Il Messaggero del 1 Febbraio 2014

Rss
Il Messaggero

« Precedente
Seguente »
Quanto mi piace?
  • Currently 2,3/5 Hearts.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La prima pagina del giorno di Il Messaggero nel tuo blog:

31 commenti

Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Legge elettorale. Renzi: «Da 20 anni i partiti litigavano, ora fanno le riforme. Franchi tiratori? Sarebbe il colmo»

Il colmo è servito.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

In due sondaggi su tre il centrodestra è in vantaggio sul centrosinistra. Secondo quello elaborato da Technè addirittura riesce a vincere le elezioni al primo turno. Solo nel sondaggio EMG per La7 il centrosinistra è avanti, ma di poco.

Negli altri due sondaggi il ballottaggio tra le prime due coalizioni sarebbe d’obbligo: a questo punto bisognerà chiedersi a chi andrebbero i voti dei 5 Stelle arrivati terzi (nei sondaggi).

(da "Blitz")

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

La Capitale è sott’acqua. I vigili urbani in sciopero: vogliono maschere, pinne e respiratore. Chieste con urgenza le dimissioni di Alemanno. Marino coerente col suo nome, ma col trucco: l’acqua è dolce.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

PS. Ci segnalano Orazio Coclite in difficoltà. Lezioni accelerate di nuoto per le Sabine. Brenno torna scazzato in Transpadania. Romolo usa il fratello come Remo. Restate in attesa per altri aggiornamenti.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Poco oltre Muzio Scivola, il Pd è travolto dalle correnti, mentre Grillo se la ride e con poche bracciate attraversa la piazza. Inondati gli scantinati dei pubs, polvere bianca dappertutto. In Vaticano una messa in suffragio per i marinai con lancio di una corona tra i flutti. Da Venezia una fila di gondole in cerca di turisti: i soliti sciacalli.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

I tempi cambiano e la crisi galoppa. Anche i rom romani non sanno più come guadagnarsi da vivere. Sempre truffa è, ma questa volta a rimetterci sono gli amici a quattro stampe. “Guardi cosa ha fatto, lei ha investito il mio cane”. Con questa frase i rom di un campo ad Acilia (Roma), sotto il cavalcavia vicino al deposito dell’Ama, cercano di estorcere soldi a mal capitati automobilisti, gettando i cani sotto le auto per poi chiedere denaro.

L’orrore e le proteste – Se vi trovate a passare da Acilia fate attenzione ai sensi di colpa per aver investito un cane, sembra una frase maligna, ma in realtà potreste essere vittima di una truffa escogitata da alcuni nomadi. La segnalazione arriva dai cittadini che abitano nella zona. “Prendono i cani che vivono nell’insediamento e li gettano di proposito in strada contro le vetture in corsa”. Poi l’automobilista incredulo della botta si ferma avvolto da sensi di colpa e l’affare per i nomadi è fatto. Pronto l’appello alle forze dell’ordine per mettere fine alla brutalità: “Chiediamo un immediato sopralluogo – chiede Stefano Tersigni esponente del Movimento Primavera Nazionale. Auspichiamo che i cani presenti nell’accampamento vengano tolti a questa gente e affidati a strutture adeguate”.

(da "Libero")

+0
+ -
#
Utente magacirce magacirce oltre 6 anni fa

FrancoPo ahi, ahi, l’ho sentita anch’io questa storia. Ma indicando i Rom e Libero mal te ne incogliera’ stasera quando arriva il nostro amico.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Sarà dibattuto tra la difesa dei Rom e l’amore per gli animali.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Dal blog di Grillo un commento che copio e faccio anche mio:

Sono andato a disinformarmi sui quotidiani online e i pennivendoli virtuali hanno pensato bene di stigmatizzare il fatto che alla boldrini siano stati rivolti insulti pesanti su facebook.
Io non sono un falso perbenista pero’ penso che per non scavarsi la fossa da soli sia meglio evitare certi commenti beceri da taverna.
Un insulto puo’ anche essere costruttivo, che utilita’ ha dire che alla boldrini farei questo e quest’altro? Ma ndo stamo?
Usiamo il buon senso e la ragione che di quella ne abbiamo da vendere non la trivialità che i giornali non vedono l’ora di strumentalizzare per indebolirci di fronte alle persone perbene che hanno votato il movimento che giustamente si sentono confuse.
Siamo arrabbiati d’accordo ma non diventiamo bestie ignoranti.
Alberto bernardi 01.02.14 18:57|

