La Stampa del 3 Settembre 2017

Rss
La Stampa

PDF
« Precedente
Seguente »
Quanto mi piace?
  • Currently 0,0/5 Hearts.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La prima pagina del giorno di La Stampa nel tuo blog:

3 commenti

Utente kitkat4.4.4 kitkat4.4.4 oltre 2 anni fa

come se le rigirano le notizie i razzisti…..poi raccontare bugie è di casa x questa gente …ma ci sono sciacalli (salvini) che cavalcano questi fatti fomentando ancora + odio tra poveri…

una buona parte di notizie contro gli immigrati o sono bufale o sono ingigantite o modificate a piacimento come questa….

sequestrata poi da chiiiiiiii ???? gli asini volano ..se lo scrivesse salvini i suoi seguaci idioti ci crederebbero….

+0
+ -
#
Utente kitkat4.4.4 kitkat4.4.4 oltre 2 anni fa

*Tutta un’altra storia. Pamela Pistis la 36enne che ha innescato l’assedio al centro della croce rossa al Tiburtino sostenendo di essere stata rapita da un eritreo dopo essere intervenuta a difesa di suo nipote, si è inventata tutto. E ora è iscritta nel registro degli indagati della procura di Roma con l’accusa di lesioni aggravate dall’uso di arma. Nello specifico,si tratta di un tondino, un pezzo di ferro di quelli usati nell’edilizia, con il quale ha ferito il 40enne eritreo Yacob, in via del Frantoio. L’iscrizione è avvenuta sulla base di una informativa dei carabinieri consegnata sabato al pm Alberto Galanti, nella quale si spiega che non c’è stato il presunto rapimento e che anche le ferite lamentate dalla donna sarebbero antecedenti ai fatti. Anzi, l’unico colpo da lei ricevuto è uno schiaffo del compagno arrivato in un secondo momento per allontanarla dal luogo della lite. La donna ha precedenti, recenti, per furto.
13.000 euro in un giorno con i BitCoin? Così è possibile!SPONSOR
13.000 euro in un giorno con i BitCoin? Così è possibile!
millionairemethods.biz
Il clandestino vende acqua ai turisti Ma è il recordman delle espulsioni: 5
Il clandestino vende acqua ai turisti Ma è il recordman delle espulsioni: 5
Arena di Sabaudia: dopo musica e teatro, spazio al cinema
Arena di Sabaudia: dopo musica e teatro, spazio al cinema
La notte delle 100 mila candele, Vallerano in festa con le fiammelle
La notte delle 100 mila candele, Vallerano in festa con le fiammelle
Raccomandato da

Corriere della Sera
ROMA / CRONACA
Il centro gestito dalla Cri (Ansa) LA PROCURAMilano, 2 settembre 2017 – 14:32
Migrante ferito, indagata la zia del 12enne: «Si è inventata tutto». Blitz di destra, migranti bloccati in chiesa
di Fulvio Fiano
A-A+
Tutta un’altra storia. Pamela Pistis la 36enne che ha innescato l’assedio al centro della croce rossa al Tiburtino sostenendo di essere stata rapita da un eritreo dopo essere intervenuta a difesa di suo nipote, si è inventata tutto. E ora è iscritta nel registro degli indagati della procura di Roma con l’accusa di lesioni aggravate dall’uso di arma. Nello specifico,si tratta di un tondino, un pezzo di ferro di quelli usati nell’edilizia, con il quale ha ferito il 40enne eritreo Yacob, in via del Frantoio. L’iscrizione è avvenuta sulla base di una informativa dei carabinieri consegnata sabato al pm Alberto Galanti, nella quale si spiega che non c’è stato il presunto rapimento e che anche le ferite lamentate dalla donna sarebbero antecedenti ai fatti. Anzi, l’unico colpo da lei ricevuto è uno schiaffo del compagno arrivato in un secondo momento per allontanarla dal luogo della lite. La donna ha precedenti, recenti, per furto.

Gli accertamenti scientifici
Il quadro ormai chiaro manca di un’ultima conferma sull’arma che la donna avrebbe raccattato da terra. Per questo il pm ha conferito un doppio incarico: al medico legale per accertare la compatibilità col tondino delle ferite riportate da Yacob, e ai carabinieri del ris per i rilievi sull’oggetto. Yacob, 40 anni con disturbi mentali, è stato ferito alla schiena, ed è stato ricoverato in ospedale con una iniziale prognosi di 30 giorni. Ascoltato dai carabinieri, ha negato di aver lanciato sassi contro i bambini che erano in strada, figli e nipoti della donna ora indagata. Il ferimento, secondo quanto finora emerso, tra testimonianze discordanti, sarebbe nato dopo la richiesta di una sigaretta fatta da Pamela all’eritreo e davanti alla risposta negativa di Yacob, la donna avrebbe reagito colpendolo (in un’altra testimonianza a ferire l’eritreo sarebbe stato il nipote 12enne di Pamela ndr.). In realtà l’uomo avrebbe solo simulato il lancio di un oggetto per allontanare i ragazzini che lo prendevano in giro.

+0
+ -
#
Utente oscar oscar oltre 2 anni fa

Vergognati rimbambito!!! 10 post su una cretinata e nemmeno uno sulle risorse boldriniane colpevoli dello STUPRO di Rimini

+0
+ -
#

Il tuo commento


Entra o Registrati per commentare.