Il Giornale del 11 Febbraio 2014

Rss
Il Giornale

« Precedente
Seguente »
Quanto mi piace?
  • Currently 1,5/5 Hearts.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La prima pagina del giorno di Il Giornale nel tuo blog:

43 commenti

Utente Coco Coco oltre 5 anni fa

si sii….facciamo presidente Silvio pregiudicato…che botta…all’estero sbaveranno per l’invidia…ahahahaahhaahahahahahahaahah

+4
+ -
#
Utente DanielBryan DanielBryan oltre 5 anni fa

Meglio Prodi hihihihihihi

+4
+ -
#
Utente Coco Coco oltre 5 anni fa

no no Prodi è onesto… che schifo…non va bene…poi ci fa pagare le tasse , non fa condoni edilizi, non gli piacciono le feste eleganti, e poi a lui non servono leggi ad personam… ihihihhihiihhihi

+5
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Stanti le pressanti proposte provenienti dal settore massonicobancario, chi sbaglierà a votare si beccherà una sontuosa patrimoniale seduta stante.

-2
+ -
#
Utente DanielBryan DanielBryan oltre 5 anni fa

Ben vengano le patrimoniali per chi guadagna oltre 300.000€ all’anno . Ma FI non le vuole , che strano , non saprei il motivo (tutto ironico)

+0
+ -
#
Victor oltre 5 anni fa

Tenetevi pure questo Presidente che fa e disfa a suo piacimento infischiandose della Costituzione e delle minoranze. Purtroppo essendo di cultura comunista pensa che si possa fare il bene del popolo (bue) ignorando i principi basilari su cui si regge ogni democrazia liberale. Non a caso le nazioni dell’ex Cortina di Ferro si autodefinivano "repubbliche democratiche"!

-2
+ -
#
Utente onior11 onior11 oltre 5 anni fa

"Napolitano non è più il NOSTRO presidente!"

Eh già, ora non vi…conviene più, ma una volta certo che gli gironzolavate intorno per far passare tutte le porcate a favore dello psiconano, vero?

"Ma gli alti lai che ora levano i berluscones suonano stonati e infondati: il bilancio delle interferenze e forzature presidenziali è largamente a loro vantaggio, non certo a loro discapito. Per diversi motivi." ….continuate a leggere Travaglio, checché ne dicano i soliti banans!!!

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Napolitano cominciò a "muoversi" in giugno 2011. Berlusca già da mesi contestava le ricette merkelliane. Vediamo un po’ l’andamento dello spread nel frattempo:

Lo spread è stato altalenante fino al 30 giugno 2011. In questo arco di tempo ha toccato la quota minima di 122 punti (4 aprile 2011) e quella massima di 214 punti(24 giugno 2011).

Dopo il 30 giugno 2011 è iniziata la salita. Lo spread chiude a 301 punti l’11 luglio 2011. Dopo alcuni giorni di calo, il differenziale torna a crescere fino a toccare quota 389 punti(4 agosto 2011). Il 9 agosto 2011 è ritornato sotto i 300 punti e ci è rimasto fino al 1° settembre 2011. A questo punto lo spread è diventato incontrollabile.

Fin troppo facile trarne delle conclusioni: l’"operazione" è partita subito dopo le vacanze, ma la "preparazione" era cominciata prima.

-2
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Travaglio mente sapendo di mentire.

-2
+ -
#
Utente onior11 onior11 oltre 5 anni fa

Francopo: Travaglio mente sapendo di mentire.

Beh, non avevo dubbi della tua opinione in proposito!!!

+2
+ -
#
Utente onior11 onior11 oltre 5 anni fa

P.S.
Saresti capace di ammettere, dunque, che Napolitano non ha fatto comodo, nefli anni che…furono, al Berlusca?
Allora Franco vivi al di fuori della…realtà!

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Lo dicono i fatti, al di là delle opinioni.

-2
+ -
#
Utente DanielBryan DanielBryan oltre 5 anni fa

Per una volta Ferrara dice cose condivisibili
http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/1400975/Ferrara—-Golpe-contro-Berlusconi—No-fu-il-Cav-a-mollare-.html

Francopo l’operazione e’ partita perche’ il governo Berlusconi non era piu’ in grado di governare visti i contrasti fortissimi tra Berlusconi-Brunetta contro Tremonti . La speculazione e’ iniziata perche’ l’Italia non era considerato un paese affidabile . Non e’ che contestava , non aveva nessuna ricetta per tamponare la crisi . Monti era ben visto dall’Europa , Berlusocni no, la sua incapacita’ a governare ha portato il paese verso il tracollo e lo spread a quasi 600 . Il problema in quel momento era Berlusconi , poi dopo Monti ha sbagliato parecchio .

