Il Giornale del 22 Marzo 2016

Rss
Il Giornale

« Precedente
Seguente »
Quanto mi piace?
  • Currently 1,0/5 Hearts.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La prima pagina del giorno di Il Giornale nel tuo blog:

10 commenti

Utente SilvioPregiudicato SilvioPregiudicato oltre 3 anni fa

Silvio Berlusconi, critiche da Forza Italia e centrodestra: “Politica svenduta agli interessi delle sue aziende”

Sotto accusa la candidatura a perdere di Bertolaso a Roma. E la subalternità in Parlamento sui provvedimenti del governo. Malessere nel partito per le mosse dell’ex Cavaliere. Sospettato di non voler infastidire Renzi. Per incassare la torta pubblicitaria derivante dall’extra gettito del canone Rai. “Ormai la linea la dettano le esigenze di Mediaset”, dice un parlamentare azzurro. Rampelli (FdI): “È clamoroso l’incremento delle entrate pubblicitarie alle tv private”. Caparini (Lega): “Accondiscendenza di Fi nei confronti del premier è nei fatti”

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/22/da-forza-italia-e-centrodestra-critiche-a-berlusconi-politica-svenduta-agli-interessi-delle-sue-aziende/2569321/

Lo hanno capito adesso!!!! Che tonti

Ahahahhahahahahahahahhahahaa

+0
+ -
#
Utente Argonauta Argonauta oltre 3 anni fa

La destinazione dell’area EXPO di Milano ai clandestini (solo il 3 per cento avrebbe diritto ad essere accolto, secondo dati ufficiali del governo). E’ l’ultimo insulto alla dignità dell’Italia da parte di chi aveva promesso di farne un parco tecnologico e un campus universitario. E intanto l’organizzazione umanitaria "Save the Children" avverte che nel 2015 sono spariti nel nulla 26.000 bambini extracomunitari, probabilmente avviati alla prostituzione e,si teme, all’espianto di organi! C’è qualcuno che si commuove o si indigna?

+0
+ -
#
Utente sergio41 sergio41 oltre 3 anni fa
Facciamo a pezzi anche una ulteriore superficialità, che come sempre racconta mezze verità, peraltro ripetendomi. Nel flusso di emigranti provenienti dalla Libia, e quindi soprattutto dal subsahara e osservato che è difficilissimo dimostrare inoppugnabilmente perchè si emigra dagli Stati Africani

cercando lo "status quo" di rifugiati, ( ove gli scontri tribali non sono riconosciute come guerre, anche se fanno molte migliaia di morti) effettivamente solo il 3% ha ottenuto il diritto di farsi chiamare profugo mentre un altro 27% ha ottenuto altri tipi di protezione come previsto dalla legge.

Se, come si teme a causa delle barriere, cambieranno le rotte dei migranti proveniente INVECE dal medio oriente e dall’ Afghanistan passando attraverso l’ Albania e quindi in Puglia, è evidente che i profughi, vista la situazione delle varie belligeranze in quelle località, passeranno sicuramente da un 3% ad almeno il 90%. Purtroppo la verità, SEMPRE, viene raccontata come fa comodo. +0
+ -
#
Utente oscar oscar oltre 3 anni fa

Uno dei primi post lanciati in rete da Bruxelles dopo gli attacchi è stato quello dell’eurodeputato leghista Matteo Salvini. Il leader del Carroccio stava andando all’aeroporto Zaventem al momento dell’esplosione del primo ordigno, proprio nello scalo belga, quando è stato bloccato dalla polizia. “Esplosioni e morti all’aeroporto di Bruxelles – ha scritto su Facebook poco dopo le otto di questa mattina -. Io stavo arrivando lì ma ci hanno bloccato, tutto evacuato. Sto bene (a qualche scemo dispiacerà) e torno in ufficio. Non è possibile vivere sotto il ricatto dei violenti e dei folli. Io non mi arrendo, io non ho paura. Una preghiera per le vittime”.

L’attività social di Salvini è poi proseguita per tutta la mattinata sia su twitter sia su Facebook. Al suo arrivo al Parlamento ha postato una foto che lo ritrae davanti al palazzo, vicino ad un soldato armato: “Esercito e giubbotti anti-proiettile all’ingresso del Parlamento. Città ferma, solo sirene, ambulanze ed elicotteri. E qualcuno continua a dire che non ci hanno dichiarato guerra… Sveglia! Le preghiere non bastano più”. Poco dopo un’altra foto (questa volta controlli della polizia) e altre parole: “Palazzo della Commissione Europea blindato. Un infame attacco al cuore di questa Europa, un’Europa colpevole di aver permesso tanto, anzi troppo, a tutti”. Poi l’apoteosi, le foto diventate il simbolo di questa giornata di terrore, scattate nell’aeroporto e nella metropolitana della capitale belga, sono state usate per comporre un collage, assieme ad un ritratto dello stesso segretario leghista mentre regge il cartello con la scritta “#iononhopaura”, eletto ad immagine di copertina per i suoi canali social.

