualche parte l’ha letta o l’ha inventata”.

Allora a questo punto ci sono 3 possibilità:
a. non leggi i link che posto;
b. leggi i link ma non li capisci;
c. leggi i link ma fai il finto tonto e fingi di non capirli per negare l’evidenza.

Mettiamola cosi allora … ti faccio un copia/incolla del link così elimino l’ipotesi a.. Ti evidenzio in neretto la data e i giorni così elimino anche l’ipotesi b. (almeno spero) … se continuerai a negare anche l’evidenza vuol dire che l’ipotesi giusta e la c..

“Travaglio e la Hamaui avevano fatto ricorso in Appello e la Corte, l’ 8 gennaio 2010 , aveva commutato le condanne in pene pecuniarie rispettivamente da 1000 e 800 euro, più i danni da corrispondere al diffamato, da valutare a parte. La Procura Generale, che aveva chiesto la conferma della pena di primo grado, doveva attendere il deposito delle motivazioni per ricorrere in Cassazione: il presidente della Corte d’Appello di Roma, Afro Maisto, decise di assegnarsi due mesi di tempo per il deposito delle motivazioni , ritenendole particolarmente complesse, invece dei canonici quindici giorni previsti dal codice. I due mesi sono diventati 361 giorni : il deposito è stato notificato ai legali di Previti il 4 gennaio 2011 e a quel punto non c’era più nulla da fare, poiché il reato era andato in prescrizione, essendo stati superati i sette anni e sei mesi dalla data della diffamazione”.

“molti finti tonti sono stati una sorpresa, non fingevano affatto” (anonimo)

7.mr.7: “Cosa c’entra l’attendibilità di una fonte con sua la fedina penale”?

Scusalo Enzo … non sa quello che dice … o meglio lo sa ma lo dice giusto per spirito di contraddizione … non è cattivo … ma siccome vuol portare avanti le sue tesi astruse a tutti i costi ogni tanto gli escono frasi che insultano anche la sua intelligenza. Si si… lo so che dei malavitosi ti hanno fatto passare tanti guai e che i giudici li hanno ritenuti attendibili nonostante la loro fedina penale … si si lo so che anche i giornalisti te ne hanno dette di tutti i colori ed hanno creduto ai camorristi nonostante la loro fedina penale … purtroppo a volte la memoria è corta e la storia si ripete …

http://it.wikipedia.org/wiki/Enzo_Tortora

8. Ripeto la domanda … evidentemente ti è sfuggito il concetto … strano perché sono le tue stesse parole e quello che scrivi dovresti comprenderlo … lo evidenzio in neretto magari lo capisci meglio:
quali fatti? Quali cordoni? quanti soldi?
“Troppo comodo fare sparate spacciandole per verità assolute se mi dici dove lo leggo tutto bene in caso contrario hai scritto una minkiata! Non è questione di opinioni, sono FATTI!” (sono sempre e solo parole tue).

… buona serata e buon divertimento …

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 7 anni fa

X Woodstock
Sommariamente, non mi piacciono le filippiche.
Mentre trovo assurdo paragonare le condanne di Dell’ Utri con quelle di Travaglio, peraltro tutte in sede civile tranne una prescrizione penale, per un incidente di percorso tipico di chi fa un certo giornalismo, trovo che hai ragione su Berlusconi che, sicuramente grazie ai suoi mezzi e alla farraginosa giustizia italiana e ai suoi cavilli, forse tavolta troppo garantisti, non sarà mai certamente condannato. Questo non toglie il fatto, come anche tu sai benissimo, che quest’uomo è tutt’altro che un galantuomo, con una morale e un etica molto dubbia, dedito spessissimo alla menzogna e che, sicuramente, ci ha coperto di ridicolo in tutto il mondo.
Tutte queste tiritere, i continui tentativi di denigrare gli avversari, da Biagi, Santoro Travaglio, Saviano, Prodi, Fazio ecc ecc., nonchè la magistratura, e anche il suo millantato anticonunismo, sono solo manovre autoassolutorie del Cav e per dare un alibi ai suoi elettori, affinchè non capiscano di essere stati raggirati e traditi da un personaggio che si è fatto solo gli affari suoi.
Prova a scrivere qui, se ci riesci, che Berlusconi è una persona perbene, sceso in politica perchè animato da nobili intenzioni. Prova!

+1
+ -
#
Utente Coco Coco oltre 7 anni fa

Daccordo con Sergione, dire che Berlusconi è una persona perbene, sceso in politica perchè animato da nobili intenzioni,e come dire che cicciolina è vergine. Il berlusconiano del post sopra si stupisce che in un paese civile, la magistratura avvii 105 procedimenti contro un pregiudicato di quella risma,un uomo potente che corrompe e aggiusta i processi con leggi ad personam: 37

(Fonte: Marco Travaglio da Il fatto quotidiano del 12 marzo 2010)