+0
+ -
#
Utente DanielBryan DanielBryan oltre 5 anni fa

Infatti i fatti sono questi . Pienamente d’accordo con Onior
http://youtu.be/BeJ0CXFX1P4

+0
+ -
#
Utente DanielBryan DanielBryan oltre 5 anni fa

Napolitano l’ ha rivoluto Berlusconi . Ora non va piu’ bene , solita strategia politica e propaganda elettorale , nulla a che vedere con il bene per il paese. Il Pdl ha votato compatto per la rielezione di Napolitano , e i fatti di cui si parla risalgono all’estate 2011 , nessuno sapeva che Napolitano,stava cercando di non far affondare il paese ? Ci voleva Alan Friedman con le sue marchette a dirci cose che si sapevano gia’ come dice Ferrara? L’Impeachement e’ gia’ stato bocciato , se si dimette Napolitano, prima si rielegge il nuovo capo dello stato e forse si vota . Prodi ? Sarebbe bello vedere la faccia da pesci lessi come Gasparri e & dopo una sua elezione .

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Daniele, ricordi molto male. A parte i contrasti di politica interna, c’era quello più grosso col duo Merkel-Sarkozy. Con l’una per le ricette economiche ritenute (oggi da tanti) troppo rigide, l’altro per la concorrenza industriale su Alitalia e contratti Eni in Libia. Ma quel duo, sostenuto dalla grande finanza, era "l’Europa".

Ma passiamo alla replica di Napolitano:

“Nessuna difficoltà, certo, a ricordare di aver ricevuto nel mio studio il professor Monti più volte nel corso del 2011, e non solo in estate: conoscendo da molti anni (già prima che nell’autunno 1994 egli fosse nominato Commissario europeo su designazione del governo Berlusconi), e apprezzando in particolare il suo impegno europeistico che seguii da vicino quando fui deputato al Parlamento di Strasburgo”. “Nel corso del così difficile – per l’Italia e per l’Europa – anno 2011, Monti era inoltre un prezioso punto di riferimento per le sue analisi e i suoi commenti di politica economico-finanziaria sulle colonne del Corriere della Sera”, spiega ancora il capo della Stato sottolineando che Monti “appariva allora – e di certo non solo a me – una risorsa da tener presente e, se necessario, da acquisire al governo del paese”.

Ovvero: la pezza è peggiore dello squarcio.

+0
+ -
#
Utente gianniguelfi gianniguelfi oltre 5 anni fa

Ma quale Napolitano, fu Tremonti a far cadere Berlusconi. Lo scrissero quelli dello stesso Giornale due anni fa, febbraio 2012

http://www.ilgiornale.it/news/e-stato-tremonti-far-cadere-cavalierevi-mostriamo-prova.html

-1
+ -
#
Utente DanielBryan DanielBryan oltre 5 anni fa

Francopo io ricordo benissimo , ricordo anche l’Alitalia data in mano agli eroi italiani , ora quasi tutti in galera , agli arresti domiciliari, o indagati , ma che cosa ti costa ammettere che i governi berlusconiani sono stati semplicemente penosi e sono serviti solo per le leggi ad personam? Berlusconi deve ringraziare e baciare per terra , se avesse avuto un’opposizione vera lui non sarebbe neanche in grado di affacciarsi dalla finestra.

Cosa doveva fare Napolitano , aspettate che l’Italia affondasse ? Leggiti Ferrara questa volta ha ragione .

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Quale poteva essere l’alternativa a Napolitano? Rodotà? Prodi? Il meno peggio appariva Marini: troppo poco radicale per la vecchia guardia comunista. La soluzione "vecchio migliorista" sembrava la meno peggio.

E così quelle di Friedman per te sarebbero "marchette"? Se quattro conferme da parte dei principali protagonisti non ti bastano ti consiglio uno spruzzo di acqua santa. Che poi il "vecio" abbia favorito il Berlusca è tutto da dimostrare, da noi non se n’è accorto nessuno.

