Secolo d'Italia del 7 Febbraio 2012

Rss
Secolo d'Italia

PDF
« Precedente
Seguente »
Quanto mi piace?
  • Currently 2,0/5 Hearts.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La prima pagina del giorno di Secolo d'Italia nel tuo blog:

7 commenti

giomap58 circa 2 anni fa

Fascistelli da strapazzo, dov’era il governo del camerata Berlusconi quando nevicava in passato in Toscana. Miserabili sciacquini ,servi del padrone e senza dignità, fascisti!Pensate al camerata Alemanno che più che collezionare figur’emmerda non fa!

+0
+ -
#
Utente zoid zoid circa 2 anni fa

Che c’entra il governo?
Non era il comune di Roma che orgogliosamente annunciava: "La macchina delle emergenze del Campidoglio
è pronta ad affrontare i rischi connessi a neve e ghiaccio che interesseranno Roma tra giovedì pomeriggio
e domenica"?
A vanterie i fascistoni sono imbattibili. Salvo poi piagnucolare d’essere trascurati…

+0
+ -
#
Utente Jacopo80 Jacopo80 circa 2 anni fa

alemanno dov’era !!!!!!!con bertolaso la protezione civile andava bene tra cricche e altro ..
ridicoli e pagliacci …bombarolo de anglelis nasconditi….

+0
+ -
#
sora lella circa 2 anni fa

e adesso spiegateglielo però ad alemanno che le scuole può ormai riaprirle, possibilmente entro il 15 maggio magari

+0
+ -
#
Utente BeppeStarnazza BeppeStarnazza circa 2 anni fa

Questi sono proprio comici, aspirano a superare il Vernacoliere.
:D
:D
Mai la colpa è di Alemagno, nonostante il maltempo fosse ampiamente annunciato e nei giorni precedenti avesse scaricato abbondanti nevicate nel nord e nel centro Italia.
Non è colpa sua poverino se è riuscito a farsi trovare impreparato di fronte ai pochi centimetri di neve caduti a Roma.
Da comiche il travisamento dei mm in cm (evidentemente nessuno fra tutti i parenti assunti capiva la differenza fra pioggia e neve).
Da vergogna il disperato tentativo di scarica barile subito attuato, presentandosi in tutte le trasmissioni, stessa tecnica adottata per coprire analoghe debacle nel passato (nubifragio a Roma del 20 ottobre scorso? Anche allora Alemagno impreparato e la colpa Ovviamente non era la sua.
Da ricordare i manifesti di propaganda che faceva affiggere: per millantare i suoi meriti>
http://roma.repubblica.it/cronaca/2011/10/20/foto/i_manifesti_di_alemanno_contro_le_buche-23585288/1/
:D
poi venne il nubifragio e quindi la necessita’ di trovare un colpevole…..ah ecco, la colpa ricade sulle previsioni del tempo!!!!!…

Le frasi memorabili: «Non era prevista un’intensità di pioggia di questo genere per questo abbiamo chiesto lo stato di calamità naturale»
«Visto quello che è successo questa mattina, in cui le previsioni sono state stravolte dall’emergenza, non siamo in grado di tranquillizzare perché, sebbene non siano previsti eventi eccezionali dobbiamo stare tutti quanti in allerta».

O come dimenticare la campagna elettorale 2008 giocata sullo sciacallaggio dell’assassinio della povera signora Reggiani di fine 2007. Lo slogan era "la Roma di Prodi, Rutelli e Veltroni è il regno del terrore e dello stupro". Purtroppo ancora una volta le statistiche sbugiardano i suoi slogan e mostrano che con Alemagno la sicurezza non è migliorata affatto e anzi l’anno 2011 ha segnato un crescendo di omicidi, sparatorie, regolamenti di conti, rapine, ma la colpa di chi è??? Giammai del sindaco …anche in questo caso ecco i provvidenziali manifesti che attribuiscono le colpe ad altri nonostante nella campagna elettorale sembrava che avrebbe risolto lui il problema della violenza …colpa del governo!!!!!
http://nonleggerlo.blogspot.com/2012/01/e-uno-scherzo-vero.html

Non li chiamerei ridicoli ma CIALTRONI

+0
+ -
#
Utente Jacopo80 Jacopo80 circa 2 anni fa

se e’ a governare è il centro-destra non e’ mai colpa loro ….e’ il loro motto

+0
+ -
#
Utente BeppeStarnazza BeppeStarnazza circa 2 anni fa

Per zittire definitivamente questo bollettino di propaganda spazzatura, si legga l’articolo del Corriere:
http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/12_febbraio_7/san-saba-cimitero-spazzaneve-capponi-1903171325596.shtml

Sprechi
A San Saba il cimitero degli spazzaneve
Il sindaco a dicembre aveva tolto all’Ama il ruolo principale nella gestione di situazioni eccezionali. Sub e cacciatori nell’elenco dei volontari per spargere il sale in città

Le lame spazzaneve, a Roma, sono sotto la neve.
Sono rimaste lì per qualche anno e di certo erano lì venerdì pomeriggio e venerdì notte, proprio mentre i romani erano bloccati sul Raccordo, o nelle tante strade paralizzate dalle precipitazioni atmosferiche e da un piano antineve che, oggettivamente, non ha funzionato…..In quei momenti, le lame erano lì: ferme, abbandonate. Comprate – con i soldi dei romani – e poi lasciate lì, senza manutenzione. Per trovarle basta andare in via Baccelli, a San Saba. Il deposito Ama si trova dietro un centro anziani: sono decine, sia fisse sia con i pistoni per girare. Sono di quelle da attaccare ai compattatori dell’Ama per trasformare i mezzi in spazzaneve: e sono di proprietà dell’Ama, comprate a più riprese in anni nei quali il Piano antineve del Campidoglio puntava tutto sulla municipalizzata. Poi, con l’arrivo di Gianni Alemanno al Comune, è cambiato tutto……nell’atto del 14 dicembre 2011, il Campidoglio stabilisce che «Ama parteciperà a supporto, compatibilmente con i propri compiti istituzionali (…) per le opere di spazzaneve metterà a disposizione sei mezzi, tre pale meccaniche, una lama, due spandisale». Sei mezzi. E il sale chi lo sparge? Il servizio giardini, «le ditte appaltatrici della manutenzione stradale» e le associazioni di volontariato.

+0
+ -
#

Il tuo commento


Entra o Registrati per commentare.