Il Giornale del 16 Maggio 2014

Rss
Il Giornale

« Precedente
Seguente »
Quanto mi piace?
  • Currently 1,8/5 Hearts.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La prima pagina del giorno di Il Giornale nel tuo blog:

13 commenti

Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Dice Feltri:
L’idea del governo di coinvolgere 100mila giovani italiani nel servizio civile universale ci sembra una classica boiata pazzesca. Che evoca un’altra boiata altrettanto pazzesca: i lavori socialmente utili, di cui s’ignora l’utilità, ma è noto il costo. In pratica siamo di fronte a un Bancomat al quale hanno diritto di attingere coloro i quali, disoccupati più o meno vocazionali, sono bisognosi di pagarsi le sigarette, il caffè e l’aperitivo senza pesare sulle saccocce di papà e mammà.

C’era un tempo infausto ma lunghissimo in cui il problema della disoccupazione e della povertà di massa si risolveva con le guerre e guerricciole tra vicini e lontani. Veniva parecchio a costare ma la pace sociale era garantita. Oggi, per fortuna, la situazione è mutata e la carne da cannone non è più una soluzione.

Durante il fascismo c’era la leva obbligatoria, ma soprattutto c’era tanto sport, col suo contorno di saggi ginnici e di manifestazioni trionfali.

Oggi Renzino non l’ha pensata male: in piena crisi e in incipiente ribellione sociale s’inventa i "lavori socialmente utili di massa". Come dire: se lo Stato deve proprio mantenerli, almeno che facciano qualcosa, tipo rompere le scatole a coloro che i "servizi" li fanno per professione o per ripiego, aspettanndo, come tantissimi altri, che finalmente arrivi Godot.

Idea elettorale, senza alcun dubbio, ma con gossi dubbi sulla sua economicità ed efficacia. Infatti "la" soluzione, l’unica degna di questo nome, è un’altra: dedicarsi anima e corpo al salvataggio e al rilancio delle aziende per metterle in condizione di assumere.

-2
+ -
#
Utente Granchio Granchio oltre 5 anni fa

Povera Italia.Matteino ,er Fonzie di Ponte Vecchio, scolora ogni giorno che passa come le patacche di Totò. E si sapeva. Il Tribunale di Milano oramai è un carrozzone impazzito, carico di astio e pugnali. E si sapeva. Lo spread torna a farsi sentire…..che risate. Piazza Affari ulula. E allora ,come si diceva una volta,gigante, pensaci tu. Silvio, l’Italia ti aspetta.

-2
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

PS. Di Feltri è solo il primo cpv.

-2
+ -
#
Utente Granchio Granchio oltre 5 anni fa

Ma fra i lavori socialmente utili è compreso anche quello di epurare i comunisti?

-2
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Caro Granchio, ogni tanto mi dico che stiamo per toccare il punto più basso e che non si può che cominciare a risalire. Macché, sarà la forza di gravità a fregarci.

-2
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

I comunisti possono restare, sono le loro idee balorde e la loro infausta propaganda che andrebbero debellate se vogliamo tornare ad essere un Paese normale.

-2
+ -
#
Utente Granchio Granchio oltre 5 anni fa

E allora ,invece di coinvolgere migliaia di giovani in questi famigerati servizi civili,dove non farebbero una minkia,perchè non si ripristina il servizio di leva? Ordine e disciplina. Barba tutte le mattine ,sveglia col gallo e chiappe in spalla. Un bell’anno sabbatico per purificare migliaia di smidollati. Staccarli dalle famiglie maternaliste e culle per bambocci. E dar loro una bella svegliata.

-3
+ -
#
Utente Coco Coco oltre 5 anni fa

Soldato Palla di Lardo: Signorsì, signore.
Sergente Hartman: Come hai detto? Non ti sento.
Soldato Palla di Lardo: Signorsì, signore.
Sergente Hartman: Balle, non ti sento ancora! Urla come se le avessi davvero.
Soldato Palla di Lardo: Signorsì, signore.

ahahaahahahaahah….

+5
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Da Vittorio Macioce un commento po’ lungo ma pieno di sano realismo. La capiranno? Ne dubito, non sono attrezzati.