+0
+ -
#
Arnj oltre 5 anni fa

Il governo Berlusconi nel 2011 continuava ad urlare che non c’era e non ci sarebbe mai stata alcuna crisi economica, alla faccia dell’ evidenza.
All’ epoca era più importante disfarsi di Fini, che contestava il " condottiero " ed occuparsi della riforma della giustizia: i problemi italiani non interessavano ne a Tremonti, ne a Brunetta ne tantomeno a Berlusconi.
Napolitano aveva già fatto le sue prime mosse: orbene aveva agito come una formica, pensando al futuro ed alla carestia . . .

+0
+ -
#
Utente DanielBryan DanielBryan oltre 5 anni fa

Non sono marchette ? Ha un libro in uscita , ospite ovunque e ci racconta cose che si sapevano gia. Non ci vedo nulla di male nel sondare il terreno .. Forse non hai seguito bene l’evolversi del 2011 , mi ricordo come veniva trattato il tuo eroe in Europa come un appestato . L’unico errore che imputo a Napolitano e quello di non aver voluto andare alle elezioni nel febbraio 2012 , in quel momento Berlusconi sarebbe scomparso . Ovviamente colpa anche del Pd che poteva sfruttare l’onda del declino del PDL che lo davano al 15% al massimo . Errore politico ripetuto lo scorso anno con un Pd che non fece campagna elettorale e vinse alla camera per poco ma pareggio’ nel complesso . Le larghe intese furono fatte per creare stabilita’ a un paese allo sbando ma erano gia’ nate morte , la grazia per certi era un risarcimento , non fu data e inizio’ la guerra al Quirinale .Francopo questa e’ storia , non sono mie invenzioni. Tu credi a cio’ che ti pare .

+2
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

GianniGuelfi, Tremonti "si era “detto convinto” si dovessero “definire solo le misure più urgenti tra quelle indicate” e lo si dovesse fare “nella forma della presentazione di emendamenti alla legge di Stabilità” in quel momento all’esame del Senato»."

Dunque, era una questione di tattica, non di contenuti, sui quali c’era pieno accordo. Ma tra due primedonne, si sa, un po’ di rancore resta appiccicato.

+0
+ -
#
Utente DanielBryan DanielBryan oltre 5 anni fa

Francopo non conosci certi fatti .buona lettura .

http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/tremonti-berlusconi-guerra-spiato-servizi-884884/

+0
+ -
#
umberto oltre 5 anni fa
Vittorio Emanuele III – re che pure ha commesso una miriade di errori, tra i quali principalmente dare il governo a Mussolini e dichiarare la guerra – diceva però una cosa giusta: "I Savoia regnano uno per volta". La stessa cosa dovrebbe valere oggi per i Presidenti del Consiglio: ma forse Napolitano non lo sa. +0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Daniel, la tua è un’interpretazione riduttiva della storia, il meglio l’hai lasciato fuori.

Tra parentesi, il 15% nei sondaggi era stato toccato in assenza di Berlusconi. La differenza poi si è vista, povero Bersani, rincoglionito fra due fuochi: un Berlusca redivivo e un Grillo super partes.

+0
+ -
#
Utente DanielBryan DanielBryan oltre 5 anni fa

Io ho semplificato e chi vuol capire capisce . Non abbiamo le stesse idee , fa niente .

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Le due primedonne non si usmano più. Tremonti è passato con la Lega.

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 5 anni fa

@ Po

"Napolitano cominciò a "muoversi" in giugno 2011. Berlusca già da mesi contestava le ricette merkelliane."

- FALSO ! Mai letto un berlusconi critico nei confronti della merkel (fondo schiena a parte s’intende)PRIMA delle proprie dimissioni. Se sei capace di smentirmi pubblica qualcosa di comprovante non le tue solite chiacchiere campate su teorie fantasiose e propaganda di regime !

"Fin troppo facile trarne delle conclusioni: l’"operazione" è partita subito dopo le vacanze, ma la "preparazione" era cominciata prima."