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

@ Francopo e soprattutto Maga Circe.
Secondo voi io posso difendere dei mascalzoni? Secondo voi io distinguo i truffatori in funzione della loro etnia? Secondo voi io distinguo i malfattori in funzione del colore della loro pelle?
Secondo voi io distinguo i delinquenti in funzione della loro fede religiosa? Secondo voi io distinguo i corrotti in funzione della loro pseudo ideologia politica? Ecc. Ecc.
Possibile che ancora non avete capito che io faccio una sola distinzione?
I galantuomini onesti e leali da una parte e dall’altra gli altri.
Ti è chiaro Maga? Lo chiedo solo a te perchè Franco già dovrebbe saperlo.
Anche se dall’ultimo e lapidario commento non sembrerebbe. Ma ogni tanto sbarella e perde la direzione.Ma sugli animali ha ragione: il mio "idolo" è la Vittoria Brambilla.

A proposito di truffe, che possono coinvolgere qualche ingenuo, conoscete quella dei specchietti retrovisori esterni?

+0
+ -
#
Utente Granchio Granchio oltre 6 anni fa

Certo che avere come "idolo" la Brambilla soltanto perché è un’animalista, significa veramente accontentarsi di poco.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

@ GRANCHIO
Ci contavo!!!!
Nonostante le virgolette sapevo che l’idiota abboccava. Eppure l’ ho fornito della scappatoia.
Non hai alibi, sei proprio un cretino e fai continuamente del tutto per dimostrarlo.
Grazie Granchio. Archivia quest’ altra figuraccia.
Fra poco ti ci vorrà un altro hard disc: l’ archivio è pieno: a quattro-cinque al giorno si fa presto a finire la memoria.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Sergione, se il "corpo contundente" ti arriva da un cavalcavia lo specchietto serve a poco, anche ammesso che ci si tenga costantemente l’occhio su, cosa che non avviene mai. Ma quello che intendevo, e che ho già detto altre volte, è che una cultura come quella degli zingari, così diversa dalla nostra e per molti versi disgustosa, non va protetta e conservata ma corretta oppure respinta. Il disprezzo per donne e bambini, nonché per gli animali, i furti, i rapimenti e le truffe, oltre alla mendicità, appartengono a un mondo preistorico che non è da assecondare né più tollerabile. E arrestare i pochi che si riescono a beccare sul fatto non risolve assolutamente il problema, rende gli altri un pochino più furbi.
Senza, con questo, voler generalizzare.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

La Brambilla è seria e brava, tende un pochino (ma un pochino soltanto) a esagerare per eccesso di sensibilità.

+0
+ -
#
Utente Coco Coco oltre 6 anni fa

ahahahaahha…la Brambilla? certo è che siete messi male voi berluscojones…. popò mi fai scompisciare….ahahahahaahahah

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Sei il solito invidiosone. Per cortesia, scompiscia dall’altra parte, e non contro vento, possibilmente.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

@ FRANCOPO
Premesso che non conosci la truffa dello specchietto retrovisore esterno che ha delle analogie con quella del cane, quando ho scritto e affermato che la cultura, in buona parte truffaldina, dei zingari va protetta.? Ma siamo matti!!!!!
Le culture vanno rispettate, non protette. Ci penserà poi il TEMPO a fonderle come ha fatto da sempre per millenni senza mai smettere. Protetti devono essere i siti archeologici che ci ricordano le culture che, in minima parte, tutti ne siamo sicuramente imbevuti.

