Il Fatto Quotidiano del 10 Settembre 2014

Rss
Il Fatto Quotidiano

PDF
« Precedente
Seguente »
Quanto mi piace?
  • Currently 5,0/5 Hearts.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La prima pagina del giorno di Il Fatto Quotidiano nel tuo blog:

17 commenti

Utente magacirce magacirce oltre 4 anni fa

Non lascerete Travaglio solo oggi. Su animiano questo Forum.

-4
+ -
#
Utente Granchio Granchio oltre 4 anni fa

Maga,sai benissimo che il menestrello di Travaglio (il re del niente) è ONIOR. Quindi attendiamo che il nostro amico utente ci riporti, pedissequamente, il verbo della mezzasega T.

-7
+ -
#
Utente onior11 onior11 oltre 4 anni fa

Non ho ancora avuto il tempo per leggere Travaglio, la cui stima, quale professionista/GIORNALISTA, rimane solida e illimitata. Ma dimmi tu, Granchio, quali sono i modelli, gli esempi, i campioni da seguire in questo campo secondo la tua opinione?
I miei sono noti da tempo (e se vuoi te ne rifaccio l’elenco), ora aspetto che tu mi (ci) illumini con altrettanti professionisti preparati, intelligenti, colti, onesti e soprattutto liberi da ogni vincolo e asservimento.

+3
+ -
#
Utente onior11 onior11 oltre 4 anni fa

Tanto per cominciare:

"A Porta a Porta Ve s p a serve i tortellini a Renzi. Ma neppure una domanda sul caso Emilia-Romagna. Si sa, i camerieri non disturbano mai"

+3
+ -
#
Utente onior11 onior11 oltre 4 anni fa

Primo passo:

"Fra i tanti selfie con cui ammorba il paesaggio italiano (si attendono con ansia quelli di Renzi a cavallo, Renzi al balcone e Renzi che trebbia il grano a torso nudo), il presidente del Consiglio dimentica curiosamente i due più interessanti: Renzi che incontra il pregiudicato Berlusconi nella sede del Pd o a Palazzo Chigi (in Parlamento l’interdetto non può metter piede) e Renzi che sigla con il delinquente il Patto del Nazareno, magari con una zoomata sul testo dell’ignoto papello. Di queste scene-madre che inquinano da sei mesi la politica italiana all’insaputa degl’italiani, manca purtroppo qualunque documentazione visiva e cartacea. Ci si accontenta dei risultati, che comunque dicono già molto…"

+3
+ -
#
Utente onior11 onior11 oltre 4 anni fa

Continuando:

"La “riforma della giustizia”, che insieme agli affari tv è da 20 anni l’unica bussola di B., si divide in due parti: le norme che dovrebbero sveltire le cause civili entrano in vigore subito, per decreto, perché B. non ha processi civili in corso (ne aveva in passato, glieli comprava Previti); quelle sul processo penale, invece, non entreranno mai in vigore, ma per infinocchiare la gente il cosiddetto ministro Orlando le scrive lo stesso, sotto forma di disegni di legge che poi la maggioranza in Parlamento si incaricherà di insabbiare, perché B. e diversi esponenti del Ncd hanno vari processi penali e prevedono di incrementarli quanto prima. Nessuna urgenza per il falso in bilancio cancellato nel 2001, l’autoriciclaggio (imposto dalla convenzione di Strasburgo del 1999) e la prescrizione (che falcidia 150 mila processi all’anno e che l’Europa ci intima di bloccare da tempo immemorabile)…"

+3
+ -
#
Utente onior11 onior11 oltre 4 anni fa

Concludendo:

"La sospensione dei termini vale per gli avvocati e i loro clienti: non per i magistrati, che devono sempre depositare gli atti nei tempi stabiliti. Sennò il detenuto viene scarcerato per decorrenza dei termini e la colpa ricade su di loro. Secondo le statistiche del Cepej-Consiglio d’Europa, quei fannulloni dei magistrati italiani nel 2010 hanno definito 2.834.000 cause civili (i loro colleghi francesi 1.793.000 e i tedeschi 1.586.000) e 1.288.000 processi penali (600 mila in Francia e 804 mila in Germania), risultando primi in Europa nella classifica della produttività sul penale e secondi sul civile (alle spalle dei giudici russi, molto più numerosi dei nostri). Se davvero volesse sveltire i processi, il governo – oltre a sbaraccare le procedure più bizantine del mondo – dovrebbe riempire i vuoti d’organico che, solo per il personale di cancelleria, ammontano a 8.221 posti scoperti su un totale teorico di 44.110 (il 18,64%). Ma sappiamo benissimo che l’obiettivo non è questo: *è quello immortalato nel selfie che non vedremo mai."*

+4
+ -
#
Utente onior11 onior11 oltre 4 anni fa

E.C.:

Ma sappiamo benissimo che l’obiettivo non è questo: è quello immortalato nel selfie che non vedremo mai.