-Infatti ne trai al solito quelle SBAGLIATE ! Il governo B ere in apnea GIA’ da mesi (dall’uscita di fini e compani) e se RE G. non avesse convinto i presidenti delle due camere a spostare di un mese la votazione della mozione di sfiducia presentata da fli, dando tempo a b di comprarsi al solito qualche parlamentare (barbareschi, polidoro, etc) sarebbe CADUTO molto prima ! Dunque se l’intento di napo era quello di far cadere b, non si capisce per quale motivo non l’abbia lasciato fare PRIMA a fini. Penso invece che nel suo cervellino di novantenne, egli temesse davvero per le sorti del suo paese e che abbia agito, SBAGLIANDO CLAMOROSAMENTE, in tal senso, cercando prima di salvare b ed il suo INSULSO GOVERNO DI INCAPACI (temendo una discontinuità pericolosa in un periodo in cui Grecia e Spagna parevano dover "saltare da un momento all’altro), poi un "salvatore della patria" come monti. Lo spread non c’entra una mazza, la speculazione internazionale non è una cosa che può controllare il P.d.R.

+1
+ -
#
Utente VII VII oltre 5 anni fa

company.

+0
+ -
#
omverd oltre 5 anni fa

Sull’asse Roma-Berlino
Ecco tutti gli attriti noti e meno noti tra Merkel e Berlusconi
Tobin tax, energia e gasdotti, moneta e Bce. E per la tassa sulle banche l’Italia non si accoda alla Germania
C’è chi assicura che tutto iniziò nel settembre 2005, quando le elezioni tedesche si conclusero al fotofinish tra Angela Merkel……
da: il foglio.it

-2
+ -
#
Utente VII VII oltre 5 anni fa

Alcune delle pesanti critiche del più grande statista degli ultimi 150 anni alle politiche merkelliane: http://www.rollingstonemagazine.it/cultura/news-cultura/lultima-di-silvio-la-merkel-una-culona-inchiavabile/#

+1
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

La speculazione internazionale può essere mossa dai veri attori della crisi in Europa: quelli che ho menzionato coi loro referenti, grandemente aiutati dalla sinistra nostrana e dai suoi scribacchini. A noi toccava subirla, la speculazione, per vederla rientrare con un PdC gradito ai "poteri" extraitaliani. Perciò i conti tornano. Restano un po’ di incertezze bisognose di conferma: forse ne sapremo di più comprando il libro di Friedman.

Sulla situazione con l’Europa Napo si sta svegliando solo ora, come dimostra il discorso che ricalca le posizioni del centrodestra (e pare anche del Pd: meglio tardi che mai). Ma in Italia la doppia conflittualità doveva subirla e ricercare una soluzione di governabilità, l’unica possibile, ma solo in apparenza, con le larghe intese. Accettabile anche per i moderati nel segno di una riconciliazione nazionale.

Certo che alle lezioni di diritto costituzionale dovevo essermi parecchio distratto: mi giunge nuova che dopo regolari elezioni e con un PdC regolarmente in carica il PdR debba sentirsi obbligato a ricercare e mettere in preavviso un successore il quale a sua volta vada a chiedere il benestare dei peggiori avversari del predecessore.

-2
+ -
#
Utente Granchio Granchio oltre 5 anni fa

Ha ragione Daniele Braian. Per affondare c’è sempre tempo. Che risate.

-4
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

VII, lo vedi che cosa succede a leggere solo "certi" giornali?
http://www.liberoquotidiano.it/news/823155/Silvio-non-disse-Merkel-culona.html

-4
+ -
#
Utente Granchio Granchio oltre 5 anni fa

Rodotà avrebbe portato i No-Tav al governo. Abbiamo corso un serio pericolo sociale. Rodotà rappresenta l’Italia peggiore.

-5
+ -
#
Utente SilvioPregiudicato SilvioPregiudicato oltre 5 anni fa

E tu chi rappresenti con quell’unico neurone poco sviluppato?