Per il resto ti eserciti con una tiritera che già in passato ne ho largamente discettato, evidenziato,criticato anche se ora la tua immaginazione ci aggiunto una ipotetica carenza di rispetto per le donne e i bambini. Potenza delle leggende metropolitane!!!!!! Ma vabbè! Non è importante.
E dopo tutto queste innegabili verità che hai elencato quale soluzioni proponi? Fucilazioni di massa o ripristinare la tecnica nazista dei forni crematori con i quali Hitler cercava di sterminare anche questo popolo? Oppure di lasciarli liberi di sfornare continuamente ladri e mendicanti in maleodoranti anti igienici campi per infestare ancora di più le nostre città?
MA CHE CI VUOLE AD AVERE UN PO’ DI BUONSENSO per capire che la strada da percorrere è solo una?
Se voi "benpensanti", evitaste di caricarvi l’un l’altro raccontandovi le malefatte dei Rom senza proporre un tubo, e invece vi rendereste disponibili a fare qualcosa, magari solo e esclusivamente cominciando a non dimostrare disprezzo e odio che, indubbiamente, aumenta la resistenza all’integrazione, l’unica arma possibile per difendere il futuro dei nostri nipoti da questo serissimo PROBLEMA.
Tutto ciò mi sembra di una ovvietà, di una logica addirittura banale, ma perchè allora tutte queste resistenze? Perchè mi attribuite continuamente un’ amicizia particolare per i zingari che assolutamente non ho?
Come ho scritto anche ieri, io amo e rispetto tutti galantuomini di questo mondo, indipendentemente dall’etnie, dalle religioni, dalle culture e di quant’altro ancora, e sono miei nemici giurati i mascalzoni, gli ipocriti, i ladri, i corrotti, i corruttori, i razzisti ecc. ecc.
Difficile da capire?

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Facile da capire il tuo punto di vista ma talvolta in contrasto col buon senso. Anche di quello di altri Paesi che gli zingari di un certo tipo cominciano a guardarli con sospetto.

Ragazzine e bambini mandati a mendicare e a rubare, magari in parte rapiti o comprati, sono un’invenzione dell’ultima ora? E la protezione di cui godono questi nomadi da parte delle autorità europee (e di conseguenza italiane) è un’altra invenzione? I macchinoni e i bottini milionari, sono pura fantasia? E i danni che lasciano negli spazi in cui si accampano? Ma allora dico: facciamo le cose con serietà, catechizziamoli per bene quando arrivano e quando c’è da agire agiamo sul serio. Stanti i trascorsi e i fatti presenti abbiamo tutto il diritto di tutelarci, oltre al dovere civile di rispettare tutti quelli che si comportano bene.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

@ FRANCOPO
Può essere tutto vero, io non nego nulla, e perchè poi dovrei?
La realtà però è un attimino diversa: il nomadismo è quasi scomparso e una grossa percentuale sono cittadini italiani. E questo cambia l’ottica con il quale valutare e approcciare il problema.
Tanto vero che ci sono dei ex nomadi ormai residenti da tempo immemorabile ricchissimi (e veri mascalzoni: per lo più usurai). Qui a Roma lo sappiamo bene. Spesso subiscono sequestri di beni importanti che, una pletora di avvocati immediatamente, attaccandosi ai cavilli troppo garantisti, riesce a ottenere il dissequestro in poco tempo. Certamente questi ultimi vanno solo combattuti con le leggi.
Da sempre i nomadi mandano i bambini a mendicare, ma questo non vuol dire che li seviziano, e il fatto Greco al quale ti riferisci sembra rimasto un fatto isolato. Anche se in passato molto remoto, probabilmente era una orrenda pratica diffusa.
Che godano maggiore protezione dalle autorità E’ UNA CAZZATA ENORME: una vera leggenda metropolitana inventata, come tante altre, nei salotti dei chiaccheroni perbenisti.
Pensaci: perchè dovrebbero essere più protetti di altri cittadini? Per quale alchimia o ragione logica?
Ma rimane l’eterno fatto, che le critiche, giustissime, sono tante a fronte di zero proposte per le soluzioni.
Dovete mettervi testa che l’integrazione che perseguono i Sindaci in osservanza alla direttive lo fanno certamente non per gli zingari, ma per garantire a noi normali cittadini maggiore sicurezza e vivibilità delle città. Ma lo capirete questo concetto? O continuerete a lagnarvi sempre a ruota libera e, scusa, ottusamente?