+4
+ -
#
Utente Granchio Granchio oltre 4 anni fa

Caro ONIOR, capisco che per voi rossi Travaglio è un totem ma sai benissimo chi sono i miei riferimenti: Pansa,Bruno Guerri,Veneziani,Panebianco,Petacco,Mario Cervi,gli stessi Belpietro e Sallusti da voi rossi odiati…..ecc.ecc…..tutte persone cui Travaglio non è degno nemmeno di lucidare le pantofole.

-4
+ -
#
Utente Granchio Granchio oltre 4 anni fa

Ma insomma, queste donne sinistre sono più belle che intelligenti ,sono solo intelligenti, sono anche belle ,belline, tutt’altro che intelligenti o cosaaa???? Insomma, fateci sapere quando vi mettete d’accordo. Posso? Ahahaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa…..povera Italia. Se penso che il futuro della Patria è nelle mani della Mogherini e della Boschi, ci sarebbe da non uscire più di casa. Che risate. Amare.

-4
+ -
#
Utente VII VII oltre 4 anni fa

Sallusti odiato dai rossi ?? Ma come, se non fosse stato per un PdR FILOSOVIETICO sarebbe al gabbio ! Senza stare a discutere sul valore degli altri professionisti citati, metà dei quali PAGATI da un editore PREGIUDICATO, mi limito ad osservare che travaglio è stato l’UNICO in grado di fondare un quotidiano d’ INDUBBIO SUCCESSO che non chiede un euro a sedicenti editori LOBBISTI o allo Stato. Quando tali illustri giornalisti saranno in grado di fare altrettanto forse parleremo di chi deve lucidare le babbucce a chi.

+4
+ -
#
Utente VII VII oltre 4 anni fa

"Se penso che il futuro della Patria è nelle mani della Mogherini e della Boschi, ci sarebbe da non uscire più di casa. Che risate. Amare."

-Perchè invece quando eravamo nelle mani della brambilla, della carfagna, della minetti, della gelmini, allora sì c’era da stare tranquilli ! Questo solo per citarne alcune si sesso femminile che gli uomini erano anche PEGGIO !

+4
+ -
#
Utente Granchio Granchio oltre 4 anni fa

E allora va bene così. Viva la Madia e la Mogherini. Olè.

-3
+ -
#
Utente VII VII oltre 4 anni fa

Proprio no, a mio parere sono oche giulive al pari di quelle da me citate ! La differenza tra me e te è che io non riesco ad apprezzare nè le prime, nè le seconde e CONDANNO FERMAMENTE chi le ha messe dove sono che si chiami RENZI O BERLUSCONI ! Al solito il MERITO da queste parti, specie se si tratta di DONNE (ahime !!), si riduce ad un bel lato B. Olè una fava !

+3
+ -
#
Utente Argonauta Argonauta oltre 4 anni fa

@ onior 11 – Anzitutto sarebbe interessante sapere chi ha fornito al Cepej- Consiglio d’Europa quelle cifre sulla produttività dei magistrati italiani (magari lo stesso CSM) e comunque bisognerebbe vedere nel dettaglio di quali cause civili si tratti, perché ce ne sono alcune in materia del lavoro che si decidono compilando un foglio prestampato. Io, che ho frequentato i Tribunali per anni, so di gente che per avere una sentenza deve attendere, quando va bene, almeno una diecina di anni. Delle cause penali è meglio non parlarne.

-2
+ -
#
Utente Mozart92 Mozart92 oltre 4 anni fa

Tutto grazie a quie farabutti che hanno governato il paese per molto più degli ultimi dieci anni. Se hai frequentato i tribunali dovresti sapere che i ritardi nei processi sono dovuti all’enorme numero di scappatoie e lungaggini che la legge consente. La colpa ancora una volta è della classe politica, la magistratura sollecita ogni anno interventi mirati ma vengono regolarmente ignorati perchè c’è un interesse malavitoso a mantenere la giustizia un servizio esigibile da pochi.

+4
+ -
#
Utente VII VII oltre 4 anni fa

@ argonauta

Non credo che qualcuno si sogni di pensare che da noi la giustizia si avvicini anche lontanamente all’efficienza, il punto è un altro: magari tutte le colpe non sono (come qualcuno vorrebbe far credere) dei giudici fannulloni ! Per quanto concerne le sue perplessità circa i dati, le posso suggerire due links:

http://www.coe.int/t/dghl/cooperation/cepej/profiles/italy_en.asp

http://www.coe.int/t/dghl/cooperation/cepej/profiles/italy_en.asp

Non credo che enti accreditati dalla U.E. arrivino a fornire dati CERTIFICATI falsi ! In alternativa i grandi giornali "indipendenti" potrebbero contestarli nel merito, magari con i titoloni che sanno fare in determinate circostanze.

+5
+ -
#

Il tuo commento


Entra o Registrati per commentare.