Terra chiama Renzi. Svegliati. L’Italia sta deragliando. I numeri sono brutti, cattivi e cinici, ma spesso dicono la verità. Arriva un momento in cui non puoi più raccontarti balle. Non servono le chiacchiere. Non bastano le promesse. Non ti salvano le slide. È quando la realtà ti sbatte in faccia e ti dice che stai galleggiando nella melma.
Ecco, ci siamo, il premier è nudo. Il meraviglioso mondo di Matteo si sta sgretolando più in fretta di quanto lui stesso potesse immaginare. Il bluff non ha visto settembre e neppure giugno. È marcito prima delle elezioni e questo per il Pd significa guai. Non c’è ripresa e le riforme sono un po’ di appunti scritti su un bloc notes. Il tempo intanto passa e gioca contro l’Italia.

Renzi non è un incosciente. Queste cose le sa. Ma non può che insistere nel suo gioco d’azzardo. Solo che anche lui non è così tranquillo. È nervoso. Il boy scout arranca e non è più così sicuro di stravincere le Europee. Bastano gli 80 euro? Bastano a scacciare la paura? Renzi ha promesso il futuro e il suo governo odora ancora di passato.
I sondaggi privati e clandestini sottolineano un testa a testa con Grillo che sa di sciagura. C’è chi dice che il Pd abbia toccato il massimo e ora possa solo scendere. C’è l’incognita della grande massa di indecisi che sposterà all’ultimo momento gli equilibri. Il timore di Renzi è che il suo videogame venga inghiottito dalla realtà e che la sua avventura finisca troppo presto.

Questo non lo dicono avvoltoi e menagramo. È nei numeri. È la realtà quotidiana di chi sente la crisi sulla pelle e non ha più soldi e forza per resistere. Il Pil torna a scendere. L’Istat calcola uno 0,1 per cento in meno rispetto al trimestre precedente e mezzo punto se si parla di un anno fa. La ripresina sta svanendo.

La Bce fa sapere che nel settore servizi l’Italia è la maglia nera d’Europa. La burocrazia continua a essere il cappio al collo delle imprese. Le tasse tolgono respiro a tutti. La vita reale non assomiglia all’ufficio marketing di Renzi. Sale quello che dovrebbe scendere e scende quello che dovrebbe salire. Il Pil ha il meno davanti, mentre sale la pressione fiscale, sale la spesa dello Stato, sale la disoccupazione, Bankitalia rileva anche l’aumento del debito pubblico e nei primi quattro mesi di quest’anno gli immigrati arrivati in Italia sono l’823 per cento in più. È una pagella con cinque più e troppi meno. È l’immagine di un barcone alla deriva, con un capitano baldanzoso che continua a ripetere: state sereni.

-2
+ -
#
Utente SilvioPregiudicato SilvioPregiudicato oltre 5 anni fa

Beirut ha dato parere favorevole all’estradizione del padrino mafioso dell’utri.
Le patrie galere lo stanno aspettando.

+4
+ -
#
Utente sergio41 sergio41 oltre 5 anni fa

Vittorio Feltri?
Ma quando dà del menzognero incallito a Berlusconi, come mai non lo citate?

Vittorio Macioce? E’ un semplice peracottaro, proponendo questo panegirico all’ incontrario al solo scopo di sporcare un pò di carta. Ma più di lui lo è chi propone certi articoli.
Dopo solo tre mesi il Renzi sarebbe responsabile di tutto ciò?
Ma ci ha preso tutti per asserviti non pensanti rosiconi berlusconiani?

+1
+ -
#
Utente Coco Coco oltre 5 anni fa

gli elettori di berluscone sono questi…per fortuna….ahahahahaahahah

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/05/16/berlusconi-ai-servizi-sociali-fan-dedica-canzone-unaltra-faccio-vedere-bocce/279855/

+0
+ -
#
Utente sergio41 sergio41 oltre 5 anni fa

MERIAM LIBERA
Assolutamente condivisibile la campagna a sostegno di questa signora Sudanese che l’ottuso fanatismo islamico vorrebbe morta.

Molto apprezzabile anche la campagna dell’ Unicef che vorrebbe vaccinare tutti i bambini del mondo contro malattie facilmente debellabili.
Anche se questo ente è un carrozzone che fa acqua da ogni parte, ma visto che ogni venti secondi muore un bambino per malattie facilmente prevedibili e curabili, vale la pena di sostenere questa iniziativa. Magari per salvare la vita ad un solo bambino.
Da padre e da nonno, mi sento coinvolto. Ma io sono strano.

+0
+ -
#

Il tuo commento


Entra o Registrati per commentare.