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Sergione, solo una volta ho accennato a un possibile rimedio contro i mascalzoni: dal momento che si muovono e si nascondono per clan, dove si commettono reati espellere tutto il clan, dopo un’accurata perquisizione. Poi, proteggere i cittadini spetta alle autorità locali. Si parla di abolire i poliziotti (o vigili) di quartiere. Magari non c’entra con gli zingari, ma è un andare controcorrente.

Secondo te mandare i bambini a mendicare è buona cosa? E la protezione dei minorenni che fine ha fatto? Sui rapimenti e i traffici di bambini, va’ tranquillo che ne avvengono, l’ho visto coi miei occhi in quel di Merate, perché hanno colto sul fatto una megera. L’episodio greco è solo un altro esempio.

Altre due case sono state svaligiate nella mia zona negli ultimi 15 giorni. Ormai i giornali locali non pubblicano più la notizia. Gli zingari, oltreché all’incrocio con semaforo a mendicare, sono accampati a un paio di km di distanza. Sarà un caso? Mah.

Non sono protetti? Decisamente sei male informato. Per loro c’è libera circolazione ed obbligo europeo a mettere a loro disposizione dei campi attrezzati. Entro certi limiti, le nostre autorità hanno le mani legate.

Ci lagniamo ottusamente? Non serve, siete del tutto ciechi. Ma non meravigliarti se questo genere di argomenti porterà a una crescita di consensi per le destre, anche in chiave antieuropea, come sta avvenendo in Francia.

Quelli di loro che invece si adeguano a una vita civile sono da considerarsi immigrati a tutti gli effetti. E tra gli immigrati c’è di tutto e il contrario di tutto, come dovresti sapere.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

@ FRANCOPO
Espellere il clan? Dove? Siamo realisti: noi potremmo accettare degli espulsi dai Francesi o dai Svizzeri? E perchè loro dovrebbero accettare i nostri espulsi? Ma la logica è sempre una tua nemica?
Quando ho scritto che approvo l’accattonaggio infantile? Boh! Avrai forse letto esattamente il contrario: il principio fondamentale dell’integrazione è la scolarizzazione dei bambini.
Sei un pochino confuso: la protezione è una cosa e cercare di contenerli per meglio gestirli è tutt’altro. Le autorità hanno le mani legate? Ma che baggianate scrivi! Perchè o percome dovrebbero avere degli impedimenti per arrestare un ladro Rom, per esempio? Ma ti vengono spontanee certa affermazioni o c’è qualcuno che te le suggerisce?
Hai sicuramente ragione: le leggende metropolitane con le quali stasera hai voluto asfaltare Funize faranno sicuramente presa nei salotti dei pericolosi benpensanti e favoriranno la destra, ma con la mia totale e completa indifferenza.
Ripeto: l’ottanta per cento degli ex nomadi sono italiani e non possono avere lo status di immigrati. E continui a lagnarti, proponendo episodi odiosi e illegali, senza proporre soluzioni.
Oppure la soluzione ce l’avresti, ma non la puoi esprimere. Se ti consola, siete la maggioranza.
Viva i benpensanti cattolici! Bravi!

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Gli immigrati clandestini che attraversano l’Italia e poi sconfinano ci vengono restituiti, e noi ce li riprendiamo mogi mogi. Almeno stando a qualche notiziola che ogni tanto appare. Noi possiamo fare altrettanto con gli zingari. Può essere un buon deterrente anche al loro interno. La logica non c’entra, è questione di informazione.

Il principio fondamentale dell’integrazione è la scolarizzazione dei bambini. Bravo, io proprio non lo sapevo, non è mai troppo tardi. Peccato che i bimbi saltino spesso le lezioni per andarsene a elemosinare e le ragazzine pure. O devo pensare che agli incroci ci siano delle controfigure?

Devo proprio spiegarti tutto? Il ladro beccato viene arrestato e dopo un po’ rilasciato. Gli altri nel frattempo vanno avanti e restano dove sono. E sono "nomadi" con auto e carrozzoni, non "ex nomadi" divenuti stanziali.