1. Decreto Biondi (1994). Approvato il 13 luglio 1994 dal governo Berlusconi I, vieta la custodia cautelare in carcere (trasformata al massimo in arresti domiciliari) per i reati contro la Pubblica amministrazione e quelli finanziari, comprese la corruzione e la concussione, proprio mentre alcuni ufficiali della Guardia di Finanza confessano di essere stati corrotti da quattro società del gruppo Fininvest (Mediolanum, Videotime, Mondadori e Tele+) e sono pronte le richieste di arresto per i manager che hanno pagato le tangenti. Il decreto impedisce cioè di arrestare i responsabili e provoca la scarcerazione immediata di 2764 detenuti, dei quali 350 sono colletti bianchi coinvolti in Tangentopoli (compresi la signora Pierr Poggiolini, l’ex ministro Francesco De Lorenzo e Antonino Cinà, il medico di Totò Riina). Il pool di Milano si autoscioglie. Le proteste di piazza contro il “Salvaladri” inducono la Lega e An a ritirare il consenso al decreto e a costringere Berlusconi a lasciarlo decadere in Parlamento per manifesta incostituzionalità. Subito dopo vengono arrestati Paolo Berlusconi, il capo dei servizi fiscali della Fininvest Salvatore Sciascia e il consulente del gruppo Massimo Maria Berruti, accusato di aver depistato le indagini subito dopo un colloquio con Berlusconi.

2. Legge Tremonti (1994). Il decreto n.357 approvato dal Berlusconi I il 10 giugno 1994 detassa del 50% gli utili reinvestiti dalle imprese, purchè riguardino l’acquisto di “beni strumentali nuovi”.La neonata società Mediaset (che contiene le tv Fininvest scorporate dal resto del gruppo in vista della quotazione in Borsa) utilizza la legge per risparmiare 243 miliardi di lire di imposte sull’acquisto di diritti cinematografici per film d’annata: che non sono beni strumentali, ma immateriali, e non sono nuovi, ma vecchi. A sanare l’illegalità interviene il 27 ottobre 1994 una circolare “interpretativa” Tremonti che fa dire alla legge Tremonti il contrario di ciò che diceva, estendendo il concetto di beni strumentali a quelli immateriali e il concetto di beni nuovi a quelli vecchi già usati all’estero.

3. Legge Maccanico (1997). In base alla sentenza della Consulta del 7 dicembre 1994, la legge Mammì che consente alla Fininvest di possedere tre reti tv sull’analogico terrestre è incostituzionale:3., presumibilmente Rete4, dev’essere spenta ed eventualmente passare sul satellite, entro il 28 agosto 1996. Ma il ministro delle Poste e telecomunicazioni del governo Prodi I, Antonio Maccanico, concede una proroga fino al 31 dicembre 1996 in attesa della legge “di sistema”. A fine anno, nulla di fatto per la riforma e nuova proroga di altri sei mesi. Il 24 luglio 1997, ecco finalmente la legge Maccanico: gli editori di tv, come stabilito dalla Consulta, non potranno detenere più del 20% delle frequenze nazionali disponibili, dunque una rete Mediaset è di troppo. Ma a far rispettare il tetto dovrà provvedere la nuova Authority per le comunicazioni (Agcom), che potrà entrare in azione solo quando esisterà in Italia “un congruo sviluppo dell’utenza dei programmi televisivi via satellite o via cavo”. Che significhi “congruo sviluppo” nessuno lo sa, così Rete4 potrà seguitare a trasmettere sine die in barba alla Consulta.

4. D’Alema salva-Rete4 (1999). La neonata Agcom si mette all’opera solo nel 1998, presenta il nuovo piano per le frequenze tv e bandisce la gara per rilasciare le 8 concessioni televisive nazionali. Rete4, essendo “eccedente” rispetto alla Maccanico, perde la concessione; al suo posto la vince Europa7 di Francesco Di Stefano. Ma il governo D’Alema, nel 1999, concede a Rete4 una “abilitazione provvisoria” a seguitare a trasmettere senza concessione, così per dieci anni Europa7 si vedrà negare le frequenze a cui ha diritto per legge.

5. Gip-Gup (1999). Berlusconi e Previti, imputati per corruzione di giudici romani (processi Mondadori, Sme-Ariosto e Imi-Sir), vogliono liberarsi del gip milanese Alessandro Rossa-to, che ha firmato gli arresti dei magistrati corrotti e degli avvocati Fininvest Pacifico e Acampora, ma ha pure disposto l’arresto di Previti (arresto bloccato dalla Camera, a maggioranza Ulivo). Ora spetta a Rossato, in veste di Gup, condurre le udienze preliminari dei tre processi e decidere sulle richieste di rinvio a giudizio avanzate dalla procura di Milano. Udienze che iniziano nel 1999. Su proposta dell’on. avv. Guido Calvi, legale di Massimo D’Alema, il centrosinistra approva una legge che rende incompatibile la figura del gip con quella del gup: il giudice che ha seguito le indagini preliminari non potrà più seguire l’udienza preliminare e dovrà passarla a un collega, che ovviamente non conosce la carte e perderà un sacco di tempo. Così le udienze preliminari Imi-Sir e Sme, già iniziate dinanzi a Rossato, proseguono sotto la sua gestione e si chiuderanno a fine anno con i rinvii a giudizio degli imputati. Invece quella per Mondadori, non ancora iniziata, passa subito a un altro giudice, Rosario Lupo, che proscioglie tutti gli imputati per insufficienza di prove (poi, su ricorso della Procura, la Corte d’appello li rinvierà a giudizio tutti, tranne uno: Silvio Berlusconi, dichiarato prescritto grazie alle attenuanti generiche).

