Unità del 29 Luglio 2014

Rss
Unità

« Precedente
Seguente »
Quanto mi piace?
  • Currently 2,6/5 Hearts.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La prima pagina del giorno di Unità nel tuo blog:

18 commenti

Utente wolf wolf oltre 4 anni fa

In edicola oggi 29/07/2014 il fatto quotidiano

Grillo, Sel & C. fanno paura. Renzi inizia a scricchiolare

Il presidente del Consiglio intima ai senatori: “Via gli emendamenti truffa”. Ma poi apre su preferenze e soglie. Summit delle opposizioni unite: “Sì, ma niente tagliole e dibattito aperto fino a settembre”. Il capo M5S: “Faremo guerriglia democratica in tutte le piazze”

che vi dicevo???

azz…….. vuoi vedere che hanno spostato qualche virgola e hanno trovato la sorpresa!!!!!!!!!!!!!!!!!

+4
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 4 anni fa

Belle prospettive davvero. Tutti promossi col 18 politico in economia e scienza delle comunicazioni (verso la Ue e i sempre più improbabili investitori esteri).
Però intanto si spende e si spande come ai tempi del boom:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/abruzzo-i-vigili-pattuglia-hogan-230-euro-1041421.html

http://www.blitzquotidiano.it/opinioni/pierluigi-franz-opinioni/pensioni-doro-ai-giornalisti-ottobre-1936336/

http://www.blitzquotidiano.it/beppe-grillo/m5s-reddito-minimo-in-friuli-vittoria-del-movimento-1938197/

ecc. ecc. ecc.

-3
+ -
#
Utente wolf wolf oltre 4 anni fa

Mondadori risarcisce D’Addario: “Nessun complotto contro Berlusconi”

Il Tribunale civile di Milano ha stabilito che la escort barese è stata diffamata dalla casa editrice e da Giorgio Mulè e Giacomo Amadori, direttore e giornalista di Panorama. Dovranno versarle 55mila euro. I giudici: "Credevano che l’incontro e il caso mediatico costituissero il prodotto di una preordinata manovra politico-giudiziaria da parte del milieu politico, professionale e mediatico legato al partito avversario dell’allora capo del governo"

di Redazione Il Fatto Quotidiano | 28 luglio 2014

azz……….questi giudici che se la prendono sempre col "pover’ometto"

+3
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 4 anni fa

Hanno senz’altro ragione, quel registratore e i compensi alla D’Addario erano stati dimenticati lì dal solito distrattone anonimo.

-3
+ -
#
Utente ARNJ ARNJ oltre 4 anni fa

Io avrei fatto chiudere il giornale per un anno; i giornalisti, i direttori ed i proprietari di testate devono capire che non si può ne diffamare liberamente ed impunemente qualcuno, ne tato men9o imbrogliare i propri lettori con notizie costruite a tavolino !

+1
+ -
#
Utente Granchio Granchio oltre 4 anni fa

Ma scusate,ma cosa volevate che dicessero? Certo ,c’è stata una manovra ventennale, tesa a destituire e destabilizzare il Cavaliere tentando di disarmarlo in tutte le maniere. Ma questi comunisti quando si svegliano? Mah……

-4
+ -
#
Utente Granchio Granchio oltre 4 anni fa

Celebriamo l’estrema unzione all’organo di stampa rosso. Si riderà di meno: http://www.ilgiornale.it/news/cultura/lunit-muore-e-lassassino-ha-nome-repubblica-1041690.html

-1
+ -
#
Utente sergio41 sergio41 oltre 4 anni fa
La battaglia politica è sempre esistita e fatta anche di colpi bassi e tentativi delegittimanti. In tutto il mondo.

Poi c’è chi , avendo scoperti i fianchi, un passato opaco e la coscienza sporca, cerca giustificazioni pretestuose e vittimistiche.

-1
+ -
#
Utente Mozart92 Mozart92 oltre 4 anni fa

Tra due giorni questo giornalaccio di partito, voragine di soldi pubblici chiude. Stappiamo una bottiglia. Un ingranaggi in meno per la macchina del fango.