Neppure i nomadi sono tutti uguali, e neppure i clan. Adesso, prova tu a suggerire qualche soluzione. Io un piccolo sforzo l’ho fatto. Potrei aggiungere, come al solito, un rapporto più utile dei nostri strapagati parlamentari europei con quelle istituzioni e coi colleghi che in fatto di immigrazione, transumanza e sicurezza la pensano in maniera analoga.

+0
+ -
#
Utente magacirce magacirce oltre 6 anni fa

Sergione 1941 scusa il ritardo.

Undicesimo post, indirizzato a Francopo e a me.

A tutte le tue domande la risposta e: no; al penultimo punto interrogativo la risposta e’: si; l’ultimo punto inerrogativo quello dello specchietto non l’ho capito. Tempo fa hanno tentato anche con me, un uomo e una donna. Dopo una piccola sosta, conoscendo il trucchetto che girava, ho tirato dritto, mi hanno seguito ma poi hanno desistito. Se fossero Rom o Italiani o altro non lo so.

Per quanto riguarda il tuo post qui sopra, io penso che ti illudi. I Rom non vogliono integrarsi, molti sono Italiani ma continuano a vivere da zingari anche dopo 30 anni. Non tutti, ma la maggioranza si. Io farei solo una piccola domanda: ma perche’ tutta quella sporcizia nei loro campi? E un’altra piccola domanda: perche’ se vado io a chiedere l’elemosina con un piccolo bimbo me lo tolgono per affidarlo ai Servizi sociali e a loro no? E avrei tante altre domande, ma lasciamo perdere!

Sono una pericolosa benpensante alla FrancoPo? Ebbene si.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

@ FRANCOPO
Comincia l’arrampicata di specchi. Un classico, ormai
Che c’entrano i migranti che, teoricamente puoi rispedirli ai loro paesi di origine, con i zingari che in maggioranza sono italiani? Dove li mandi? E chi gli accoglie? E che peraltro hanno abbandonato da tempo il nomadismo.

Fai dell’ironia sciocca. Possibile che la carenza di argomenti ti spinge così in basso?
Certamente ci saranno dei bambini che, purtroppo, verranno perfino costretti a non andare a scuola, ma ce ne sono altri che la frequenteranno regolarmente e che diventeranno cittadini come tutti gli altri.
Ladri e accattoni in meno. O no?

Che mi devi spiegare? Che se un ladro viene rilasciato è perchè di etnia Rom?
Ma queste stronzate dove le apprendi? Certamente nei salotti dei perbenisti. Sicuramente non ti verrà in mente che il giudice applica la legge. A meno che tutti i Rom arrestati non vengono giudicati da magistrati comunisti.
Tu non hai MAI proposto nessuna soluzione praticabile e logica. Tu hai solo ripetuto continuamente i luoghi comuni, i pregiudizi e le leggende metropolitane dei così detti perbenisti.
Io non ho proposto nessuna soluzione, magari ne avessi, ho solo evidenziato quello che uno stuolo di persone molto più in gamba di me ha elaborato come l’unica soluzione percorribile dalla civiltà moderna.
Altrimenti rimane solo l’alternativa che vorrebbero molti anche se non l’ esprimono: GASIAMOLI TUTTI!

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

@ MAGA CIRCE
Poichè ogni tanto leggo, diciamo delle "imprecisazioni", sopra ho voluto chiarire una volta per tutte quali sono le mie posizioni.
In riferimento al tuo breve commento con il quale prevedevi una mia reazione al fatto che Franco denunciava dei mascalzoni Rom, io sottolineavo che per me un delinquente Rom non è peggiore e nemmeno migliore di un delinquente finlandese o portoghese. E’ solo un soggetto da evitare.
Si, all’incirca la truffa dello specchietto è come l’hai raccontata.