6. Rogatorie (2001). Nel 2001 Berlusconi torna a Palazzo Chigi e fa subito approvare una legge che cancella le prove giunte dall’estero per rogatoria ai magistrati italiani, comprese ovviamente quelle che dimostrano le corruzioni dei giudici romani da parte di Previti & C. Da mesi i legali suoi e di Previti chiedono al tribunale di Milano di cestinare quei bonifici bancari svizzeri perché mancano i numeri di pagina, o perché si tratta di fotocopie senza timbro di conformità,o perchè sono stati inoltrati direttamente dai giudici elvetici a quelli italiani senza passare per il ministero della Giustizia. Il Tribunale ha sempre respinto quelle istanze. Che ora diventano legge dello Stato. Con la scusa di ratificare la convenzione italo-svizzera del 1998 per la reciproca assistenza giudiziaria (dimenticata dal centrosinistra per tre anni), il 3 ottobre 2001 la Cdl vara la legge 367 che stabilisce l’inutilizzabilità di tutti gli atti trasmessi da giudici stranieri che non siano “in originale” o “autenticati” con apposito timbro, che siano giunti via fax, o via mail o brevi manu o in fotocopia o con qualche vizio di forma. Anche se l’imputato non ha mai eccepito sulla loro autenticità, vanno cestinati. Poi, per fortuna, i tribunali scoprono che la legge contraddice tutte le convenzioni internazionali ratificate dall’Italia e tutte le prassi seguite da decenni in tutta Europa. E, siccome quelle prevalgono sulle leggi nazionali, disapplicano la legge sulle rogatorie, che resterà lettera morta.

7. Falso in bilancio (2002). Siccome Berlusconi ha cinque processi in corso per falso in bilancio, il 28 settembre 2001 la sua maggioranza approva la legge-delega numero 61 che incarica il governo di riformare i reati societari. Il che avverrà all’inizio del 2002 con i decreti delegati che: abbassano le pene da 5 a 4 anni per le società quotate e addirittura a 3 per le non quotate (prescrizione più breve, massimo 7 anni e mezzo per le quotate e 4 e mezzo per le non quotate; e niente più custodia cautelare né intercettazioni); rendono il falso per le non quotate perseguibile solo a querela del socio o del creditore; depenalizzano alcune fattispecie di reato (come il falso nel bilancio presentato alle banche); fissano amplissime soglie di non punibilità (per essere reato, il falso in bilancio dovrà superare il 5% del risultato d’esercizio, l’1% del patrimonio netto, il 10% delle valutazioni. Così tutti i processi al Cavaliere per falso in bilancio vengono cancellati: o perché manca la querela dell’azionista (B. non ha denunciato B.), o perché i falsi non superano le soglie (“il fatto non è più previsto dalla legge come reato), o perché il reato è ormai estinto grazie alla nuova prescrizione-lampo.

8. Mandato di cattura europeo (2001). Unico fra quelli dell’Unione europea, il governo Berlusconi II rifiuta di ratificare il “mandato di cattura europeo”, ma solo relativamente ai reati finanziari e contro la Pubblica amministrazione . Secondo “Newsweek”, Berlusconi “teme di essere arrestato dai giudici spagnoli” per l’inchiesta su Telecinco. L’Italia otterrà di poter recepire la norma comunitaria soltanto dal 2004.

9. Il governo sposta il giudice (2001). Il 31 dicembre, mentre gli italiani festeggiano il Capodanno, il ministro della Giustizia Roberto Castelli, su richiesta dei difensori di Previti, nega contro ogni prassi la proroga in Tribunale al giudice Guido Brambilla, membro del collegio che conduce il processo Sme-Ariosto, e dispone la sua “immediata presa di possesso” presso il Tribunale di sorveglianza dov’è stato trasferito da qualche mese, senza poter completare i dibattimenti già avviati. Così il processo Sme dovrebbe ripartire da zero dinanzi a un nuovo collegio. Ma poi interviene il presidente della Corte d’appello con una nuova “applicazione” di Brambilla in Tribunale fino a fine anno.

10. Cirami (2002). I difensori di Previti e Berlusconi chiedono alla Cassazione di spostare i loro processi a Brescia perché, sostengono, a Milano l’intero Tribunale è viziato da inguaribile prevenzione contro di loro. E, per oliare meglio il meccanismo, reintroducono il vecchio concetto di “legittima suspicione” per motivi di ordine pubblico , vigente un tempo, quando i processi scomodi traslocavano nei “porti delle nebbie” per riposarvi in pace. E’ la legge Ci-rami n. 248, approvata definitivamente il 5 novembre 2002. Ma nemmeno questa funziona: la Cassazione, nel gennaio 2003, respinge la richiesta di trasloco: il Tribunale di Milano è sereno e imparziale.