+1
+ -
#
Utente wolf wolf oltre 4 anni fa

zio Antonio si starà rivoltando nella tomba!!!!!!!!!!

+0
+ -
#
Utente sergio41 sergio41 oltre 4 anni fa
La chiusura di un qualsiasi quotidiano è una perdita per la democrazia e per il pluralismo.

Concetto non certamente comprensibile per chi ha nel suo DNA i geni della dittatura e l’abitudine di farsi informare da un unico pulpito.

Mozart92, questa superficialità te la potevi risparmiare. Per giunta sembrerebbe piegata alle farneticazioni, ma probabilmente tracciate dalla direzione de Il Giornale, di un ignoto giornalista(?) che risponde al nome di Luca Fazzo.
Come da link proposto sopra.

Detto ciò, aspettiamoci presto la chiusura di altri quotidiani, che nonostante le pesanti iniezioni di danaro pubblico continuano a presentare bilanci in perdita.
La mala gestione non è solo negli enti pubblici, ma anche nei giornali sempre pronti a criticare i sprechi del danaro pubblico.

+0
+ -
#
Utente Mozart92 Mozart92 oltre 4 anni fa

Io il giornale non leggo quasi mai se non per vedere come mascherano certe notizie. Ad ogni modo nell’epoca di internet un giornale fazioso di meno non è per nulla un impoverimento del pluralismo, anzi, nel complesso l’informazione può guadagnarci. Meno giornalisti saranno al soldo dei partiti = meno fandonie. Troveranno lavoro per altri editori, che magari gli concederanno una maggiore onestà intellettuale. Ricordo quando il M5S fece esplodere il caso del lobbysta Tinelli. L’Unità ignorò completamente la notizia. Di blog e quotidiani indipendenti in internet ce ne sono una montagna, meno soldi pubblici ricevono e più liberi sono. Basta con i giornali cartacei sovvenzionati dallo stato.

+0
+ -
#
Utente sergio41 sergio41 oltre 4 anni fa

@ MOZART92
Non sono d’accordo per il principio democratico.
Anche se taluni casi singoli e la faziosità, anzi chiamiamola pure manipolazione dei fatti per gestire gli ingenui asserviti è spesso nauseante e disgustosa per come poi i clonabili ci si rotolano, inconsapevolmente, dentro aggiogati dalla propaganda vile, infame.

"Basta con i giornali cartacei sovvenzionati dallo stato."
Perfettamente d’accordo stavolta! Il FQ dovrebbe essere un esempio per tutti.

+0
+ -
#
Utente sergio41 sergio41 oltre 4 anni fa

P.S.
Onestà intellettuale???? Praticamente inesistente ormai!
Un piccolo esempio l’abbiamo, ripetutamente, in questo forum. Non puoi non essertene accorto!

+0
+ -
#
Utente sergio41 sergio41 oltre 4 anni fa

P.S.
E chi può affermare che i giornali on line non siano altrettanto faziosi e mirati sempre alla gestione di chi rifiuta una qualsiasi riflessione personale? Magari assistiti da siti, certamente sempre più scadenti, ma fortemente motivati a fagocitare i più cretini superficiali.

+0
+ -
#
Utente Mozart92 Mozart92 oltre 4 anni fa

La differenza è che ognuno può scrivere quello che vuole in internet , quindi c’è un’offerta enorme rispetto al cartaceo. Dopo sta al lettore selezionare le fonti migliori. Ovviamente ci sono anche le testate faziose ma non ricevono finanziamenti per pubblicare in internet.

+0
+ -
#
Utente FrancoPo. FrancoPo. oltre 4 anni fa

Quando una voce si spegne è sempre una perdita. Rimpiangeremo il foglio di Gramsci non tanto per la bontà e modernità delle sue osservazioni e proposte quanto per il gusto di controbatterle con successo.

+0
+ -
#

Il tuo commento


Entra o Registrati per commentare.