E’ vero, e mi ripeto, molti ex nomadi non vogliono integrarsi per varie ragioni tra cui c’è anche la percezione dell’ostilità di cui sono fatti oggetto. Per questo sopra suggerivo che esprimere intolleranza e odio non aiuta gli "imbecilli" , che per il bene di tutti, si sforzano di integrare i zingari. Certamente ci vorranno decenni, ma non c’è un’altra strada percorribile.
Premesso che il precedente sindaco di Roma Alemanno ha chiuso moltissimi campi collocando i Rom e i Sinti in situazioni più dignitose, non dovrebbe sfuggirti, visto che anche tu hai qualche primavera sulle spalle, che ora quelli che si incontrano sono molti più puliti di una volta.
Quest’ altra storia dei servizi sociali dovresti saperla interpretare e non usarla come una scusa per alimentare i tuoi pregiudizi. E’ ovvio che gli operatori dei servizi debbano tener conto delle abitudini e delle estrazioni sociali delle persone che incontrano e che sono chiamate a valutare.
E’ un paragone improponibile.
Fai pure tutte le domande che vuoi. Io non evito mai nessun argomento intenzionalmente, magari adducendo scuse risibili. Benpensante come FrancoPo? Non credo: tu sei peggio.Franco per lo più interpreta un ruolo in commedia.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

Tanto per vostra informazione:

Francia: si stimano 340/400 000 presenze Rom/Sinti/Manouches. La legge Besson del 5 luglio 2000 (preceduta da una regolamentazione già attiva con la legge 69-3 del 3 gennaio 1969) prescrive che ogni città con più di 5.000 abitanti deve allestire uno spazio a disposizione per gli itineranti. A loro vengono riservate particolari condizioni di stazionamento e fornitura di acqua e di elettricità a patto che abbiano "les carnets de voyage" rilasciati dalle prefetture e ripartiti in 3 categorie – La legge Besson prevede anche un programma immobiliare di case da dare in affitto agli zingari stanziali e terreni familiari su cui costruire case per famiglie semistanziali. Con Sarkozy come ministro dell’interno, nel febbraio 2003, sono state introdotte sanzioni per chi non rispetta le regole dei campi. Chi occupa abusivamente un’area pubblica può essere arrestato e il suo mezzo può essere sequestrato .
Germania: si stimano 130 000 presenze che la legge considera «minoranza nazionale» dando loro diritti e doveri. A partire dagli anni sessanta, la Germania ha accolto gran parte di rom in fuga con un progetto di welfare, dando loro possibilità di lavorare e sostenendoli sia con case popolari che con sussidi per il vitto29.
Grecia: si stima una presenza di 200.000 su una popolazione di 10.000.000 di abitanti24.
Spagna: la stima è di circa 800 000 presenze rom/sinti/kalè, la Spagna ha una delle comunità nomadi più popolose, occupando in Europa il terzo posto: al primo posto c’è la Romania e al secondo la Bulgaria. Dalla fine degli anni ottanta ha elaborato un programma di sviluppo stanziando annualmente tre milioni di euro; ad essi si aggiungono i finanziamenti delle regioni e delle ONG. È stato istituito un ufficio che coordina le politiche sociali per gli zingari.
Irlanda e Regno Unito: 19.000 Irish Travellers in Irlanda e tra 20.000 e 30.000 Irish Travellers nel Regno Unito, di cui 1.900 in Irlanda del Nord
La prima notizia che si ha degli zingari in Spagna – di etnia Kalé – risale al 1415, quando attraversarono i Pirenei e si stanziarono nella penisola iberica. Probabilmente la comunità dei Kalè spagnoli rappresenta uno degli esempi più proficui di convivenza ed integrazione storicamente verificata tra popolazioni europee e popolazioni romaní, avendo prodotto un sostanziale adattamento culturale della seconda (in questo caso del tutto stanziale) alla realtà sociale ed economica locale senza che si sia verificata completa assimilazione.