11. Lodo Maccanico-Schifani (2003). Le sentenze Sme e Mondadori si avvicinano. Su proposta del senatore della Margherita Antonio Maccanico, il 18 giugno 2003 la Cdl approva la legge 140, primo firmatario Renato Schifani, che sospende sine die i processi ai presidenti della Repubblica, della Camera, del senato, del Consiglio e della Corte costituzionale. I processi a Berlusconi si bloccano in attesa che la Consulta esamini le eccezioni di incostituzionalità sollevate dal Tribunale di Milano. E ripartono nel gennaio 2004, quando la Corte boccia il “lodo”.

12. Ex Cirielli (2005). Il 29 novembre 2005 la Cdl vara la legge ex Cirielli (misconosciuta dal suo stesso proponente), che riduce la prescrizione per gli in-censurati e trasforma in arresti domiciliari la detenzione per gli ultrasettantenni (Previti ha appena compiuto 70 anni, Berlusconi sta per compierli). La legge porta i reati prescritti da 100 a 150 mila all’anno, decima i capi di imputazione del processo Mediaset (la frode fiscale passa da 15 a 7 anni e mezzo) e annienta il processo Mills (la corruzione anche giudiziaria si prescrive non più in 15, ma in 10 anni).

13. Condono fiscale (2002). La legge finanziaria 2003 varata nel dicembre 2002 contiene il condono tombale. Berlusconi giura che non ne faranno uso né lui né le sue aziende. Invece Mediaset ne approfitta subito per sanare le evasioni di 197 milioni di euro contestate dall’Agenzia delle entrate pagandone appena 35. Anche Berlusconi usa il condono per cancellare con appena 1800 euro un’evasione di 301 miliardi di lire contestata dai pm di Milano.

14. Condono per i coimputati (2003). Col decreto 143 del 24 giugno 2003, presunta “interpretazione autentica” del condono, il governo ci infila anche coloro che hanno “concorso a commettere i reati”, anche se non hanno firmato la dichiarazione fraudolenta. Cioè il governo Berlusconi salva anche i 9 coimputati del premier, accusati nel processo Mediaset di averlo aiutato a evadere con fatture false o gonfiate.

15. Pecorella (2006). Salvato dalla prescrizione nel processo Sme, grazie alle attenuanti generiche, Berlusconi teme che in appello gli vengano revocate, con conseguente condanna. Così il suo avvocato Gaetano Pecorella, presidente della commissione Giustizia della Camera, fa approvare nel dicembre 2005 la legge che abolisce l’appello, ma solo quando lo interpone il pm contro assoluzioni o prescrizioni. In caso di condanna in primo grado, invece, l’imputato potrà ancora appellare. Il presidente Ciampi respinge la Pecorella in quanto incostituzionale. Berlusconi allunga di un mese la scadenza della legislatura per ripresentarla uguale e la fa riapprovare (legge n.46) nel gennaio 2006. Ciampi stavolta è costretto a firmarla. Ma poi la Consulta la boccia in quanto incostituzionale.

16. Frattini (2002). Il 28 febbraio 2002 la Cdl approva la legge Frattini sul conflitto d’interessi: chi possiede aziende e va al governo, ma di quelle aziende è soltanto il “mero proprietario”, non è in conflitto d’interessi e non è costretto a cederle. Unica conseguenza per il premier:deve lasciare la presidenza del Milan

17.Gasparri-1(2003). In base alla nuova sentenza della Consulta del 2002, entro il 31 dicembre 2003 Rete4 deve essere spenta e passare sul satellite. Il 5 dicembre la Cdl approva la legge Gasparri sulle tv: Rete4 può seguitare a trasmettere “ancorchè priva di titolo abilitativo”, cioè anche se non ha più la concessione dal 1999; il tetto antitrust del 20% sul totale delle reti non va più calcolato sulle 10 emittenti nazionali, ma su 15 (compresa Telemarket). Dunque Mediaset può tenersi le sue tre tv. Quanto al tetto pubblicitario del 20%, viene addirittura alzato grazie al trucco del “Sic”, che include un panel talmente ampio di situazioni da sfiorare l’infinito. Confalonieri calcola che Mediaset potrà espandere i ricavi di 1-2 miliardi di euro l’anno. Ma il 16 dicembre Ciampi rispedisce la legge al mittente: è incostituzionale.

18. Berlusconi salva-Rete4 (2003). Mancano due settimane allo spegnimento di Rete4. Alla vigilia di Natale, Berlusconi firma un decreto salva-Rete4 (n.352) che concede alla sua tv l’ennesima proroga semestrale, in attesa della nuova Gasparri.

19. Gasparri-2 (2004). La nuova legge approvata il 29 aprile 2004, molto simile a quella bocciata dal Quirinale, assicura che Rete4 non sfora il tetto antitrust perché entro il 30 aprile il 50% degli italiani capteranno il segnale del digitale terrestre, che garantirà loro centinaia di nuovi canali. Poi però si scopre che, a quella data, solo il 18% della popolazione riceve il segnale digitale. Ma poi l’Agcom dà un’interpretazione estensiva della norma: basta che in un certo luogo arrivi il segnale digitale di una sola emittente, per considerare quel luogo totalmente digitalizzato. Rete4 è salva, Europa 7 è ancora senza frequenze.