+0
+ -
#
Utente kitkat4.4.4 kitkat4.4.4 oltre 3 anni fa

immancabile il suo lecc.c.lo…lo ama..lo adora.. ama i buzzurri come lui…

+0
+ -
#
Utente oscar oscar oltre 3 anni fa

Il colmo del cretino: scrivere critiche ed insulti ad altri per cose che ha fatto lui. Ed il bello e che pure si vanta d’essere cretino!!!
Comunque consolati, col vecchietto sei in buona compagnia. Per fortuna L’Italia NON ha bisogno di voi!!!!

+0
+ -
#
Utente sergio41 sergio41 oltre 3 anni fa

Dopo il raccapriccio per le vittime e dopo aver espresso tutto il mio cordoglio, sento la necessità di fare delle osservazioni.

Scontata la faccia da culo dell’ometto, una vera ameba unicellulare ormai incapace di una qualsiasi reazione, e probabilmente felice di fare continuamente la figura dell’ idiota, dedito solo di dare tempestivamente spazio alle immediate sciacallate opportunistiche del Salvini con la divulgazione, da perfetto succube, dei copia-incolla proposti dall’ infame strumentalizzatore, per fidelizzare e spaventare ancor più i superficiali tremebondi.
Va anche sottolineato che il cialtrone, oltre il presenzialismo televisivo che tutti gli concedono, sembra capace solo di monopolizzare i social network tutto il giorno per scambiare battute con i suoi adepti. Ma non dovrebbe fare anche il parlamentare europeo e produrre politica? La sua vita è tutta all’interno del Tablet che ormai fa tutt’uno con la sua mano?

Io credo che ci stiamo mordendo la coda: più monta la nostra ripugnanza per questi assassini con scontate esternazioni e proteste, più alimentiamo l’odio di questi terroristi. Più lottiamo e più otteniamo dei pseudo" successi" investigativi più saremo costretti a subire le loro rappresaglie. Francamente non credo che questa sia la strada giusta, temo che se non troveremo altre strade, saremo costretti a spazzarli totalmente via dalle loro roccaforti, con costi economici e umani enormi, ma senza cancellare questo seme di odio nei sopravvissuti che, certamente, potrebbero sempre riorganizzarsi da qualche altra parte ancora più inferociti, o quanto meno, comportarsi come schegge impazzite. +0
+ -
#
Utente sergio41 sergio41 oltre 3 anni fa
Francamente questa sortita delirante e farneticante del povero idiota risulta incomprensibile, come al solito le sue allusioni incoerenti e sconclusionate le capisce solo lui. Ma detto questo, cosa può vantare di aver fatto per l’ Italia questo povero esserino insignificante? Che essendo giovane come pare di capire e affermando che lavora, vorrei tanto capire qual’è la sua attività, visto che alle più svariate ore è presente nel forum per trovare il modo di farsi deridere da tutti. +0
+ -
#
Utente wolf wolf oltre 3 anni fa

Silvio Berlusconi, critiche da Forza Italia e centrodestra: “Politica svenduta agli interessi delle sue aziende”

azz……..ma non mi dire, se ne sono accorti????

Sotto accusa la candidatura a perdere di Bertolaso a Roma. E la subalternità in Parlamento sui provvedimenti del governo. Malessere nel partito per le mosse dell’ex Cavaliere. Sospettato di non voler infastidire Renzi. Per incassare la torta pubblicitaria derivante dall’extra gettito del canone Rai. “Ormai la linea la dettano le esigenze di Mediaset”, dice un parlamentare azzurro. Rampelli (FdI): “È clamoroso l’incremento delle entrate pubblicitarie alle tv private”. Caparini (Lega): “Accondiscendenza di Fi nei confronti del premier è nei fatti”

di Antonio Pitoni e Giorgio Velardi | 22 marzo 2016

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/22/da-forza-italia-e-centrodestra-critiche-a-berlusconi-politica-svenduta-agli-interessi-delle-sue-aziende/2569321/

+0
+ -
#

Il tuo commento


Entra o Registrati per commentare.