Nel 2005 e nel 2006 il razzismo nei confronti delle popolazioni gitane è diventato oggetto di attenzione a livello europeo, con l’adozione di una risoluzione del Parlamento europeo, il primo testo ufficiale che parla di "Anti-Gypsyism/Romaphobia" (in lingua inglese) e "antitsiganisme/romaphobie/tsiganophobie" (in lingua francese). Le conferenze internazionali OSCE/EU/CoE di Varsavia (ottobre 2005) e Bucarest (maggio 2006), hanno confermato il termine «anti-Gypsyism» a livello internazionale21. (vedi anche: Antiziganismo)
Secondo il Consiglio d’Europa22 in Europa vivono 10-12 milioni di gitani; in alcuni paesi europei (Romania, Bulgaria, Serbia, Turchia, Slovacchia) rappresentano il 5% della popolazione. In base a tali stime, la Romania è il paese con il maggior numero di gitani (nel 2001 ne sono stati censiti 535.140, pari al 2,5% della popolazione). Bulgaria, Spagna e Ungheria hanno ognuna una popolazione di 800.000 gitani, Serbia e Repubblica Slovacca 520.000, Francia e Russia tra i 340 e i 400mila; ma secondo il rapporto Dominique Steinberger del 2000 in Francia vivrebbero almeno un milione di gitani. Nei restanti paesi le presenze maggiori si riscontrano nel Regno Unito (300.000 persone), in Macedonia (260.000 persone), nella Repubblica Ceca (300.000 persone) e in Grecia (350.000 persone).

Le migrazioni di etnie romaní dall’est Europa che hanno interessato l’Italia nel Novecento sono state principalmente le seguenti: alla fine della Seconda guerra mondiale, dalla Croazia di lingua italiana; a cavallo degli anni sessanta e settanta, a seguito al terribile terremoto che devastò la Macedonia (Skopje); dall’anno 1987, con il grande esodo verificatosi a seguito della guerra nella ex Jugoslavia, principalmente dalla Bosnia ed Erzegovina e dal Kosovo; infine alla fine del socialismo reale, quindi dai paesi dell’Europa orientale. +0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Sergione, è tutto molto interessante ma il punto non è l’etnia, è il tipo di cultura che domina in alcune tribù (certamente non tutte), che si esprime negli insegnamenti trasmessi ai più giovani dai genitori, e che tanti normali cittadini non ritengono accettabili, in Italia come nel resto d’Europa. Si vuole proteggere il nomadismo? Va benissimo, compatibilmente con le normali regole di convivenza espresse dalle leggi locali. Si vogliono tollerare i ladri e i vandali che ci sono dentro e che sono tenuti nascosti dai loro complici, che poi sarebbe uno dei risultati pratici, certamente non voluto dai tanti "umanitari"? Non va più bene, servono dei correttivi sotto forma di rieducazione e di sanzioni anche collettive. Il discorso è tutto qui.

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

@ FRANCOPO
Ma allora sei di coccio! Romanamente parlando.
Il nomadismo è ormai ridottissimo e con il tempo sparirà del tutto e NESSUNO VUOLE PROTEGGERLO
Non ci sono presupposti, logiche e vantaggi per volere incrementare queste transumanze.
Come nessuno vuole o può tollerare il ladri e i mendicanti. Ma siamo matti!!! Ma dove l’hai letta questa cazzata colossale? O qual’è il salotto che ha enunciato questa nuova leggenda metropolitana?

Se ti riferisci alla scontata omertà che può esserci in certi ambienti, come per la mafia e per la camorra, è qualcosa che ti sorprende e che possiamo imputare agli zingari di averla inventata? Non esiste da sempre?

+0
+ -
#
Utente Sergione1941 Sergione1941 oltre 6 anni fa

@FRANCOPO
Ma secondo te perchè si cerca di scolarizzare i giovani? Proprio per sottrarli a questa incivile cultura atavica. Con successi e con insuccessi.
Molti ex nomadi che hanno scoperto le comodità di una casa dignitosa, con il c…..o che tornerebbero a vivere in un campo. Mica sono scemi.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Spiegalo a tanti cittadini europei, italici e romani. Avrai un bel daffare.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 6 anni fa

Tra parentesi, in sede europea non si parla di "incrementare" il fenomeno ma di accettarlo e accoglierlo in condizioni di vita civili e umane. Gli sforzi per "integrarli" ci sono (anche se "all’italiana") e questo conferma un duplice effetto, del tutto prevedibile: si "civilizzano" quelli che vogliono farsi civilizzare o che lo sono già, gli altri no. Sono questi ultimi i casi di cui si discute. Se c’è un ladro che senso ha rispondere che ce ne sono 10, 20, 100 che invece sono onesti? Si cerca di intervenire su quello e sui suoi complici, tra l’altro con la benedizione degli umanitari europei.

+0
+ -
#

Il tuo commento


Entra o Registrati per commentare.