Il Messaggero del 18 Aprile 2014

Rss
Il Messaggero

« Precedente
Seguente »
Quanto mi piace?
  • Currently 2,6/5 Hearts.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La prima pagina del giorno di Il Messaggero nel tuo blog:

8 commenti

Utente magacirce magacirce oltre 5 anni fa

A Roma sequestrate 160 tonnelle di cibo vario e 1600 litri di bevande
provenienti da India e Pakistan, distribuzione all’ingrosso gestita da due pakistani. Il tutto in pessime condizioni.

Mannaggia, volevano integrarci coi loro integratori ma gli e’ andata buca.

Tanto abbiamo i cinesi.

Ma gli indiani, i pakistani i cinesi debbono essere anche loro considerati "gli ultimi" come i barcaroli?

-2
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Meglio non pensarci troppo a quel che mangiamo e beviamo, si rischia di diventare inappetenti.

-2
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Signoretta sul "Secolo":

Per la sinistra – in particolare per l’area che fa capo a Nichi Vendola – va messo al rogo chiunque si permette di puntare il dito contro i manifestanti. Dire basta al saccheggio delle città è una «minaccia», chiedere controlli è da «fascisti», difendere la polizia è da «amico degli sbirri». Neppure una piccola riflessione, o bianco o nero. Meglio rosso, se possibile. I compagni hanno ragione a prescindere, non importa se i centri sociali abbiano alzato il livello di scontro e si siano incrociati con gli immigrati provenienti dalle zone d’ombra della clandestinità. Fatto sta che qualsiasi città dove si organizza un corteo antagonista diventa possibile preda di teppisti e viene violentata, con gli scempi che toccano persino i centri storici, dove ci sono ricchezze culturali e archeologiche che andrebbero difese contro tutto e contro tutti. E in parallelo è cresciuto l’allarme No Tav. Ma c’è anche chi sbaglia per altri motivi, come il viceministro Bubbico, che ha accusato gli agenti di pubblica sicurezza di ogni nefandezza «dedicando – come ha detto Ignazio La Russa – solo un dolce scappellotto di tre righe ai violenti aggressori». Il paradosso è che una certa politica chiede misure di identificazione per gli agenti mentre magari i manifestanti non possono essere identificati. Le dimissioni di Bubbico sarebbero un primo segnale per imprimere la svolta e nella situazione attuale – con il fuoco che è riesploso e stenta ad essere domato – avrebbero un significato particolare. La protesta è legittima, la violenza no. E soprattutto si deve ritrovare il senso del rispetto. Perché il vero sacrificio quotidiano è di chi rischia la pelle per portare uno stipendio a casa e non di chi pretende di okkupare un’abitazione e non pagare né l’affitto né le bollette. I compagni – quelli che sbagliano e quelli che li proteggono – se ne facciano una ragione.

Ci siamo già passati, un decennio di ultrasinistra basta e avanza.

-1
+ -
#
Utente magacirce magacirce oltre 5 anni fa

La Presse

Conferenza stampa di oggi del Ministro degli Interni, Alfano, sul corteo a Roma. "Inaccettabili attacchi a Polizia su scontri. Queste sono fotografie che ho trovato sui siti. Questi sono i manifestanti, i bravi ragazzi …".

FrancoPo pensi che Alfano stia facendo opera di riavvicinamento?

-1
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

No, penso che siano stati costretti a svegliarlo per la gravità degli eventi e (soprattutto) per l’avvicinarsi delle elezioni.

-1
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

PS. Dalla pubblicità in basso si evince che le idee elettorali del Magnifico continuano ad essere scopiazzate. La prossima pubblicità sarà di un cibo per cani?

-1
+ -
#
Utente magacirce magacirce oltre 5 anni fa

FrancoPo si credo anch’io che Alfano cerchi voti, ecco la ragione dei suoi recenti interventi su migranti e Polizia/bravi ragazzi.

Ho fatto il commento su di lui avendo in mente l’allucinante "scambio di idee" tra te, VII e il buon Volontario su Libero del 15 Aprile. Mi ha stupito VII! Il Volontario no, lui rispetta sempre il suo stile rabbioso.

-1
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Eravamo partiti da due diverse prospettive, io con l’occhio ai casini mongolici e loro fissati col poliziotto. Quella che mi infastidisce è la loro presunzione, che si esplica nelle tiritere di insulti, da veri comunisti d’altri tempi.

-1
+ -
#

Il tuo commento


Entra o Registrati per commentare.