20. Decoder di Stato (2004).
Per gonfiare l’area del digitale, la finnaziaria per il 2005 varata nel dicembre 2004 prevede un contributo pubblico di 150 euro nel 2004 e di 70 nel 2005 per chi acquista il decoder per la nuova tecnologia televisiva. Fra i principali distributori di decoder c’è Paolo Berlusconi, fratello di Silvio,titolare di Solaris (che commercializza decoder Amstrad).

21. Salva-decoder (2003). Il digitale terrestre è un affarone per Mediaset, che vi trasmette partite di calcio a pagamento, ma teme il mercato nero delle tassere taroccate: prontamente, il 15 gennaio 2003, il governo che ha depenalizzato il falso in bilancio porta fino a 3 anni con 30 milioni di multa la pena massima per smart card fasulle per le pay tv.

22. Salva-Milan (2002). Col decreto 282/2002, convertito in legge il 18 febbraio, il governo Berlusconi consente alle società di calcio, quasi tutte indebitatissime, diammortizzare sui bilanci 2002 e spalmare nei dieci anni successivi la svalutazione dei cartellini dei giocatori. Il Milan risparmia 242 milioni di euro.

23. Salva-diritti tv (2006). Forza Italia blocca il ddl, appoggiato da tutti gli altri partiti di destra e di sinistra, per modificare il sistema di vendita dei diritti tv del calcio in senso “collettivo” per non penalizzare le società minori privilegiando le maggiori. Il sistema resta dunque “soggettivo” , a tutto vantaggio dei maggiori club: Juventus, Inter e naturalmente Milan.

24. Tassa di successione (2001). Il 28 giugno 2001 il governo Berlusconi abolisce la tassa di successione per i patrimoni superiori ai 350 milioni di lire (fino a quella cifra l’imposta era già stata abrogata dall’Ulivo). Per combinazione, il premier ha cinque figli e beni stimati in 25mila miliardi di lire.

25. Autoriduzione fiscale (2004). Nel 2003, secondo “Forbes”, Berlusconi è il 45° uomo più ricco del mondo con un patrimonio personale di 5,9 miliardi di dollari. Nel 2005 balza al 25° posto con 12 miliardi. Così, quando a fine 2004 il suo governo abbassa le aliquote fiscali per i redditi dei più abbienti, “L’espresso” calcola che Berlusconi risparmierà 764.154 euro all’anno.

26. Plusvalenze esentasse (2003). Nel 2003 Tremonti vara una riforma fiscale che detassa le plusvalenze da partecipazione. La riforma viene subito utilizzata dal premier nell’aprile 2005 quando cede il 16,88% di Mediaset detenuto da Fininvest per 2,2 miliardi di euro, risparmiando 340 milioni di tasse.

27. Villa abusiva con condono (2004). Il 6 maggio 2004, mentre «La Nuova Sardegna» svela gli abusi edilizi a Villa Certosa, Berlusconi fa approvare due decreti. Il primo stabilisce l’approvazione del piano nazionale anti-terrorismo e contiene anche un piano (segretato) per la sicurezza di Villa La Certosa. Il secondo individua la residenza di Berlusconi in Sardegna come «sede alternativa di massima sicurezza per l’incolumità del presidente del Consiglio e per la continuità dell’azione di governo». Ed estende il beneficio anche a tutte le altre residenze del premier e famiglia sparse per l’Italia. Così si bloccano le indagini sugli abusi edilizi nella sua villa in Costa Smeralda. Poi nel 2005 il ministro dell’Interno Pisanu toglie il segreto. Ma ormai è tardi. La legge n. 208 del 2004, varata in tutta fretta dal governo Berlusconi, estende il condono edilizio del 2003 anche alle zone pro-tette: come quella in cui sorge la sua villa. Prontamente la Idra Immobiliare, proprietaria delle residenze private del Cavaliere, presenta dieci diverse richieste di condono edilizio. E riesce a sanare tutto per la modica cifra di 300mila euro. Nel 2008 il Tribunale di Tempio Pausania chiude il procedimento per gli abusi edilizi perchè in gran parte condonati grazie a un decreto voluto dal mero proprietario della villa.

28. Ad Mediolanum (2005).
Nonostante le resistenze del ministro del Welfare, Roberto Maroni, Forza Italia impone una serie di norme favorevoli alle compagnie assicurative nella riforma della previdenza integrativa e complementare (dl 252/2005), fra cui lo spostamento di 14 miliardi di euro verso le assicurazioni, alcune norme che forniscono fiscalmente la previdenza integrativa individuale (a beneficio anche di Mediolanum, di proprietà di Berlusconi e Doris) e soprattutto lo slittamento della normativa al 2008 per assecondare gli interessi della potente lobby degli assicuratori (di cui Mediolanum è una delle capofila). Intanto, nel gennaio del 2004, le Poste Italiane con un appalto senza gara hanno concesso a Mediolanum l’utilizzo dei 16mila sportelli postali sparsi in tutta Italia.

