Liberazione del 20 Maggio 2010

Rss
Liberazione

PDF
« Precedente
Seguente »
Quanto mi piace?
  • Currently 5,0/5 Hearts.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La prima pagina del giorno di Liberazione nel tuo blog:

7 commenti

Utente Beppe Beppe translation missing: it.datetime.distance_in_words.almost_x_years fa

Dopo tutte le lotte del 68 vogliono distruggerci lo statuto dei lavoratori con leggine e decreti .vergogna

+0
+ -
#
franco translation missing: it.datetime.distance_in_words.almost_x_years fa

Maroni e Mantovano, avrebbero fatto meglio a tacere.

+0
+ -
#
FrancoPo. translation missing: it.datetime.distance_in_words.almost_x_years fa

@Beppe, sono passati 40 anni e tutto il mondo attraversa una fase di trasformazione. Ovunque, anche nei Paesi governati dalla sinistra, ci si è resi conto che l’eccesso di rigidità è controproducente per il mercato del lavoro. Se un’azienda chiude siamo tutti a spasso. Qualche norma che induca a una certa flessibilità sarebbe un toccasana anche da noi.

+0
+ -
#
@tutti translation missing: it.datetime.distance_in_words.almost_x_years fa

Eheheh, a FrancoPo che gliene frega? Tanto lui ormai è in pensione…

+0
+ -
#
FrancoPo. translation missing: it.datetime.distance_in_words.almost_x_years fa

@Caro Tutti, io sono in pensione, moglie e figlie no. Permetterai che sia un pochino preoccupato.

+0
+ -
#
Utente Beppe Beppe translation missing: it.datetime.distance_in_words.almost_x_years fa

riguardo la flessibilita si intende che noi lavoratori dobbiamo sempre FLETTERCI a 90?

+1
+ -
#
FrancoPo. translation missing: it.datetime.distance_in_words.almost_x_years fa

@Beppe. A meno di una rivoluzione che faccia flettere padroni e manager. Ma sarebbe proprio così? L’hai presente la barzelletta del martello pneumatico? E’ troppo lunga, ne farò una sintesi. L’operaio si lamentava col funzionario comunista di dover fare sempre un lavoro massacrante. L’altro risponde: "Sta’ tranquillo, fatta la rivoluzione questi lavori li faremo fare ai padroni!". Scoppia la rivoluzione e l’operaio è sempre lì col martello pneumatico. Quando ripassa il funzionario (nel frattempo divenuto sindaco): "Ehi – fa – compagno, avevi detto che questo lavoro lo avrebbero fatto i padroni!". "Ma certo – risponde l’altro – ma adesso siamo noi i padroni." Caro Beppe, gira e rigira a doversi adattare sono sempre le ultime ruote del carro.

+0
+ -
#

Il tuo commento


Entra o Registrati per commentare.