+7
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Dice Brunetta ("La telefonata):

"Io quei mesi di quell’estate li ho vissuti in prima linea, ricordo benissimo tutti gli avvenimenti. Ricordo benissimo che a giugno non c’era alcuna tempesta economica sullo spread, che l’Italia veniva promossa in Europa con il suo Documento di economia e finanza, che il pareggio di bilancio veniva fissato al 2014". "Non c’era nessuna bufera, semmai c’era nervosismo dei mercati finanziari tedeschi, perché il rendimento dei bund era arrivato al 3% e le banche tedesche erano sotto il mirino della speculazione. C’era il problema della Grecia, certamente, c’era il problema della Banca centrale europea che non sapeva che pesci pigliare rispetto alla tempesta finanziaria che stava colpendo la Grecia con l’uso della liquidità proveniente dagli Stati Uniti". "Che in quel giugno – conclude Brunetta – il presidente della Repubblica contattasse il professor Monti dicendogli sostanzialmente Tieniti pronto per sostituire Berlusconi, questo dal punto di vista costituzionale è un atto gravissimo, perché il presidente della Repubblica non può fare consultazioni private e segrete di sostituzione di un presidente legittimato dal popolo, legittimato dal voto parlamentare, in presenza di nessuna crisi né formale né sostanziale".

-1
+ -
#
Utente Coco Coco oltre 5 anni fa

…. pesci in faccia oggi per i due berluscojones… ahahaahahha in galeraaaaaaaaaa

+3
+ -
#
Utente Mozart92 Mozart92 oltre 5 anni fa

Bel titolo. Prima volta quest’anno che do più di una stella al giornale.

+2
+ -
#
Utente VII VII oltre 5 anni fa

Omverd

Apprezzo il link che trovo tutto sommato interessante e qui ripropongo: http://www.ilfoglio.it/soloqui/5507. L’articolo è datato 22 giugno 2010 dunque EFFETTIVAMENTE precedente alle dimissioni del b. La mia obiezione però era un’altra e si riferiva alla seguente di francopo:

"Napolitano cominciò a "muoversi" in giugno 2011. Berlusca già da mesi contestava le ricette merkelliane."

"Mai letto un berlusconi critico nei confronti della merkel (fondo schiena a parte s’intende)PRIMA delle proprie dimissioni."

Non intendevo dire che b amasse la merkel ma che non ha MAI respinto le politiche di austerità proposte/imposte dalla Germania e dalla BCE accettando supinamente il fiscal compact (figlio del six pack tremontiano) ed arrivando ad inserire il pareggio di bilancio in costituzione, dunque di cosa parliamo ?

Ci sarebbe poi da capire se questo south stream convenga effettivamente al paese o solo ai soliti "prenditori" nostrani. Francamente in merito non ho molte notizie ma prometto di documentarmi meglio (tempo permettendo).

In fine un argomento che mi è un po’ più familiare e che mi preme di più: la gestione del debito dei paesi. Al di là di tutti gli strumenti proposti (penso ad esempio agli eurobond)e del fatto che possano o meno essere utili alla causa è possibile che non siamo capaci di ridurlo e che continui ad aumentare in maniera incontrollata ? Si può continuare a fare promesse agli altri stati membri continuando a disattenderle puntualmente ?

+0
+ -
#
Utente VII VII oltre 5 anni fa

@ Po

"VII, lo vedi che cosa succede a leggere solo "certi" giornali?http://www.liberoquotidiano.it/news/823155/Silvio-non-disse-Merkel-culona.html"

Caro Franco, io i giornali li "guardo tutti", questo in effetti afferma che di quella frase non si è trovata traccia, questo per inciso non vuol dire che non esistesse. Le intercettazioni vengono ascoltate dalle parti e ciascuna di esse valuta ciò che ritiene "utilizzabile", il resto viene DISTRUTTO per ordine del GIP: quello che Libero dice CATEGORICAMENTE non sia mai esistito, non essendo penalmente rilevante, dovrebbe essere andato distrutto. Escluso che i cronisti di Libero possano aver ascoltato direttamente i nastri come lasciano intendere, sono ASSOLUTAMENTE RISERVATI.
La domanda che ti faccio è la seguente: sei a conoscenza di una SECCA SMENTITA UFFICIALE da parte del soggetto al quale furono attribuite quelle esternazioni ? Se non sono mai state pronunciate quelle parole, per quale motivo b non si affrettò a smentire il tutto ?

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

La smentita, la milionesima, l’ha data attraverso i suoi organi di stampa. Evidentemente stufo di smentire un giorno sì e l’altro pure le continue invenzioni di Repubblica, sia che fossero virgolettate sia che fossero al condizionale.

Quali intercettazioni? Ordinate da chi? Di riproduzione lecita? Mah! Ho i miei dubbi.

+0
+ -
#

Il tuo commento


Entra o Registrati per commentare.