29. Ad Mondadori-1 (2005). Il 9 giugno 2005 il ministro dell’Istruzione Letizia Moratti stipula un accordo con le Poste Spa per il servizio «Postescuola»: consegna e ordinazione – per telefono e on line – dei libri di testo destinati agli alunni della scuola secondaria. Le case editrici non consegneranno i loro volumi direttamente, ma tramite la Mondolibri Bol, una società posseduta al 50 per cento da Arnoldo Mondadori Editore Spa, di cui è mero proprietario Berlusconi. L’Antitrust esamina il caso, ma pur accertando l’indubbio vantaggio per le casse Mondadori, non può censurare l’iniziativa perché a firmare l’accordo non è stato il premier, ma la Moratti.

30. Ad Mondadori-2 (2005). L’8 febbraio 2005 scatta l’operazione “E-book”, per il cui avvio il governo stanzia 3 milioni. E a chi affidano la sperimentazione i ministri Moratti (Istruzione) e Stanca (Innovazione)? A Monda-dori e Ibm: la prima è di Berlusconi, la seconda ha avuto come vicepresidente Stanca fino al 2001.

31. Indulto (2006). Nel luglio 2006 centrosinistra e centrodestra approvano l’indulto Mastella (contrari Idv, An, Lega, astenuto il Pdci): 3 anni di sconto di pena a chi ha commesso reati prima del 2 maggio di quell’anno. Lo sconto vale anche per i reati contro la Pubblica amministrazione (che sul sovraffollamento della carceri non incidono per nulla), compresa la corruzione giudiziaria, altrimenti Previti resterebbe agli arresti domiciliari. Una nuova legge ad personam che regala anche al Cavaliere un “bonus” di tre anni da spendere nel caso in cui fosse condannato in via definitiva.

32. Lodo Alfano (2008). Nel luglio 2008, alla vigilia della sentenza nel processo Berlusconi-Mills, il Pdl tornato al governo approva il lodo Alfano che sospende sine die i processi ai presidenti della Repubblica, della Camera, del Senato e del Consiglio. Soprattutto del Consiglio. Nell’ottobre 2009 la Consulta boccerà anche quello in quanto incostituzionale.

33. Più Iva per Sky (2008). Il 28 novembre 2008 il governo raddoppia l’Iva a Sky, la pay-tv di Rupert Murdoch, principale concorrente di Mediaset, portandola dal 10 al 20%.

34. Meno spot per Sky (2009). Il 17 dicembre 2009 il governo Berlusconi vara il decreto Romani che obbliga Sky a scendere entro il 2013 dal 18 al 12% di affollamento orario di spot.

35. Più azioni proprie (2009). La maggioranza aumento dal 10 al 20% la quota di azioni proprie che ogni società può acquistare e detenere in portafoglio. La norma viene subito utilizzata dalla Fininvest per aumentare il controllo su Mediaset.

36. Ad listam (2010). Visto che le liste del Pdl sono state presentate fuori tempo massimo nel Lazio e senza timbri di autenticazione a Milano, il governo vara un decreto “interpretativo” che stravolge la legge elettorale, sanando ex post le illegalità commesse per costringere il Tar a riammetterle. Ma non si accorge che, nel Lazio, la legge elettorale è regionale e non può essere modificata da un decreto del governo centrale. Così il Tar ribadisce che la lista è fuorilegge, dunque esclusa.

37. Illegittimo impedimento (2010). Non sapendo più come bloccare i processi Mediaset e Mills, Berlusconi fa approvare il 10 marzo 2010 una legge che rende automatico il “legittimo impedimento” a comparire nelle udienze per sé stesso e per i suoi ministri, il tutto per una durata di 6 mesi, prorogabili fino a 18. Basterà una certificazione della Presidenza del Consiglio e i giudici dovranno fermarsi, senza poter controllare se l’impedimento sia effettivo e legittimo. Il tutto in attesa della soluzione finale, cioè delle nuove leggi ad personam che porteranno il totale a quota 40: “processo breve”, anti-intercettazioni e lodo Alfano-bis costituzionale. Cioè incostituzionale.

Fonte: Marco Travaglio da Il fatto quotidiano del 12 marzo 2010 – titolo: "37 porcate ad personam"

+1
+ -
#
Utente wolf wolf oltre 7 anni fa

aveva ragione Luttazzi!
<<mai visto un innocente darsi tanto da fare per salvarsi il cu..lo>>.

+1
+ -
#
Utente BeppeStarnazza BeppeStarnazza oltre 7 anni fa

@Sergione1941:

Chi paragona le condanne di Dell’ Utri (definito addirittura un perseguitato giudiziario :D
:D ) con quelle di Travaglio mostra solo la sua malafede.

E ancora attendo un documento che provi un coinvolgimento diretto di Prodi nell’affare Telekom-Serbia, invece sempre e solo la ripetizione a pappagallo della stessa congettura basata sul nulla ("non poteva non sapere" quando per il padrone del partito-azienda i bananas erano soliti sproloquiare che gli eventuali doli erano tutti fatti a sua insaputa; l’ennesimo patetico doppiopesismo bananas).

+0
+ -
#
Utente BeppeStarnazza BeppeStarnazza oltre 7 anni fa

@Coco: ma che li riporti a fare?
Per i bananas è tutto perfettamente normale, aveva tutto il diritto di cucirsi le leggi su misura perchè le toghe sono rosse e i magistrati vanno ai congressi di partito e feste dell’unità

:D
:D
:D

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 7 anni fa

@ Woodstock

Ormai come disse un suo stimato esponente politico: "siamo alle comiche finali" ! "veloce veloce che devo uscì", 1 ora: alla faccia, e se rispondeva con calma finiva stamane !

