La Padania del 18 Aprile 2014

Rss
La Padania

PDF
« Precedente
Seguente »
Quanto mi piace?
  • Currently 1,0/5 Hearts.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La prima pagina del giorno di La Padania nel tuo blog:

5 commenti

Utente magacirce magacirce oltre 5 anni fa

E’ stato liberato anche il carroarmato, quello che sparava i fagioli?

Ahahahah.

-1
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

Secondo me nella decisione del magistrato ha influito molto l’iniziativa del Beppe con il suo micidiale carrarmato di cartone, col quale ha inquadrato coram populo il lato sommamente ridicolo della questione.

Intanto a Roma fanno sul serio, sono riusciti persino a far uscire Angelino dal coma profondo dovuto ai sensi di colpa. Ma la sinistra non si tocca, può fare quello che vuole, anche sforare i conti con l’uso costante dei fumogeni.

-1
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

La Giorgia e gli immigrati:

Per far fronte all’allarme immigrazione non basta di certo la vaga dichiarazione di intenti illustrata oggi dal ministro Alfano a nome del governo Renzi ma servono contromisure imponenti e un cambio di rotta. Tre le proposte di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale.

La prima: chiarire con leggi adeguate che l’immigrazione non è un diritto ma è un contratto tra il cittadino straniero e lo Stato italiano. A fronte di una serie di diritti, l’Italia deve pretendere dall’immigrato il rispetto delle nostre leggi e della nostra cultura e che possa soggiornare solo se provvisto di un regolare permesso di soggiorno e di un contratto di lavoro che attesti che è in grado di provvedere alla propria sussistenza.

La seconda: intervenire in sede Ue per cambiare il regolamento Dublino 3 sui richiedenti asilo, che oggi scarica interamente questo problema sulle spalle delle Nazioni di frontiera. L’Italia deve chiedere che i richiedenti asilo, a prescindere dallo Stato di arrivo, siano distribuiti equamente tra tutti e 28 gli Stati membri e che i costi del loro mantenimento siano a carico dell’Ue e non dello Stato ospitante.

La terza: l’Italia pretenda dall’Europa la “clausola della Nazione più esposta”: visto che siamo una Nazione di frontiera, sia previsto che l’Italia applichi automaticamente la normativa più restrittiva tra quelle in vigore nell’Unione Europea. Perché mentre in Italia si allargano le maglie dell’immigrazione, le altre Nazioni europee applicano leggi sempre più severe. A cominciare dalla Germania che si accinge ad approvare una norma per espellere dai suoi confini i cittadini anche europei privi di lavoro da più di sei mesi.

-1
+ -
#
Utente magacirce magacirce oltre 5 anni fa

La Giorgia parla bene.

Ma solo qualche giorno fa l’Italia ha abolito il reato di clandestinita’ all’arrivo. Clandestino sara’ solo il migrante che ci prova una seconda volta!!!

Cioe’ voglio dire: come facciamo ad imporci se siamo i primi ad allargare le maglie, quando tutti gli altri paesi le restringono?

Chi e’ causa del suo mal pianga se’ stesso, e’ il minimo che ci sentiremo dire.

Comunque, con la Meloni, Salvini ed adesso anche Alfano, si potra’ forse raggiungere qualcosa.

Alfano chi? Quello che adesso e’ in cerca di voti?

-1
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 5 anni fa

E pare che non li trovi, nonostante il soccorso casiniano.
http://www.ilgiornale.it/news/interni/1012358.html

+0
+ -
#

Il tuo commento


Entra o Registrati per commentare.