1)La sua domanda era (faccio copia incolla, spero che almeno su questo possiamo essere d’accordo): Dimmi la verità … non è che ti passano le veline nascoste dal segreto istruttorio? Quelle che per formigoni giravano già da un mese mentre per vendola ed errani sono state accuratamente preservate dall’”inviolabile” segreto istruttorio? E’ normale per te la fuga di notizie coperte da segreto istruttorio che guarda caso avviene sempre contro politici del centrodestra?
Non per criticare la sua esposizione ma io capisco (sicuramnete mio limite) che Le domande erano 2:

a) Non è che ti passano le veline nascoste dal segreto istruttorio? Quelle che… (precisazione in merito alla prima domanda).

b) E’ normale per te la fuga di notizie coperte da segreto istruttorio che guarda caso avviene sempre contro politici del centrodestra?

Alla prima mi sono avvalso della facoltà di non rispondere (non saprà mai se mi passano le veline!) per la seconda (che mi pareva un po’ più seria) credo di averla smentita sul fatto che "avvengano solo a danno di esponenti di cdx", devo smentirla (ahilei!) anche sul primo asserto: quelli che giravano da un mese erano i verbali di daccò (ma neanche questo sa ?), non secretati, infatti li hanno pubblicati TUTTI i giornali (evidentemente le sarà sfuggito !). Anche su vendola giravano verbali d’interrogatorio ed eloquenti intercettazioni telefoniche (anch’esse non più segrete). La velina alla quale si riferisce (staremo parlando della stessa ?) è saltata fuori un paio di giorni prima della notifica dell’avviso di garanzia. Le fughe di notizie non solo sono scorrette e vergognose ma spesso pregiudicano le indagini. Da quì a dire che avvengano solo a dx ci vuole pelo sullo stomaco.

Assurdo poi sostenere :"diciamo che FQ a vendola ha fatto un piccolo sconticino nascondendo quasi del tutto la notizia": una notizia data in prima pagina nascosta ??? Vabbè a questo punto possiamo pure affermare che gli asini volano tanto…

2) Bene, se scajola dovrebbe dimettersi e non lo fa, un partito serio lo sbatterebbe fuori a calci, magari deferendolo ai probi viri, che sono stati tirati in ballo per fini e non vengono invocati per dell’utri, scajola, verdini, berlusconi, cosentino etc. (perdoni ma l’elenco è lungo).

Su travaglio siamo al grottesco: ma che le devo spiegare pure la differenza tra condanna in sede civile e penale ? Dunque il suo non è giustizialismo ma semplice ignoranza ! Continuare poi ad accostare un’incensurato ad uno già condannato (in sede civile si chiama soccombente lo sapeva ?) per cosette tipo "false fatture e frode fiscale" che se la faceva con boss mafiosi (non un finanziere incontrato in vacanza) e che pretenderebbe (!) di fare il senatore la dice tutta sulla sua onstà intellettuale. Il resto è già tutto scritto, che dire: contento Lei !

P.S. Scajola deve dimettersi, dell’utri invece è un povero perseguitato ?

3) Vabbè, quì siamo al patetico dunque mi sento di non aggiungere altro per non infierire. Ma come, a valle d’inchieste giudiziarie che hanno sancito l’estraneità di prodi, "il banana" nomina una commissione per incastrarlo, tutto quello che riesce a produrre sono testimonianze e prove farlocche (alle quali per altro vengono dati, contro ogni logica, ampio credito e risonanza) e Lei si ostina a parlare di responsabilità di prodi ? Voglio tenerla contenta a costo di rovinarmi: facciamo che prodi non fa più il Presidente del Consiglio e belpirla non fa più il giornalista ?

4) Infatti nessuno di quei signori ha avuto comportamenti anomali quando era togato. Se lei avesse avuto la bontà di aprire il link su mani pulite e leggere quali sono stati gli estiti delle azioni intraprese nei confronti di quegli individui, eviterebbe di postare minkiate. Quei signori hanno cominciato a far politica solo dopo aver dismesso i panni di magistrato. Prima la storia e le sentenze dunque I FATTI li descrivono come magistrati IRREPRENSIBILI.

PS: vuole che le faccia l’elenco dei magistrati che militano nelle file del pdl e che invece di dimettersi si sono messi in aspettativa ? (da papa a mantovano sa come parranno imparziali quando dovessero tornare a fare i magistrati?)

5)Contrapporrei alla sua solita propaganda BANANAS quei pericolosi eversori COMUNISTI di wikipedia:

"In alcuni casi, dopo un esito del primo o del secondo grado di giudizio sfavorevole a Berlusconi, i procedimenti non si sono conclusi con una sentenza di condanna: ciò grazie a sopravvenuta amnistia, al riconoscimento di circostanze attenuanti che, influendo sulla determinazione della pena, hanno comportato il sopravvenire della prescrizione oppure a nuove norme che hanno modificato le pene e la struttura di taluni reati a lui contestati, come nel caso del reato di falso in bilancio. Dette norme, approvate in Parlamento dalla maggioranza di centro-destra mentre Silvio Berlusconi ricopriva la carica di Presidente del consiglio, in taluni casi hanno imposto una valutazione di non rilevanza penale di alcuni dei fatti contestati, poiché il fatto non è più previsto dalla legge come reato; in altri casi la riduzione della pene prevista per le fattispecie di reato contestate ha fatto sì che i termini di prescrizione maturassero prima che fosse pronunciata sentenza definitiva."

Lei la definisce candidamente "legittima difesa" ma se la mette in questi termini non può poi permettersi di scrivere:"0 (ZERO – nessuna – manco l’ombra – niet – no one – hakuna – ไม่ – 沒有) condanne". La cosa equivale a dire che in una partita di calcio una squadra fa tre gol convalidati dall’arbitro ma all’ 89° interviene la federazione modificando il regolamento e stabilendo che tutti i gol segnati nella porta avversaria sono validi per l’avversario stesso. Inoltre dovrebbe facilmente dedurre che non esiste più uno stato di diritto se il diritto deve mutare a seconda dell’imputato. Ma che glielo dico a fare… Strano poi come secondo lei una prescrizione per mr t. (che detto per inciso non si è mai fatto leggi su misura) faccia di lui un "delinquente" (lo scrive lei), 8 per mr b (non contando 2 amnistie) ne facciano un povero (?) perseguitato !

6) Tra persone educate che non si conoscono, solitamente ci si dà del LEI (almeno a me questo è stato insegnato), se "La informo" non le pare sintatticamente corretto, mi dica lei, secondo il suo stravagante libro di grammatica italiana come avrei dovuto scrivere. Detto questo, ho provato a sollevarle un paio di dubbi su quanto riportato dall’articolo ma deduco che qualunque cosa tenda a dare addosso a mr t per lei è vangelo. Il "giudice lumaca", viste le date ed i timbri sul documento in originale che LEI posta (quello sì inconfutabile), impiega secondo me, nonostante i 60 gg che si assegna gg 6 (8-14/01/2010). Direi che i casi sono 2:

1) I timbri sono sbagliati o sbaglio io qualcosa nella lettura ed interpretazione;
2) Il giudice è stato rapidissimo, le lungaggini dipendono da altri (non credo sia il giudice personalmente a dover notificare l’avviso di deposito), dunque qualcuno dovrebbe scusarsi col dott. maisto.

Facciamo poi un ragionamento che non vedo riportato, PER MANIFESTA MALAFEDE, sulle date di prescrizione. Si legge "i tempi sono stretti" e boiate simili ma di quanti anni, mesi, o giorni parliamo ? Per la propaganda BANANAS meglio non farlo sapere. Dunque facciamo due conticini (quelli che non piacciono mai ai bananas): L’articolo di mr t è datato 03 ottobre 2002 (come recita anche la sentenza, non del 2003 come vorrebbe far credere l’autore dell’articolo bananas), il reato, che si prescrive dopo 7,5 anni grazie alle leggi ad personam fatte da b che ne hanno dimezzato i tempi per salvarsi le KIAPPE dai suoi processi (e poter far esclamare ai propri adepti 0 condanne niet e cazzate simili), si estingue dunque il giorno 03 aprile 2010, +o- 3,5 mesi dalla lettura del dispositivo. Messi pure 15 gg (ma maisto pare avercene messi meno) per il deposito delle motivazioni, altri 15 per la notifica alle parti, qualcuno può seriamente credere la Cassazionesarebbe arrivata a sentenza in 2,5 mesi ? Continui pure a prendersi in giro, come le ho già detto quì rimane tutto scritto !

7) Sempre più ridicolo. Su tortora evidentemente è mancato un EFFICACE RISCONTRO, inoltre il nostro sistema, pur ampiamente GARANTISTA, è tutt’altro che perfetto ma se non ci si fosse avvalsi dei collaboratori di giustizia (gente che ha sulle spalle reati spesso efferati ed abberranti),NON SAREBBE ESISTITO ALCUN PROCESSO PER MAFIA. Ma cos’è masochista ?

8) No no, la domanda fondamentale è un’alrta: come mai feltri non smentisce in diretta montanelli dichiarando invece:" IO NON HO DETTO NULLA DI DIVERSO", perchè non gli ha sbattuto in faccia la storia dei cordoni e dei quattrini ? Lo dice montanelli che il giornale di b NON E’ INDIPENDENTE mica io !

+0
+ -
#
Utente JonnyDio JonnyDio oltre 7 anni fa

@ gianniguelfi: sarà anche un filmato ritagliato ad arte, magari Violante sarà meno colluso e meno figlio di puttana di come lo dipingono; però resta il fatto che le televisioni, al Berlusca, non gliele hanno toccate per davvero, anzi continuando a sostenere l’avvocatura di stato contro la corte europea per il caso rete4-europa7, per cui direi che la visione d’insieme, alla luce di queste nuove rivelazioni, non viene scalfita di un millimetro, non lo sarebbe nemmeno se si dimostrasse che l’intero filmato è una post-produzione fatta al computer. Passo e chiudo.

+0
+ -
#

Il tuo commento


Entra o Registrati per commentare.